marco_costanza

Essere sicuri di guadagnare, è possibile. Ecco come:

Formazione
FX:EURUSD   Euro / Dollaro
È possibile avere la certezza di guadagno in questo settore? Ti dico di sì.

Ok, è un titolo un po’ provocativo ma diciamo che anche se non abbiamo il 100% di garanzia di guadagno, non siamo molto lontani.

In questo video formativo andiamo a scoprire quali sono le regole matematiche che governano il settore ed in che modo sfruttarle per garantirci un’elevatissima percentuale di successo.

Portare soldi a casa in questo mestiere non è una questione di tecnica, ma soprattutto, per non dire esclusivamente, di gestione del rischio e di conseguenza del capitale. Alla fine il trading è un’arte imprecisa nell’analisi e nell’ingresso a mercato. Ogni variabile è soggettiva ed interpretabile a proprio modo. Gli unici elementi che possiamo controllare sono il rischio e le probabilità.


Le regole fondamentali che vedremo in questa lezione sono:

1) Come gestire il Drawdown per evitare perdite insostenibili
2) Come portare le probabilità di successo a nostro favore e garantirci risultati positivi

Sperando che il contenuto ti sia stato utile e di gradimento, ti auguro una buona giornata e buon trading.

A presto.


Commenti

Non l'ho guardato ancora tutto però a parer mio è vero la trend line è un arte perchè non da nessun dato matematico anzi non si riesce a dare una spiegazione è una linea stop. Ma uno zigzag fatto manualmente ti dico di no, perchè quello è un dato matematico, tracci un vettore dove filtri i rumori e calcoli la forza di quel determinato mercato
+2 Rispondi
mariobalsano89 mariobalsano89
@mariobalsano89,
Esatto, dici bene, ricordo che in un libro diceva proprio questo che alcuni basavano lo stop in base al proprio capitale ma non capivo il senso cioè mi domandavo ma allora il mio stop si deve abbassare? Adesso ti dico che c'è differenza nel quanto capitale impiegare e quanto rischiare. La strategia si basa nel rischiare 1% del capitale per avere un rischio/rendimento 1:2, 1:3 è capitato anche 1:6 e devo dire che la differenza la vedo eccomee è chiaro che gioca molto anche un attenta analisi però gli imprevisti accadono dopo tutto siamo sempre esseri umani. Però appoggio la tua idea😉
+2 Rispondi
marco_costanza mariobalsano89
@mariobalsano89, grazie mille :)
+1 Rispondi
fuffa
+2 Rispondi
@simoobz99, ciao, potresti argomentare il tuo commento? :)
Rispondi
STATISTICA: se faccio operazioni 1:1 = possibilità 50% positive e 50% negative____ operazione 1:2 = 33% positive 66% negative _____ operazione 1:3 = 25% positive 75% negative ecc. ecc. ecc.
questo dice la statistica.....
Sempre la statistica dice che eliminando la barra rossa (grandi perdite), automaticamente si eliminerà la barra blu (grandi vincite)
questo dice la statistica.....
La statistica ha una tendenza al bilanciamento, quindi a tendere a zero; che tradotto nel trading significa andare sotto delle commissioni....

ORA... non dico e non penso tu spari...... però si puo statisticamente dire che dopo tre rossi esca un verde proprio perchè la statistica tende a zero, ma non per questo sarà verde....

Una buona strategia, a mio parere ovviamente, è quella che nel tempo ha avuto piu del 50% di TP (non vincite) e che tendenzialmente quando và ITM guadagna più di quando và OOTM, ovviamente per ottenere questo và redatto un piano amministrativo di capitale che poi porta ad una perc. di rischio per operazione (0.1% - 1% - 2% ecc.) e una perc. di rischio capitale (15% - 20% - 33% ecc) con eventuali ricapitalizzazioni o riduzini di capitale a certi obiettivi precedentemente decisi.

A tutto questo ci si arriva col tempo e non importa per quale motivo ti sei avvicinato a questo mondo, ma conta per quanto tempo rimarrai, per quale motivo vorrai continuare e cosa farai per capire come funziona questo mondo;
Si passa da.... è una truffa perchè va sempre al contrario di quello che faccio, strategia magica, robot, sistemi infallibili, statistiche, grandi investitori, 1000 indicatori, sempre di piu e ancora di piu.... poi, dopo anni, ti accorgi della sua estrema semplicità, la vedi ma non la comprendi finchè non saranno passati altri anni e svegliandoti una mattina ti sentirai un trader e non sarai solo convinto di esserlo, ma ne avrai la consapevolezza.

Il grafico è solo una lingua come l'englis, lo espanol, il tedusc..... se non lo parli come pretendi di capire ciò che ti stà urlando?

Auguri e buon trading a tutti
+1 Rispondi
marco_costanza Nicola1983
@Nicola1983, ciao e grazie per il bel commento completo :) Una cosa non mi è chiara, perché eliminare la barra delle grandi perdite dovrebbe eliminare anche quella dei grandi profitti?

Le grandi perdite derivano solamente da una gestione errata dello stop che quindi viene spostato, oppure da operazioni con size squilibrate che per GAP o Slippage ti fanno perdere più del previsto.

Le grandi vincite invece possono arrivare sempre e comunque e si tratta solamente di far correre i profitti quando il trend parte, senza chiudere ad un anticipatamente ad target specifico.
Rispondi
Nicola1983 marco_costanza
@marco_costanza, La statistica, come detto tende alla parità quindi eliminando grandi perdite si eliminano grandi vincite (per statistica).
Spesso, all'inizio, si tende a non intervenire con SL che in alcuni casi ci fanno perdere parecchio, ma in altri ci danno l'illusione che quella grande vincita sia frutto di operazioni con rapporti R:R ben piu alti di quelli che in realtà sono.
Cosa diversa è se, dopo molta esperienza siamo in grado di trasformare operazioni nel correre delle stesse trasformandole dal R:R es. 1:3 a operazioni 1:50 spostando lo SL dapprima al "0":3 e aumentandolo mano mano, rischiando di prendere uno SL ITM (quindi in profitto) sempre crescente.
Far questo presuppone una grande conoscenza del mercato e soprattutto di se stessi.
Aggiungo un mio pensiero, la nozione piu importante in questo settore non sono le statistiche, i numeri, indicatori o tecnica, ma la conoscenza di se stessi e questo in pochi lo spiegano; se il mercato si muove è per il "sentiment", quante volte lo si è sentito dire? ma quante ci si è fermati a cercare di capire e comprendere cosa sia? Paura - disperazione - speranza - rabbia... sono questi che generano i movimenti di mercato.
+1 Rispondi
marco_costanza Nicola1983
@Nicola1983, sono d'accordo con tutto tranne che con la prima frase. Eliminare le grandi perdite non vedo in che modo possa mai eliminare i grandi profitti. Personalmente ho sempre operato in questo modo e i campioni che lavorano con me idem. Soprattutto il pluricampione italiano con cui collaboro miha insegnato questa regola e la applica alla perfezione, prendendo anche 15 stop di fila, ma di dimensioni esigue, quando invece va a target lo fa con profitti enormi.
Rispondi
Nicola1983 marco_costanza
@marco_costanza, Puoi o meno essere d'accordo ma la statistica dice proprio quello... e va preso come DATO STATISTICO.

Ovviamente dato che ci sono tantissimi piccoli che perdono cifre più o meno considerevoli, ci sono anche trader che guadagnano cifre più o meno considerevoli, che ovviamente portano la somma allo "0" statistico..... ovvio che dire che se elimini una perdita devi eliminare anche il profitto corrispondente è corretto dal punto di vista del calcolo statistico, ed ovvio che se vuoi essere profittevole devi ridurre le perdite ma è molto piu facile cancellare una lineetta rossa dalla spiegazione che farlo nella pratica.

L'eliminazione di certe perdite non la si fà in principio e per statistica e non lo si fà facendo operazioni con R:R es. 1:10, perchè con lo stesso ragionamento che hai fatto, mi chiedo per quale motivo dovrei fare le operazioni da 1:2 o 1:3 se poi quelle vanno a compensarsi e si annullano a vicenda?

La base ovviamente è partire da un vantaggio MAGGIORE di 1:1 ma con una probabilità maggiore del 50% che vada ITM, e questa probabilità la può portare la propria strategia e conoscenza del mercato sul quale stiamo operando.

Ok, Ok 50%...non è il 50% punto e basta, dipende da molti fattori... se ad esempio facessimo tutte operazioni da 1:10 basterebbe avere il 20% ITM per essere profittevoli; il punto è sapere quante possibilità ci sono che vada in profitto e quante in perdita...

Quello che voglio dire è che se dici a uno che ha iniziato oggi, di fare operazioni da 1:5 perche statisticamente è avvantaggiato, ti assicuro che quello brucerà il conto in mezza giornata....
perchè prima di dover gestire devi sapere cosa stai facendo.

Ci sono persone che gli chiedi quanto hanno LONG su EURUSD e ti dicono 100€, poi gli chiedi "quanta leva sta usando" e ti senti rispondere "cos'è?".... gli spieghi, e ti senti rispondere 1000 perchè usano broker non regolamentati.... quando gli spieghi che hanno investito 100.000€ rimangono di stucco e lasciamo perdere, perchè o ti dicono che non ci capisci niente oppure dovresti star li a fargli un corso di 3 mesi...

A proposito 1° regola (non perdere) la 2° regola è (non dimenticarti mai della prima regola) Warren Buffett..... Geniale.... quando capisci cosa intende, e comprendi che ha ragione nonostante una risposta evasiva all'ennesima richiesta della bacchetta magica per diventare ricco senza far nulla....

( Nel trading ognuno la vede a modo suo, FORTUNATAMENTE, altrimenti come farei a guadagnare così tanto.....) Fammi sapere se sai chi lo ha scritto e che ne pensi,
grazie
Rispondi
Home Screener azioni Screener forex Screener cripto Calendario economico Come funziona Caratteristiche Grafico Costi Invita un amico Regolamento Centro di supporto Soluzioni per broker & siti web Widget Librerie grafiche Libreria grafica leggera Blog & Novità Twitter
Profilo Impostazioni profilo Account e fatturazione Amici invitati Coin I miei ticket di supporto Centro di supporto Idee pubblicate Follower Seguiti Messaggi Privati Chat Esci