Peter_Braganti

WisdomTree Tactical Update - 15.09.2021

TVC:NI225   NIKKEI 225
Inflazione Usa in lieve frenata ad Agosto: +5,3%, contro attese di +5,4%.
Meno urgenza per attuare il “tapering”? E’ presto per dirlo.
La crescita cinese rallenta ad Agosto, ma resta robusta.
Petrolio WTI sopra 71 Dollari. Anche l’AIE vede forte domanda 2021 e 2022.

L'attesa per il dato sull'inflazione di agosto negli Usa si e’ conclusa con un respiro di sollievo: la dinamica dei prezzi al consumo negli States si conferma elevata, ma non segnala ulteriori accelerazioni.

All’iniziale reazione positiva e’seguita una fase di ripiegamento dei listini europei, che hanno chiuso la seduta di ieri, 14 settembre, in ordine sparso. Il Cac40 francese e’ risultato il peggiore, con un calo del -0,36%, seguito dal Ftse100 londinese, -0,47% mentre hanno conservato un margine positivo il Dax tedesco, +0,17%, ed il FtseMib italiano, +0,39%.

L'inflazione USA di agosto ha segnato +5,3% anno su anno, in lieve calo rispetto al +5,4% di luglio e giugno, pur confrmando i livelli piu’ alti degli ultimi 13 anni. L’aumento mensile dei prezzi ha chiaramente rallentato, con un +0,3% su luglio, poca cosa rispetto al +0,9% registrato a maggio e giugno ed al +0,5% di luglio.

Inoltre l'inflazione core, misurata al netto delle componenti energetiche ed alimentari, rallenta al +4,0% annuale dal 4,3% di luglio, collocandosi sotto alle attese di +4,2%. Le pressioni inflazionistiche, ancora prevalentemente attribuibili ai colli di bottiglia dell’offerta ed all’esuberanza della ripresa della domanda permangono, ed incideranno sul “sentiero di rientro” verso il 2% anelato dalla FED (Banca Centrale Usa), ma sono meno sconquassanti e piu’ prevedibili.

La Federal Reserve , convinta che i picchi di inflazione dei mesi scorsi siano di natura transitoria, potrebbe propendere per una riduzione molto “graduale” degli stimoli monetari e degli acquisti sul mercato, il “cd tapering”, poiche’ sentirebbe meno la necessita’ di intervenire a contrasto di un’eccessiva accelerazione dei prezzi.

Anche Wall Street, ieri, 14 settembre, ha festeggiato brevemente il dato sui prezzi ed ha poi chiuso ai minimi di seduta, con cali marcati: Dow Jones -0,84%, S&P -0,57% Nasdaq -0,45%.

Gli investitori europei hanno venduto energicamente i titoli del lusso, preoccupati dalle prospettive del mercato cinese, ancora alle prese con selettivi lock-down e dalla nuova svolta dirigista-regolatoria del Governo, che potrebbero incidere anche sull’abituale “shopping” per la festa della fondazione della Repubblica popolare del prossimo 1’ ottobre.

Nella prima mattina di oggi diversi dati macroeconomici sembrano segnalare che l’economia cinese sia rallentata ulteriormente ad agosto: le vendite al dettaglio frenano con decisione a +2,5% anno su anno, da +8,5% di luglio e contro stime di +7,0%. La crescita dei “servizi” rallenta, da +7,4% a/a di luglio a +4,8% di agosto ed anche la crescita della produzione industriale cala da +6,4% a/a di luglio a +5,3% di agosto.

Sempre in Asia, questa mattina, 15 settembre, ha creato molto rumore la crisi finanziaria fuori controllo del gruppo immobiliare Evergrande, la cui azione e’ crollata del -11,6%. Altro motivo di preoccupazione e’ l’aumento delle tensioni geopolitiche, dopo che la Corea del Nord ha lanciato altri due missili balistici nel Mar del Giappone. L’indice Hang Seng di Hong Kong ha perso il -1,8%, ed il CSI 300 di Shanghai e Shenzen il -1,0%.

La Borsa di Tokyo, dopo aver raggiunto il massimo da oltre 31 anni sulle aspettative del nuovo Governo “post Suga , dimissionario” ha ripiegato, e l’indice Nikkei ha perso il -0,52%.

La minaccia sugli impianti petroliferi del Golfo del Messico rappresentata dal nuovo uragano Nicholas favoriscono ulteriori rialzi delle quotazioni del petrolio: il Wti (West Texas Intermediate tocca quota 71,1 Dollari/barile, +1,4% (ore 12.30 CET).

L'Agenzia internazionale per l'energia (AIE) prevede un forte rimbalzo della domanda mondiale di greggio, dopo il rallentamento transitorio del trimestre estivo dovuto alla nuova ascesa dei casi di Covid-19 nell’area Asia-Pacifico.

Sul fronte obbligazionario regna la calma: lo spread Btp-Bund è sceso ieri, 14 settembre, a 98 punti base, dopo che il Tesoro italiano ha agevolmente collocato BTP a medio lungo termine per Eur 5,75 miliardi. Lo spread “sotto 100” e’ sostanzialmente confermato stamani, col rendimento del decennale italiano al +0,66%. Intanto quello Treasury decennale Usa cala al +1,28% (ore 12.30 CET).

Sul mercato valutario il dollaro Usa arretra marginalmente dopo che i dati sull’inflazione sembrano alleviare le pressioni sulla Fed per il “tapering”: verso Euro scambia a 1,182 (ore 12.30 CET).

La mattinata dei mercati azionari europei segnala una strisciante debolezza, con cali medi attorno a -0,3%, mentre i future su Wall Street indicano aperture lievemente in rialzo (ore 12.30 CET).

Il prezzo dell’oro conferma una buona intonazione, e pur scendendo del -0,2%, resta sopra quota 1.800 dollari/oncia.

Informazioni importanti
Comunicazioni emesse all’interno dello Spazio economico europeo (“SEE”): Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree Ireland Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Central Bank of Ireland.
Comunicazioni emesse in giurisdizioni non appartenenti al SEE: Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree UK Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority del Regno Unito.
Per fare riferimento a WisdomTree Ireland Limited e a WisdomTree UK Limited si utilizza per entrambe la denominazione “WisdomTree” (come applicabile). La nostra politica sui conflitti d’interesse e il nostro inventario sono disponibili su richiesta.
Solo per clienti professionali. Le informazioni contenute nel presente documento sono fornite a titolo meramente informativo e non costituiscono né un’offerta di vendita né una sollecitazione di un’offerta di acquisto di titoli o azioni. Il presente documento non deve essere utilizzato come base per una qualsiasi decisione d’investimento. Gli investimenti possono aumentare o diminuire di valore e si può perdere una parte o la totalità dell’importo investito. Le performance passate non sono necessariamente indicative di performance future. Qualsiasi decisione d’investimento deve essere basata sulle informazioni contenute nel Prospetto informativo di riferimento e deve essere presa dopo aver richiesto il parere di un consulente d’investimento, fiscale e legale indipendente.
Il presente documento non è, e in nessun caso deve essere interpretato come, una pubblicità o qualsiasi altro strumento di promozione di un’offerta pubblica di azioni o titoli negli Stati Uniti o in qualsiasi provincia o territorio degli Stati Uniti. Né il presente documento né alcuna copia dello stesso devono essere acquisiti, trasmessi o distribuiti (direttamente o indirettamente) negli Stati Uniti.
Il presente documento può contenere commenti indipendenti sul mercato redatti da WisdomTree sulla base delle informazioni disponibili al pubblico. Benché WisdomTree si adoperi per garantire l’esattezza del contenuto del presente documento, WisdomTree non garantisce né assicura la sua esattezza o correttezza. Qualsiasi terzo fornitore di dati di cui ci si avvalga per reperire le informazioni contenute nel presente documento non rilascia alcuna garanzia o dichiarazione di sorta in relazione ai suddetti dati . Laddove WisdomTree abbia espresso dei pareri relativamente al prodotto o all’attività di mercato, si ricorda che tali pareri possono cambiare. Né WisdomTree, né alcuna consociata, né alcuno dei rispettivi funzionari, amministratori, partner o dipendenti, accetta alcuna responsabilità per qualsiasi perdita, diretta o indiretta, derivante dall’utilizzo del presente documento o del suo contenuto.
Il presente documento può contenere dichiarazioni previsionali, comprese dichiarazioni riguardanti le attuali aspettative o convinzioni in relazione alla performance di determinate classi di attività e/o settori. Le dichiarazioni previsionali sono soggette a determinati rischi, incertezze e ipotesi. Non vi è alcuna garanzia che tali dichiarazioni siano esatte, e i risultati effettivi possano discostarsi significativamente da quelli previsti in dette dichiarazioni. WisdomTree raccomanda vivamente di non fare indebito affidamento sulle summenzionate dichiarazioni previsionali.
I rendimenti storici ricompresi nel presente documento potrebbero essere basati sul back test, ossia la procedura di valutazione di una strategia d’investimento, che viene applicata ai dati storici per simulare quali sarebbero stati i rendimenti di tale strategia. Tuttavia, i rendimenti basati sul back test sono puramente ipotetici e vengono forniti nel presente documento a soli fini informativi. I dati basati sul back test non rappresentano rendimenti effettivi e non devono intendersi come un’indicazione di rendimenti effettivi o futuri
.


Per ulteriori informazioni:

https://bit.ly/wisdomtree-daily-update
Declinazione di responsabilità

Le informazioni ed i contenuti pubblicati non costituiscono in alcun modo una sollecitazione ad investire o ad operare nei mercati finanziari. Non sono inoltre fornite o supportate da TradingView. Maggiori dettagli nelle Condizioni d'uso.