Marco_Bernasconi

COSA È SUCCESSO STANOTTE IN ASIA - 24/08/20

TVC:FTMIB   Milano Italia Borsa Index


I mercati azionari asiatici sono saliti lunedì dopo che Wall Street ha raggiunto un nuovo massimo nonostante il persistente malessere per una possibile seconda ondata di infezioni da coronavirus.

Gli indici di riferimento a Shanghai, Tokyo, Hong Kong e Corea del Sud sono saliti.

I mercati globali hanno recuperato la maggior parte delle perdite di quest'anno nonostante l'aumento del numero di infezioni negli Stati Uniti, in Brasile e in alcuni altri paesi.

A Wall Street, l'indice di riferimento S&P 500 ha chiuso la scorsa settimana in rialzo dello 0,7%, anche se la maggior parte dei titoli dell'indice ha subito un calo. Il guadagno è stato trainato dalla forza dei titoli tecnologici.

Secondo le previsioni, la ripresa potrebbe essere prematura e forte per poter essere sostenuta da un'attività economica ancora incerta. Gli indici di mercato sono saliti grazie alla sovraperformance delle grandi aziende, mentre i titoli di minore capitalizzazione sono rimasti in flessione.

L'economia globale "offre poche ragioni per essere ottimista", ha detto Mizuho Bank in un rapporto.

Se una "seconda ondata" di infezioni dovesse verificarsi, una nuova frenata del business e degli spostamenti "potrebbe ostacolare la traiettoria della ripresa economica", ha detto la stessa Mizuho Bank.

L'indice composito di Shanghai è salito del 02,% a 3.386,86 e il Nikkei 225 di Tokyo ha aggiunto lo 0,2% a 22.971,98. L'Hang Seng di Hong Kong è avanzato dell'1,5% a 25.483,06.

Il Kospi a Seoul è salito dello 0,6% a 2.320,28 e l'australiano S&P-ASX 200 ha guadagnato lo 0,1% a 6.120,20.

Il Sensex indiano ha aperto lo 0,5% a 38.641,30. I mercati della Nuova Zelanda e del Sud-Est asiatico hanno registrato un progresso.

I titoli azionari hanno avuto una spinta maggiore nonostante i segnali di crescita economica negli Stati Uniti e l'Europa potrebbero essere in via di indebolimento.

Gli investitori sono stati incentivati dagli sforzi delle banche centrali per sostenere la crescita con interventi finanziari. Sono in molti a cercare di guardare oltre la fine della pandemia per individuare le aziende che usciranno maggiormente rafforzate. Tutto ciò ha portato numerosi investitori ad investire in titoli tecnologici.

Venerdì, l'S&P 500 è salito dello 0,3% a 3.397,16. Ha chiuso la settimana in rialzo dello 0,7%.

Il Dow Jones Industrial Average è salito dello 0,7% a 27.930,33. Il Nasdaq composite ha aggiunto lo 0,4% a 11.311,80.

Sui mercati energetici, il greggio di riferimento degli Stati Uniti ha perso 6 centesimi a 42,28 dollari al barile nel trading elettronico sul New York Mercantile Exchange. Il contratto è sceso di 48 centesimi venerdì per stabilirsi a 42,34 dollari. Il Brent crude, lo standard internazionale, ha perso 4 centesimi a 44,31 dollari al barile a Londra. Ha perso 55 centesimi a 44,35 dollari la sessione precedente.

Il dollaro ha guadagnato a 105,90 yen dai 105,80 yen di venerdì. L'euro è sceso a 1,1793 dollari da 1,1798.


Commenti

Home Screener azioni Screener forex Screener cripto Calendario economico Come funziona Caratteristiche Grafico Costi Invita un amico Regolamento Centro di supporto Soluzioni per broker & siti web Widget Librerie grafiche Libreria grafica leggera Blog & Novità Twitter
Profilo Impostazioni profilo Account e fatturazione Amici invitati Coin I miei ticket di supporto Centro di supporto Idee pubblicate Follower Seguiti Messaggi Privati Chat Esci