CFI

Ftse Mib: una patata bollente

TVC:FTMIB   Milano Italia Borsa Index
Di Fabio Pioli, trader professionista, fondatore di CFI Consulenza Finanziaria Indipendente







Ci siamo. E’ partito il movimento ribassista.

Oppure no? Stiamo soltanto caricando il grosso movimento rialzista?

Per ora possiamo dire solo una cosa: non è partito ancora niente, né al rialzo né al ribasso perché l’ oscillazione recente che ha portato le quotazioni da 21.500 punti circa di future sull’ indice Ftse Mib 40 ai 19.500 circa di Venerdì scorso è solo un pallido riflesso di quella che sarà la prossima oscillazione. Queste sono solo avvisaglie della volatilità che si impadronirà dei mercati finanziari.

Come facciamo a saperlo? E’ semplice.

Basti vedere la schizofrenia con cui il mercato fa strappi in questa fase.
I gap sono innumerevoli, sia al rialzo sia al ribasso. Per rendersene conto si guardino alcuni esempi in Figura 1.


Fig 1. Future Ftse Mib 40 – Grafico giornaliero.



I gap sono solo un indizio di quanto il mercato stia preparando per andarli a chiudere e, magari, proseguire.

Il punto è dove? Al rialzo o al ribasso? Oppure prima la rialzo e poi al ribasso?

Che dire? Ci sono buoni motivi tecnici a favore di tutte e tre le ipotesi predette.

Ed è per questo che sarà così importante affidarsi ai segnali che, in extremis, indicheranno probabilmente la direzione.

In assenza la patata è troppo bollente per essere maneggiata: non si saprebbe in quale direzione accodarsi con un rischio troppo evidente di sbagliarsi.









Strumenti di analisi: analisi dei gap.










Fabio Pioli comunica che la presente esposizione presenta informazioni che potrebbero potenzialmente suggerire implicitamente o esplicitamente una strategia di investimento riguardante uno o più strumenti finanziari e pareri sul valore o il prezzo attuale o futuro di tali strumenti ed è da intendersi come una comunicazione di marketing.
In quanto tale non rappresenta una ricerca preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’ indipendenza di una ricerca in materia di investimenti e non è soggetta a nessun divieto che proibisca le negoziazioni da parte degli analisti e dei soggetti rilevanti prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti