Marco_Bernasconi

I timori sull’inflazione spaventano le borse.

NASDAQ:IXIC   Indice Nasdaq Composite
A Wall Street si dice:

“L’onestà e la perseveranza sono le qualità che troverai tra i professionisti di altissimo livello. Dai sempre la tua attività a queste persone, indipendentemente dalla tariffa. Imparerai da loro e riceverai un servizio superiore. Segui il loro esempio e diventerai tu stesso uno dei professionisti di altissimo livello. Alcune persone assumono l’avvocato che fa pagare di meno; questo è un errore. “
Sir John Templeton

Nell’ultima sessione a Wall Street, l’SP 500 è sceso del -0,87%. Nel momento in cui scrivo questa analisi i futures statunitensi sono negativi per il Dow Jones -0,56%, per l’S&P 500 -0,49% e per il Nasdaq -0,66% circa.

Perché il mercato ieri è sceso a Wall Street?

Le cause sono da ricercare nel fatto che il mercato teme che l’inflazione possa aumentare, ostacolando la ripresa economica e trascinando in basso i prezzi delle azioni.

Dopo la “reporting season” che con i dati microeconomici ha dettato l’agenda delle ultime settimane è adesso il momento dei dati macroeconomici a dettare l’agenda dei rialzi e dei ribassi a Wall Street.

Dati sull’inflazione negli Stati Uniti sono attesi per oggi mercoledì.

La preoccupazione degli investitori sta aumentando a seguito di un aumento dei prezzi dei materiali industriali, tra cui il rame e il petrolio greggio.

Non ne sono sorpreso. Anzi intimamente ne godo in quanto sono da tempo dentro a questi due progetti One Shot (chiamo così i miei investimenti di medio lungo 12/18 mesi)

L’investimento sui titoli nel medio periodo 12/15/18 mesi, che sono oggetto dei miei “Progetti One Shot” a Wall Street è uno dei più lungimiranti.

Nell’ultima sessione il settore dei Materials è stato l’unico degli 11 settori delS&P500 a chiudere in positivo.

Questo è il rendimento complessivo del mio progetto One Shot di marzo 2020 sul rame

I titoli presenti nel progetto sono 5.

Freeport-Mcmoran Copp.B +19,72%
• Hudbay Minerals Inc +21,68%
Southern Copper Corp +4,39%
• Turquoise Hill Resources +32,85%
• Western Copper Corp +17,73%

  • La durata media di ogni singolo progetto è di 12/15 mesi quindi siamo ancora ben lontani dagli obiettivi.

  • Il rendimento che statisticamente e storicamente mi aspetto è del 40% mediamente da ogni progetto.

  • In questo momento abbiamo una ottima performance MEDIA su questo progetto del 19,27% ottenuta in soli 57 giorni.

Ricordo che ogni mese presento un nuovo settore su cui puntare che diventerà il settore in euforia nel futuro.

Ricordo che per questo mese il nuovo progetto ONE SHOT di MAGGIO è pronto contattami adesso per partecipare.

Questo è il rendimento complessivo del progetto One Shot di Dicembre 2020 sui Petroliferi

I titoli presenti nel progetto sono 5.

  • Diamondback Energy +72,95%

  • Technipfmc Plc -16,72%

  • Hollyfrontier Corp +26,38%

  • Marathon Oil Corp +62,52%

  • Occidental Petroleum Corp +28,23%

  • La durata media di ogni singolo progetto è di 12/15 mesi quindi siamo ancora ben lontani dagli obiettivi.

  • Il rendimento che statisticamente e storicamente mi aspetto è del 40% mediamente da ogni progetto.

  • In questo momento abbiamo una ottima performance MEDIA su questo progetto del 34,67% ottenuta in 179 giorni.

  • Ricordo che ogni mese presento un nuovo settore su cui puntare che diventerà il settore in euforia nel futuro.

Ricordo che per questo mese il nuovo progetto ONE SHOT di MAGGIO è pronto contattami adesso per partecipare.

Per verificare la qualità del mio lavoro vi consiglio di visitare la mia pagina statistiche relativa ai progetti “One Shot”

Solo un settore del S&P 500 ha chiuso positivo nell’ultima sessione di borsa:
  • Materials
I settori del S&P 500 che sono stati maggiormente venduti nell’ultima sessione di borsa sono stati:
  • Industriale

  • Finanziario

  • Energetico

Il rendimento del Treasury a 10 anni, che influenza direttamente i tassi di interesse sui mutui e altri prestiti al consumo, è salito all’1,62% rispetto all’1,61% della sessione precedente.

Il valore dell’oro dal minimo di marzo di 1680$ dollari l’oncia ha guadagnato 150$ ed adesso si attesta sui $1832 dollari.

Il prezzo del greggio americano è salito di 5 centesimi chiudendo a 65,53 dollari al barile.

Il VIX S&P 500 soprannominato l’indice della paura è salito al massimo degli ultimi due mesi arrivando a 23,73.

Il VIX è leggermente sopra il minimo di metà aprile di 14 mesi di 15,38.

I prezzi delle materie prime sono in aumento, in particolare per i metalli industriali come il rame e il platino, così come per le materie prime energetiche come la benzina e il petrolio greggio.

Le grandi compagnie del settore tecnologico sono state tra i maggiori perdenti per il secondo giorno consecutivo. Ricordo sempre che la ragione è da ricercare nel fatto che i titoli tecnologici ottengono la maggior parte della loro valutazione dai profitti futuri che potrebbero avere. Con l’aumentare dell’inflazione questi profitti metterebbero in crisi i valori molto alti raggiunti da queste società.

Il mercato si preoccupa per l’inflazione da quando i rendimenti obbligazionari hanno avuto un picco di rialzo all’inizio del 2021,

Adesso i rendimenti si sono effettivamente stabilizzati rispetto alla corsa delle passate settimane. Il rendimento del Tesoro a 10 anni è salito all’1,62% oggi dall’1,61% di ieri.

Il tema l’ho già affrontato numerose volte nelle analisi precedenti, la Federal Reserve afferma che l’economia statunitense continuerà ad essere sostenuta da aiuti per assicurare una ripresa, ma che l’inflazione sarà tenuta sotto controllo. Nonostante questo, gli investitori si preoccupano che i prezzi in aumento possano spingere le banche centrali a diminuire gli stimoli di aiuto e sostegno e ad alzare i tassi di interesse che sono adesso vicini allo zero.

I commenti della Fed martedì hanno segnalato che i politici vogliono mantenere lo stimolo e sono stati commenti per lo più favorevoli alle azioni.

Sul lato positivo:

Il governatore della Fed Brainard ha dichiarato: “le prospettive economiche sono rosee, ma permane l’incertezza poiché i posti di lavoro e l’inflazione sono lontani dagli obiettivi della Fed”. Inoltre, il presidente della Fed di Atlanta Bostic ha affermato che il mercato del lavoro statunitense è di 8 milioni di posti di lavoro al di sotto del livello pre-pandemia, ed è appropriato che la politica della Fed rimanga in modalità accomodante. Inoltre, il presidente della Fed di Filadelfia Harker ha detto, “mentre la situazione economica sta migliorando, la ripresa è ancora un work in progress, ed è prematuro parlare di tapering” dell’acquisto di obbligazioni della Fed.

Sul lato negativo:

Al contrario, il presidente della Fed di Cleveland Mester ha affermato di vedere una pressione al rialzo delle valutazioni nei mercati azionari e che vede rischi al rialzo per le sue previsioni di inflazione.

A livello generale io credo che continueremo ad avere un po’ di volatilità nel mercato quest’anno, ma non vedo ipotesi catastrofiste al contrario io sono per uno scenario abbastanza roseo per i prossimi mesi.

I livelli dei 3 maggiori indici americani dopo l’ultima sessione di borsa sono:

  • L’S&P 500 è sceso di 36,33 punti a 4.152,11 per un -0,87%. L’indice ha raggiunto il massimo storico il 7 maggio.

  • Il Dow Jones è sceso di 473,7 punti a 34.269,20 per un -1,36%. L’indice ha raggiunto il massimo storico il 7 maggio.

  • Il Nasdaq ha perso 12,43 punti, o -0,09%, a 13.389,43. L’indice ha raggiunto il massimo storico il 26 aprile.

La mia opinione su come affrontare i mercati azionari e sull’operatività sugli indici è nota.

Alla domanda se temo che i mercati essendo così alti possono ritracciare e correggere, rispondo:

“Certo sarebbe una cosa spiacevole, ma i mercati sono questo. Ondate di crescita, cali più o meno inaspettati, mercato laterale. La strategia di coloro che decidono di uscire dal mercato temendo un ribasso e a causa di questo sono fuori da molti mesi non ha pagato e non pagherà nemmeno in futuro. Il mercato ha distribuito lauti guadagni e continuerà a distribuirli solo a chi è investito.

Allora come proteggersi?

Con la strategia il metodo e la disciplina.

Tutte le mie operazioni sono protette da stop sempre.

Ma non sono stop posizionati solo per proteggere, ma sono stop che permettono di limitare le perdite e venendo alzati ogni giorno amplificare i profitti.

Temo un ribasso del mercato?

Sicuramente sì, ma se avverrà in 24 ore tutte le mie posizioni saranno liquidate, e se poi la correzione sarà profonda sarò pronto e completamente liquido e libero di acquistare i titoli molto più in basso.

Il mercato è fatto di ondate, bisogna saper prendere il massimo quando il mercato da, e cercare di non perdere tutto quando il mercato prende.

È dalla differenza di queste due fasi che rimane il margine di profitto.

Quindi con la mia strategia rimango sempre investito ma mai spaventato di quello che può accadere perché sono preparato a qualunque scenario”

Per verificare la qualità del mio lavoro vi consiglio di visitare la mia pagina statistiche.

L'esecuzione di investimenti, posti in essere dovranno essere fatti sotto la supervisione di un professionista di vostra fiducia iscritto all'apposito Albo, saranno quindi a vostro completo rischio, non assumendo personalmente alcuna responsabilità al riguardo. L’operatività descritta è proposta in maniera teorica e allo scopo formativo nei mercati finanziari. L'intento di questa analisi è quindi esclusivamente divulgativo e non costituisce stimolo all'investimento e/o consulenza finanziaria.

Prova gratis il mio copy trading statistico! Testa personalmente il servizio e valuta la qualità dei segnali. https://www.marcobernasconitrading.com/it/prova-gratuita-2
Declinazione di responsabilità

Le informazioni ed i contenuti pubblicati non costituiscono in alcun modo una sollecitazione ad investire o ad operare nei mercati finanziari. Non sono inoltre fornite o supportate da TradingView. Maggiori dettagli nelle Condizioni d'uso.