Stefano_Rivoira

CAMPARI POSSIBILE RIBASSO SOTTO I 7.75

Short
MIL:CPR   CAMPARI
Ciao a tutti, ecco un'analisi su Campari.

Iniziando, come sempre, ad osservare il mercato in timeframe superiori come quello settimanale ci troviamo di fronte a questo scenario:


Notiamo subito che il mercato è quasi sempre andato al rialzo senza grosse e prolungate fasi ribassiste a parte in specifici punti nella quale il mercato è andato al ribasso per poi toccare zone rialziste adibite all'accumulo compratori. Una di queste zone è quella marrone (punto B marrone) che era la precedente zona rialzista ricavata dal ritracciamento fra il minimo assoluto ( ATL ) ed il massimo assoluto ( ATH ). Tale area è stata sfiorata con la candela della settimana compresa fra il 16 ed il 22 marzo 2020. Possiamo notare che il ribasso è stato molto impulsivo verso tale area per poi ripartire al rialzo altrettanto impulsivamente e andare a creare un nuovo massimo assoluto ( ATH ) con la candela della settimana compresa fra il 9 ed il 15 novembre 2020. Questo ci ha permesso di considerare un'eventuale sequenza rialzista marrone attiva della quale per ora non considero il target perché, al momento, è troppo alto rispetto a dov'è stato il prezzo dal 2001 ad oggi, però quest'attivazione ci permette d'individuare la prossima ipotetica zona rialzista collegata a tale sequenza ovvero la zona ricavata dal ritracciamento dal punto B marrone al nuovo alto effettuato trovando così la seconda area marrone che vediamo. Inoltre, ora, abbiamo un'altra zona rialzista ricavata da ATL ed ATH ovvero l'area nera.

Scendendo poi di timeframe fino al quattro ore per esaminare meglio gli ultimi macro movimenti del mercato ci troviamo di fronte alla seguente situazione:


Possiamo vedere che il movimento rialzista seguente al raggiungimento della prima zona marrone menzionata prima (Punto B marrone) è possibile includerlo in sequenza in quanto ha rispettato i livelli di attivazione da sistema per poi arrivare a tracciare un nuovo massimo assoluto ( ATH , cerchiato in arancione) in concomitanza con i primi livelli della zona target rossa per poi iniziare un movimento ribassista. Personalmente trovo che questa sequenza sia abbastanza importante in quanto ci permette di vedere meglio l'impulsività del movimento, infatti ne il punto B marrone ne il punto B rosso sono stati accumulativi ma il prezzo ha comunque rispettato in primis la sequenza rossa arrivando in target e di conseguenza ha attivato la sequenza marrone vista prima in timeframe weekly. Il completamento della sequenza rossa, come sempre, ci ha permesso di ricavare la prossima ipotetica zona rialzista ricavata dal ritracciamento totale della struttura ultimata che è esattamente equivalente al ritracciamento BC della sequenza marrone (seconda zona rialzista marrone che abbiamo visto prima in timeframe weekly). Tutto ciò può iniziare a farci pensare che il mercato possa aver bisogno di un ritracciamento in tale zona marrone per correggere il movimento rialzista raffigurato dalla sequenza rossa.

Inoltre, scendendo ad un timeframe ancora più basso come quello a 30 minuti allo scopo di ispezionare l'ultimo movimento ribassista partito dal massimo assoluto ( ATH ) ci troviamo di fronte al seguente scenario:


Il prezzo ha iniziato a creare una struttura ribassista arancione dal massimo assoluto ( ATH ) che è stata rispettata piuttosto bene, il prezzo ci ha poi fornito una seconda zona ribassista arancione poco prima di raggiungere il target sequenza e questo, a mio parere, è stato il motivo principale per cui il prezzo ha esteso il target andando leggermente sotto di esso . Tale completamento ci ha permesso, di conseguenza, d'individuare la prossima possibile zona di vendita ovvero la zona arancione nella quale ci troviamo attualmente ricavata dal ritracciamento totale della sequenza ultimata con successo. Inoltre possiamo notare che il prezzo, dopo il basso effettuato sotto la zona target arancione in data 13 gennaio, ha creato ed attivato una struttura rialzista verde. Tale sequenza ha il target esattamente all'interno dell'attuale zona ribassista arancione e per questo considero la struttura verde come sequenza d'aiuto adibita al ritracciamento per accumulo venditori. il prezzo ha, infatti, effettuato un leggero accumulo nella zona rialzista verde (Punto B) per poi reagire impulsivamente al rialzo ed arrivare dove ci troviamo ora.

In conclusione e per ricomporre i pezzi del puzzle insieme possiamo dire che:

- In Weekly siamo molto alti e quindi ci potrebbe essere più interesse per i venditori, ma abbiamo visto che il prezzo ha già toccato la metà del mercato a marzo 2020 andando poi a formare l'attuale ATH e attivando la sequenza marrone, quindi potremmo vedere un ribasso ma, a mio parere, sarebbe più difficile vedere il prezzo di nuovo a metà mercato (all'interno della zona nera) ma sarebbe più sensato se si fermasse all'interno della zona marrone ricavata dal ritracciamento BC della sequenza marrone attiva.
- In H4 abbiamo visto la sequenza rialzista rossa che raffigura l'impulso bullish effettuato dopo che il prezzo ha raggiunto la metà del mercato a marzo 2020 fino a formare il nuovo massimo assoluto ( ATH ). Tale sequenza è molto impulsiva senza un vero e proprio accumulo compratori ma è stata rispettata e completata andando a raggiungere la zona target. Ciò ci permette di ricavare il ritracciamento totale che è equivalente al ritracciamento BC marrone quindi tutto ciò va a favore del punto precedente perché il mercato potrebbe avere bisogno di forza rialzista dopo un movimento così impulsivo e questa forza potrebbe essere recuperata esattamente all'interno della zona BC marrone.
- In M30 abbiamo notato la formazione della piccola sequenza ribassista arancione nata dal ATH che è stata rispettata piuttosto bene nonostante anch'essa sia leggermente troppo impulsiva e sarebbe stato ideale avere un struttura più solida e correttiva al ribasso. Abbiamo anche visto la micro sequenza rialzista adibita al ritraccio per accumulo venditori che è stata rispettata e ci ha fatto arrivare nella prossima zona di vendita arancione che se attivata potrebbe dar vita ad una seconda e più grande sequenza ribassista arancione che ci permetterebbe di avvicinarci ancora di più alla zona BC marrone.

Quindi vediamo che i vari timeframe si collegano e confermano le aspettative per un eventuale ribasso oltre i 7.75. Di contro bisogna anche elencare le possibili falle ed i punti in cui il mercato potrebbe non rispettare le aspettative di modo da non essere colti alla sprovvista nel caso in cui il prezzo inizi a comportarsi diversamente dalle nostre ipotesi e a riguardo possiamo dire che la struttura ribassista arancione non è molto correttiva quindi sarebbe meglio se il mercato creasse delle fasi di consolidamento per rendere la struttura più stabile e ciò potrebbe avvenire all'interno della zona arancione nella quale ci troviamo. Nel caso in cui non avvenisse non è necessariamente un problema perché se il mercato avrà bisogno di accumulare compratori allora andrà al ribasso ma significherebbe che la struttura ribassista arancione è più debole e quindi più facile da distruggere. Inoltre il completamento della struttura verde ci ha permesso come in tutti gli altri casi d'individuare la conseguente zona rialzista verde ricavata dal ritracciamento totale della sequenza appena ultimata. Non penso che , per come si sia creata e sviluppata la struttura verde, possa essere un problema ma è comunque una zona d'acquisto dove ci potrebbero essere dei compratori e quindi se il prezzo non accumula un minimo in zona ribassista marrone potremmo vedere del combattimento fra le due controparti del mercato.

Personalmente sono a favore del possibile ribasso per un accumulo di compratori e poi, nel lungo termine, sono a favore della possibile continuazione a rialzo di questo mercato.

Non ci resta che aspettare e vedere che cosa creerà il prezzo nei prossimi giorni.

Nota: questa analisi ha esclusivamente uno scopo formativo e non costituisce una raccomandazione d'investimento.