Marco_Bernasconi
Long

RECORD DI TUTTI I TEMPI PER S&P 500

SPCFD:SPX   Indice S&P 500
L'S&P 500 record di tutti i tempi, grazie alla forza delle azioni tecnologiche e grazie a un doppio rapporto sull'economia statunitense che è stato migliore del previsto.

L'indice di riferimento è salito di 11,65 punti, pari allo 0,3%, a 3.397,16, anche se la maggior parte dei titoli dell'indice si è indebolita. In Europa ha fatto seguito alle perdite, dopo che le notizie più sconfortanti hanno indicato un rallentamento delle attività economiche.

Il Dow Jones Industrial Average è salito a 190,60, o 0,7%, a 27.930,33, e il Nasdaq composite ha aggiunto 46,85, o 0,4%, a 11.311,80.

L'S&P 500 ha superato il suo precedente massimo di chiusura di 3.389,78, che era stato stabilito martedì scorso da quando l'indice ha annullato la sua ultima perdita storica causata dalla pandemia di coronavirus. Nonostante la sua settimana da record, il momentum del mercato è rallentato recentemente dopo il forte rimbalzo del 34% da fine febbraio a marzo.

L'S&P 500 è aumentato dello 0,7% per la settimana. È stato il settimo guadagno dell'indice nelle ultime otto settimane, ma le due ultime sono state le più modeste in questo segmento.

Gli investitori stanno ancora aspettando una maggiore chiarezza su diversi fronti, il che potrebbe spingere il prossimo grande movimento verso l'alto o verso il basso.

L'economia ha mostrato alcuni segnali di stallo negli ultimi tempi, con le ultime notizie di venerdì dall'Europa che ci ricordano che un costante aumento dei casi di coronavirus potrebbe minare la crescita. Seguono un rapporto americano di giovedì che ha mostrato che il numero di lavoratori che hanno richiesto il sussidio di disoccupazione è aumentato la scorsa settimana.

Ma il quadro rimane confuso. Secondo un rapporto indipendente dell'IHS Markit di venerdì, i dati preliminari suggeriscono che la produzione del settore privato statunitense ha raggiunto un picco da 18 mesi. Anche le vendite delle case precedentemente occupate sono state più forti a luglio di quanto gli economisti si aspettassero, dato che le attività sono cresciute in ogni area del Paese.

Questi rapporti hanno aiutato il mercato azionario statunitense a riprendersi dai cali delle prime ore del mattino.

"Il mercato immobiliare è forte", ha detto Quincy Krosby, principale stratega del mercato di Prudential Financial. "Questa settimana è stata dedicata all'edilizia abitativa. Ognuno di questi rapporti è stato forte".

Le azioni dei costruttori di case sono salite in seguito ai dati, compreso un aumento del 3,2% per D.R. Horton. Ma sono stati i profitti delle azioni tecnologiche che hanno fatto il maggior lavoro nel rally dell'S&P 500.

La maggior parte dei titoli di Wall Street è scesa, e le società più piccole dell'indice Russell 2000 small-cap hanno perso l'11,83, o lo 0,8%, a 1.552,48. Anche all'interno dell'indice S&P 500 delle grandi aziende, il 56% delle azioni è diminuito, con i produttori di energia e le azioni finanziarie in calo. Ma un aumento dell'1,2% per i titoli tecnologici dell'S&P 500 ha contribuito a compensare questo dato.

Il settore tecnologico ha continuato a resistere alla pandemia e ha continuato a produrre grandi profitti con l'accelerarsi del lavoro a domicilio e di altre tendenze favorevoli alla tecnologia. Apple , che questa settimana è diventata la prima azienda statunitense ad avere un valore di mercato di oltre 2.000 miliardi di dollari, è cresciuta del 5,2%.

I grandi titoli tecnologici, che in genere hanno bilanci solidi e offrono una forte crescita, continueranno probabilmente a essere attraenti per gli investitori fintanto che ci saranno domande sulla crescita economica, ha detto Krosby.



Deere è stato un altro grande vincitore dopo aver riportato un profitto per l'ultimo trimestre che è stato il doppio di quello che Wall Street si aspettava. Le sue azioni sono aumentate del 4,4%.

La Federal Reserve continua a sostenere i mercati e l'economia mantenendo i tassi di interesse quasi a zero e acquistando tonnellate di obbligazioni. Ma gli stimoli del Congresso sono venuti meno, e i Democratici e i Repubblicani di Capitol Hill continuano a contrattare.

Gli investitori dicono che l'economia e i mercati hanno bisogno di un ulteriore grande sostegno da parte del Congresso perché la ripresa continui.

"Alla fine, ci vorrà un po' di combinazione di cattivi dati, di cattivi mercati e di buona politica per uscire dall'impasse", ha scritto l'economista Ethan Harris in un rapporto di BofA Global Research. "Nel frattempo, ogni settimana che passa senza una legislazione significativa allunga la mini recessione. Questo non è il tipo di rottura di agosto di cui l'economia ha bisogno".

Al di là del Campidoglio, gli investitori sono anche in attesa degli ultimi sviluppi delle crescenti tensioni tra le due maggiori economie mondiali.

Il Ministero del Commercio cinese ha detto giovedì che gli inviati commerciali cinesi e statunitensi terranno un incontro telefonico "nel prossimo futuro" per discutere un accordo volto a risolvere la loro guerra tariffaria. Non sono stati forniti dettagli sui tempi.

Il rendimento del Treasury decennale è sceso allo 0,63% dallo 0,64% di giovedì scorso.

Nei mercati azionari europei, il DAX tedesco è sceso dello 0,5%. Il CAC 40 della Francia è sceso dello 0,3%, mentre il FTSE 100 di Londra ha perso lo 0,2%.


Il petrolio grezzo statunitense è sceso di 48 centesimi per stabilirsi a 42,34 dollari al barile. Il petrolio grezzo Brent, lo standard internazionale, ha perso 55 centesimi a 44,35 dollari al barile.

Commenti

Home Screener azioni Screener forex Screener cripto Calendario economico Come funziona Caratteristiche Grafico Costi Invita un amico Regolamento Centro di supporto Soluzioni per broker & siti web Widget Librerie grafiche Libreria grafica leggera Blog & Novità Twitter
Profilo Impostazioni profilo Account e fatturazione Amici invitati Coin I miei ticket di supporto Centro di supporto Idee pubblicate Follower Seguiti Messaggi Privati Chat Esci