Peter_Braganti

WisdomTree - Tactical Daily Update - 08.06.2022

TVC:BTPBUND   SPREAD BTP-BUND 10Y (CALCULATED BY TRADINGVIEW)
Continuo aumento dei prezzi delle materie prime e dell’inflazione.
Dati macro tedeschi confermano rallentamento europeo.
Rendimenti dei Governativi europei ancora in risalita.
L’economia cinese potrebbe ripartire dopo i lock-down primaverili.

Ieri, 7 giugno, seduta in calo per le maggiori Borse europee: nessuna sorpresa, visto che lo scenario macro e politico resta perturbato, con la minaccia di un’inflazione che potrebbe salire ancora in parallelo all’ascesa continua dei prezzi delle materie prime. L’inflazione elevata, combinata con politiche monetarie via via piu’ restrittive aumetano il rischio di stagnazione o recessione economica in Europa e Stati Uniti.

Non a caso, la Banca Mondiale (World Bank) ha tagliato le stime crescita 2022 di tutte le economie sviluppate, principalmente a causa di un’inflazione “sopra target”.

Oggi, 8 giugno, riunione del Consiglio direttivo della Banca centrale europea, che fornira’ nuove stime sull'inflazione ma non riservera’ sorprese sul fronte dei tassi: il primo rialzo, dopo 10 anni di immobilita’, e’ previsto solo nella riunione di luglio.

Dunque, alla chiusura di ieri, 7 giugno, arretramenti generalizzati per i listini europei: Milano -0,8%, Londra, Parigi e Francoforte -0,7%. Con un inaspettato guizzo dell’ultima ora, Wall street ha invece chiuso con buoni rialzi, prossimi a +1% sia per il Nasdaq che per lo S&P500 .

Sul fonte macro europeo si moltiplicano i segnali di rallentamento: in Germania gli ordinii industriali sono calati ad aprile del -2,7% mensile e del -6,2% annuale. Nello stesso mese, la produzione industriale è cresciuta su base mensile del +0,7% contro il +1% atteso dagli analisti, ma e’ scesa del -2,2% su base annuale.

Qualche spiraglio di ritorno ad una crescita robusta si apre invece per la Cina , dove l'allentamento delle misure anti-Covid a Pechino e Shanghai dovrebbe ridare slancio a consumi, produzione industriale ed esportazioni del Paese, con riflessi positivi sulla crescita economica globale.

La crescita dei prezzi delle materie prime non conosce sosta: il prezzo del petrolio WTI (greggio di riferimento americano) e’ salito di oltre +1% sopra 120 Dollari/barile. Un po’ di sollievo sul versante energetico europeo lo da’ invece il prezzo del gas, che torna ai livelli pre-guerra in Ucraina, attorno a 80 Euro /megawattora.

Il prezzo del frumento oggi, 8 giugno, cala per il secondo giorno, dopo la sgradita impennata di lunedì 6 giugno. Il Ministro della Difesa turco Hulusi Akar segnala “progressi significativi" nei negoziati con Russia, Ucraina e Nazioni Unite per raggiungere un accordo che sblocchi l'esportazione via mare di grano dai porti ucraini sul Mar Nero.

Il ripegamanto dei prezzi di alcuni cereali non ha impedito che ieri siano stati raggiunti nuovi massimi storici dell’indice Bloomberg Commodity.

Calma relativa sul mercato valutario, con l'Euro attorno a quota 1,07 Dollari, in attesa del meeting della Banca Centrale Europea. Calo ulteriore, invece, per lo Yen giapponese, che nel fixing col Dollaro Usa torna ai livelli di aprile 2002, indebolito dalla politica monetaria “super-accomodante” della Banca del Giappone (BoJ).

Il cross Dollaro-Yen e’ attorno a 132,5, dopo un rapido passaggio a 133 Yen (ore 13.00 CET).

Stamattina 8 giugno, le Borse asiatiche, contagiate dalle chiusure positive di Wall Street di ieri, hanno chiuso mediamente in rialzo. Il Nikkei giaponese ha cosi’ chiuso ai massimi da oltre 2 mesi, trainato da titoli tecnologici ed energetici. L’economia Giapponese nel primo trimestre si e’ contratta meno di quanto anticipato: -0,5%, contro il -1% della prima lettura.

Anche le Borse della “greater China” hanno segnato i massimi da due mesi: l'indice Shanghai Composite e’ salito +0,7%, massimi da inizio aprile. L'Hang Seng di Hong Kong ha segnato +2,2%, il Kospi coreano si e’ accontentato di +0,4%, ed il Taiex taiwanese ha chiuso gli scambi a +1% (ore 13.00 CET).

Il Sensex indiano ha perso il -0,4%, dopo l’aumento dei tassi di +0,5% da parte della Banca Centrale Indiana (Reserve Bank of India): il consensus stimava un incremento di +0,4% a 4,80%, mentre la decisione e’ stata di portare il “refinancing rate” a +4,9%.

La Banca Centrale Indiana prevede e intende contrastare un’inflazione che permane oltre la soglia di tolleranza del +6%. Reazioni comunque contenute anche sul cambio Rupia/Dollaro Usa. Nelle stesse ore la Banca Centrale Thailandese ha deciso di lasciare invariati i tassi.

In Europa, dopo una partenza incerta, gli indici azionari sono peggiorati e, a fine mattinata, si registrano cali mesi del -0,6%. Maggiore tensione si rileva sul mercato obbligazionario dove lo spread di rendimento tra Btp decennali italiani e omologhi Bund tedeschi si e’ spinto sino a 212 punti base, col BTP decennale che rende +3,46%.

I futures sui maggiori indici di Wall Street anticipano riaperture in calo attorno a -0,7%, probabilmente disturbati dal coninuo rialzo del prezzo del petrolio che fa temere un brutto dato sull’inflazione Usa a maggio, previsto per venerdi’ 10.

Leggero rialzo del prezzo dell'oro, +0,2% a 1.850 Dollari/oncia, mentre tornano gli acquisti sulle cryptovalute: Bitcoin +4,1% a 30.800 Dollari. (ore 14.00 CET)



Informazioni importanti
Comunicazioni emesse all’interno dello Spazio economico europeo (“SEE”): Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree Ireland Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Central Bank of Ireland.
Comunicazioni emesse in giurisdizioni non appartenenti al SEE: Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree UK Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority del Regno Unito.
Per fare riferimento a WisdomTree Ireland Limited e a WisdomTree UK Limited si utilizza per entrambe la denominazione “WisdomTree” (come applicabile). La nostra politica sui conflitti d’interesse e il nostro inventario sono disponibili su richiesta.
Solo per clienti professionali. Le informazioni contenute nel presente documento sono fornite a titolo meramente informativo e non costituiscono né un’offerta di vendita né una sollecitazione di un’offerta di acquisto di titoli o azioni. Il presente documento non deve essere utilizzato come base per una qualsiasi decisione d’investimento. Gli investimenti possono aumentare o diminuire di valore e si può perdere una parte o la totalità dell’importo investito. Le performance passate non sono necessariamente indicative di performance future. Qualsiasi decisione d’investimento deve essere basata sulle informazioni contenute nel Prospetto informativo di riferimento e deve essere presa dopo aver richiesto il parere di un consulente d’investimento, fiscale e legale indipendente.
Il presente documento non è, e in nessun caso deve essere interpretato come, una pubblicità o qualsiasi altro strumento di promozione di un’offerta pubblica di azioni o titoli negli Stati Uniti o in qualsiasi provincia o territorio degli Stati Uniti. Né il presente documento né alcuna copia dello stesso devono essere acquisiti, trasmessi o distribuiti (direttamente o indirettamente) negli Stati Uniti.
Il presente documento può contenere commenti indipendenti sul mercato redatti da WisdomTree sulla base delle informazioni disponibili al pubblico. Benché WisdomTree si adoperi per garantire l’esattezza del contenuto del presente documento, WisdomTree non garantisce né assicura la sua esattezza o correttezza. Qualsiasi terzo fornitore di dati di cui ci si avvalga per reperire le informazioni contenute nel presente documento non rilascia alcuna garanzia o dichiarazione di sorta in relazione ai suddetti dati . Laddove WisdomTree abbia espresso dei pareri relativamente al prodotto o all’attività di mercato, si ricorda che tali pareri possono cambiare. Né WisdomTree, né alcuna consociata, né alcuno dei rispettivi funzionari, amministratori, partner o dipendenti, accetta alcuna responsabilità per qualsiasi perdita, diretta o indiretta, derivante dall’utilizzo del presente documento o del suo contenuto.
Il presente documento può contenere dichiarazioni previsionali, comprese dichiarazioni riguardanti le attuali aspettative o convinzioni in relazione alla performance di determinate classi di attività e/o settori. Le dichiarazioni previsionali sono soggette a determinati rischi, incertezze e ipotesi. Non vi è alcuna garanzia che tali dichiarazioni siano esatte, e i risultati effettivi possano discostarsi significativamente da quelli previsti in dette dichiarazioni. WisdomTree raccomanda vivamente di non fare indebito affidamento sulle summenzionate dichiarazioni previsionali.
I rendimenti storici ricompresi nel presente documento potrebbero essere basati sul back test, ossia la procedura di valutazione di una strategia d’investimento, che viene applicata ai dati storici per simulare quali sarebbero stati i rendimenti di tale strategia. Tuttavia, i rendimenti basati sul back test sono puramente ipotetici e vengono forniti nel presente documento a soli fini informativi. I dati basati sul back test non rappresentano rendimenti effettivi e non devono intendersi come un’indicazione di rendimenti effettivi o futuri.


Per ulteriori informazioni:

https://bit.ly/wisdomtree-daily-update
Declinazione di responsabilità

Le informazioni ed i contenuti pubblicati non costituiscono in alcun modo una sollecitazione ad investire o ad operare nei mercati finanziari. Non sono inoltre fornite o supportate da TradingView. Maggiori dettagli nelle Condizioni d'uso.