Marco_Bernasconi

QUALE MONDO CI ASPETTA DOPO IL VACCINO?

NASDAQ:MRNA   MODERNA INC
La vita non sarà mai più la stessa per gli over 60 - anche con il vaccino COVID-19

Questi sono i probabili impatti a lungo termine su riunioni, viaggi, alimentazione, medicina, vita domestica e persino sui servizi igienici pubblici

Immaginate questo scenario, forse un anno o due nel futuro: Un efficace vaccino COVID-19 è disponibile regolarmente, e il mondo va avanti . La vita, tuttavia, probabilmente non sarà mai più la stessa - in particolare per le persone oltre i 60 anni.

Questa è la conclusione di medici geriatrici, esperti di invecchiamento, futuristi e specialisti dell'industria. Gli esperti dicono che all'indomani della pandemia, quasi tutto cambierà, dal modo in cui gli anziani ricevono l'assistenza sanitaria a come viaggiano e fanno acquisti. Anche la loro vita lavorativa e le relazioni tra loro.

"Negli ultimi mesi, il mondo intero ha avuto un'esperienza di pre-morte", ha detto Ken Dychtwald, CEO di Age Wave, un think tank sull'invecchiamento in tutto il mondo. "Siamo stati costretti a fermarci a pensare: potrei morire, o potrebbe morire qualcuno che amo . Quando accadono questi eventi, la gente pensa a ciò che conta e a ciò che farà in modo diverso".

Gli adulti più anziani sono particolarmente vulnerabili perché il loro sistema immunitario tende a deteriorarsi con l'età, rendendo molto più difficile per loro combattere non solo il COVID-19 ma tutte le malattie infettive. Hanno anche maggiori probabilità di soffrire di altre condizioni di salute, come le malattie cardiache e respiratorie, che rendono più difficile combattere o guarire dalla malattia.

Quindi non c'è da stupirsi che anche in futuro, quando un vaccino COVID-19 sarà ampiamente disponibile - e ampiamente utilizzato - la maggior parte degli adulti più anziani prenderà ulteriori precauzioni.

"Prima del COVID-19, i baby boomers - quelli nati dopo il 1945 ma prima del 1965 - si sentivano rassicurati che con tutti i benefici della medicina moderna , potevano vivere per anni e anni", ha detto il dottor Mehrdad Ayati, che insegna medicina geriatrica alla Stanford University School of Medicine e consiglia la commissione speciale del Senato degli Stati Uniti per l'invecchiamento. "Quello che non abbiamo mai calcolato è che una pandemia potrebbe cambiare totalmente la situazione".

E così è stato. Ecco un'anteprima della vita post-vaccino per gli americani più anziani:

Assistenza medica
È tempo di imparare tutto sull'assistenza sanitaria online. Secondo i dati del Pew Research Center, solo il 62% delle persone con più di 75 anni usa internet - e meno del 28% è a proprio agio con i social media. "Questo è pericoloso nell'era moderna dell'assistenza sanitaria", ha detto Dychtwald. Quindi, dovrà essere trovato un modo per renderli utenti consapevoli dell'assistenza sanitaria online".
1 visita su 3 sarà di telemedicina. Il dottor Ronan Factora, un geriatra della Cleveland Clinic, ha detto di non aver visto nessun paziente di 60 anni e oltre attraverso la telemedicina prima della pandemia. Ha previsto che quando sarà disponibile il vaccino COVID-19, almeno un terzo di queste visite sarà virtuale. "Diventerà una parte significativa della mia pratica", ha detto. I pazienti più anziani vedranno probabilmente i loro medici più spesso di una volta all'anno per un controllo e beneficeranno di una migliore assistenza sanitaria generale, ha affermato.
Molti medici invece di uno solo. Le cure a distanza più regolari saranno sostenute da un team di medici, ha detto il dottor Greg Poland, professore di medicina e malattie infettive alla Mayo Clinic. Il modello del team "mi permette di vedere più pazienti in modo più efficiente", ha detto. "Se tutti devono venire in ufficio e aspettare che l'infermiera li porti dentro dalla sala d'attesa, beh, questo è un freno intrinseco alla mia produttività".
Le farmacie faranno più vaccinazioni. Per evitare i germi negli studi medici, i pazienti più anziani preferiranno andare nelle farmacie per le regolari vaccinazioni come il vaccino antinfluenzale, ha detto Factora.
L'impianto idraulico sarà il vostro medico. In un futuro non troppo lontano - forse tra qualche anno - gli americani più anziani avranno a casa dispositivi speciali per analizzare regolarmente le urine e i campioni di feci, ha detto Dychtwald, permettendo loro di evitare lo studio del medico.
Viaggi
Molti viaggi di 800 miglia o meno diventeranno probabilmente viaggi su strada invece che voli, ha detto Ed Perkins, un giornalista di viaggi del Chicago Tribune. Perkins, che ha 90 anni, ha detto che è certamente quello che ha intenzione di fare - anche dopo che ci sarà un vaccino.
I viaggi regionali e locali sostituiranno i viaggi all'estero. Dychtwald, che ha 70 anni, ha detto che sarà molto meno propenso a viaggiare all'estero. Per esempio, ha detto, i piani di una volta con la moglie per visitare l'India sono ora improbabili, anche se è disponibile un buon vaccino, perché vogliono evitare grandi concentrazioni di persone. Detto questo, ogni anno solo il 25% delle persone dai 65 anni in su viaggia al di fuori degli Stati Uniti, contro il 45% della popolazione generale, secondo un sondaggio di Visa. Il viaggio più popolare per gli adulti più anziani: visitare i nipoti.
La domanda di business class crescerà. Quando i viaggiatori più anziani, che sono finanziariamente in grado di scegliere di volare, prenoteranno più spesso posti in business class, perché non vorranno sedersi troppo vicino agli altri passeggeri, ha detto Factora.
Acquistare tre posti a sedere per due. Le coppie più anziane che volano insieme - e che hanno i soldi - pagheranno tutti e tre i posti su un volo in modo che non ci sia nessuno tra loro, ha detto Perkins.

Gli hotel commercializzeranno l'assistenza medica. La capacità medica sarà integrata in più opzioni di viaggio, ha detto Dychtwald. Per esempio, alcuni hotel pubblicizzeranno un medico sul posto o uno nelle vicinanze. " È finita l'era di essere allontanati dall'assistenza sanitaria e di sentirsi a proprio agio", ha detto Dychtwald.
La disinfezione sarà un argomento di vendita. Aspettatevi una ricca combinazione di salute e sicurezza "teatro" - in particolare sulle crociere che ospitano molti viaggiatori più anziani. Perkins ha detto: "I dipendenti andranno in giro a disinfettare le nebbie e a pulire tutto dieci volte".
Le crociere richiederanno la prova della vaccinazione. I passeggeri - così come i dipendenti delle crociere - dovranno probabilmente dimostrare di essere stati vaccinati prima di partire, ha detto Factora.
Mangiare
I ristoranti locali guadagneranno fiducia. I ristoranti di quartiere e quelli del piccolo mercato attireranno clienti fedeli - soprattutto perché conoscono e si fidano dei proprietari, ha detto Christopher Muller, professore di ospitalità alla Boston University.
La sicurezza sarà il punto di vanto di un ristorante. Per attrarre in particolare i clienti più anziani, i ristoranti mostreranno in modo evidente la segnaletica di sicurezza e segnaleranno visibilmente i loro standard di pulizia, ha detto Muller. Assumeranno anche dipendenti esclusivamente per pulire tavoli, sedie e tutti i punti di contatto - e questi dipendenti saranno facili da identificare e molto visibili.
Vita domestica e shopping
Il ritorno a casa. A causa dei tanti decessi di COVID-19 nelle case di cura , un numero maggiore di adulti più anziani lascerà le strutture di assistenza e le case di cura per trasferirsi con le loro famiglie, ha detto Factora. "Le famiglie si trasferiranno generalmente più vicine", ha detto.
La consegna a domicilio di quasi tutto diventerà la norma per gli americani più anziani, e lo shopping di persona diventerà molto meno comune, ha detto Factora.
Un aumento delle consegne di generi alimentari. La forza lavoro di 60 anni e oltre sarà sempre più riluttante a lavorare ovunque tranne che da casa e sarà molto lenta a ricominciare a fare la spesa. "Le consegne di Instacart diventeranno la nuova normalità per loro", ha detto Dychtwald.

Riunioni
Allontanamento sociale forzato. Ogni volta che o dovunque si riuniscono famiglie numerose, le persone che mostrano sintomi simili a quelli della COVID non possono essere accolte in nessun caso, ha detto Ayati.
La depressione salirà vertiginosamente tra le persone anziane isolate dalle feste di famiglia e dalle grandi riunioni, ha detto Ayati.
I bagni pubblici saranno rinnovati. Per evitare i germi, avranno sempre più toilette, orinatoi, lavandini, ingressi e uscite senza contatto. "Uno dei posti più disastrosi in cui si può andare è un bagno pubblico", "È il posto più rischioso".
Visita il mio canale YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCG1UFEumkuddI0CM8Il-P3w
Prova GRATIS i servizi qui: https://orsoetoro.com/prova-gratuita-dei-servizi
Guadagna con le “le azioni dimenticate” qui:
https://www.orsoetoro.com/one-shot

Commenti

Articolo molto interessante che termina però con una presunta inesattezza. Il posto più rischioso per prendere un infezione non è un bagno pubblico, a meno che si frequentino bettole o aziende sull'orlo del lastrico e magari mai decollate. Le aziende in buona salute e i ristoranti o centri commerciali moderni da molti anni pongono particolare attenzione alla disinfezione frequente ed accurata dei bagni, non solo per senso civico ma anche perché la pulizia e disinfezione è considerata ''un biglietto da visita'' e le difficoltà di attuazione sono basse considerando la metratura minima dei locali in raffronto al resto dell'edificio o del locale di attività. Invece, i locali più a rischio sono purtroppo i grandi ospedali, dove spesso c'è proprio carenza di servizi igienici per i visitatori oltre ad una facilità estrema di diffusione di germi e batteri che si trovano ''a casa loro'' ed alla difficoltà oggettiva di mantenere tutti i locali e non solo i bagni, a rischio zero. Questo determinerà nel tempo un passaggio da ospedali di grandi dimensioni con mille reparti a piccoli ospedali specializzati, dalla diagnostica con degenze giornaliere (senza visitatori) alle specializzazioni varie passando dai centri di pronto soccorso dedicato e quindi più attrezzati degli attuali che possono contare sulle attrezzature già dislocate in altri reparti dello stesso edificio.
Questa non è solo una mia opinione che condivido per senso logico, è l'estratto di un articolo letto circa un anno fa in periodo pre-covid sulle strutture sanitarie americane e mi pare che oggi a maggior ragione possa essere valido. Purtroppo non trovo più il link.
Sul lungo periodo diventa quindi interessante considerare come investimento anche le aziende che producono attrezzature mediche e ospedaliere.
+1 Rispondi
Home Screener azioni Screener forex Screener cripto Calendario economico Come funziona Caratteristiche Grafico Costi Invita un amico Regolamento Centro di supporto Soluzioni per broker & siti web Widget Librerie grafiche Libreria grafica leggera Blog & Novità Twitter
Profilo Impostazioni profilo Account e fatturazione Amici invitati Coin I miei ticket di supporto Centro di supporto Messaggi Privati Chat Esci