Marco_Bernasconi

Ci vorrebbero 280 American Airlines per avere il peso...

SPCFD:SPX   Indice S&P 500
...di una sola APPLE .

"Main Street è ora, Wall Street è il futuro",

Come può Wall Street essere così sana quando la Main Street non lo è?

Il mercato azionario non è l'economia.

Raramente questo detto è stato così chiaro come lo è ora. Uno straordinario rally lungo un mese dimostra che l'S&P 500 è tornato all'incirca al punto in cui era prima che il coronavirus colpisse gli Stati Uniti, anche se milioni di lavoratori continuano a ricevere sussidi di disoccupazione e le aziende continuano a chiudere i battenti in tutto il paese.

L'S&P 500, che è l'indice di riferimento per i fondi azionari si è chiuso mercoledì a 3.380,35 dopo aver brevemente superato il suo record di chiusura di 3.386,15 fissato il 19 febbraio. Ha cancellato quasi tutto il 34% da febbraio a marzo in meno tempo di quanto ci voglia a un bambino per imparare a gattonare.

L'economia statunitense e quella del pianeta hanno mostrato miglioramenti rispetto alla primavera, data in cui il blocco delle attività commerciali aveva raggiunto un livello record, tuttavia non sono affatto vicini alla completa guarigione. Il numero di casi di virus continua ad aumentare in gran parte degli Stati Uniti, e i politici federali e locali non hanno una strategia per contenerlo. Molti settori, come le compagnie aeree, gli alberghi e i ristoranti, potrebbero impiegare anni per riprendersi dai danni.

La Federal Reserve e il governo degli Stati Uniti si aggiudicano gran parte del merito per il rally dopo aver versato trilioni di dollari nell'economia. I profitti sono rimasti incredibilmente robusti anche per le aziende più autorevoli del mercato azionario, come Apple e Amazon. Le crescenti speranze di un potenziale vaccino per fermare la pandemia, nel frattempo, hanno incoraggiato gli investitori a guardare oltre le statistiche attuali.

Ecco uno sguardo a come Wall Street ha prosperato mentre Main Street è in difficoltà:

LE GRANDI ARMI DEL MERCATO

I bar all'angolo, i ristoranti a conduzione familiare, i saloni di parrucchieri e altre piccole attività commerciali in tutti gli Stati Uniti che stanno barcollando o chiudendo definitivamente non sono quotati in borsa. Apple , Microsoft , Amazon, Facebook e la società madre di Google lo sono e i movimenti dei loro titoli da soli stanno influenzando le azioni dell'S&P 500 più che mai.

La pandemia ha contribuito ad accelerare il lavoro a domicilio e altre tendenze che hanno dato impulso alla Big Tech, e i loro profitti si stanno accumulando. I cinque grandi giganti orientati alla tecnologia valgono ora complessivamente 7,6 trilioni di dollari, e da soli rappresentano oltre il 22% del valore totale dell'S&P 500.

Poiché le azioni con i più grandi volumi di mercato hanno il peso maggiore nell'S&P 500, i movimenti dei Big Tech contano molto di più di quello che fanno le compagnie aeree, gli operatori di navi da crociera o altre compagnie ancora in difficoltà. American Airlines è scesa di oltre il 50% per il 2020, ma il suo valore di mercato è molto inferiore e non fa muovere la lancetta come fanno le Big Tech. Ci vorrebbero 280 American Airlines per avere il peso di una sola Apple .

Il mercato azionario ha visto un certo ampliamento dei profitti negli ultimi tempi, con le azioni delle compagnie più piccole che stanno facendo meglio. Ma sono state le Big Tech ad aver fatto il maggior incremento nel rally dell'S&P 500.

AIUTO DA WASHINGTON

Un famoso detto di Wall Street è: Non combattere la Fed. La banca centrale sta facendo tutto il possibile per sostenere l'economia, dal taglio dei tassi d'interesse a quasi zero alla promessa senza precedenti di acquistare obbligazioni societarie persino più rischiose. Il tutto per garantire che i mercati del credito abbiano abbastanza liquidità per funzionare senza problemi e per evitare che i prezzi vadano in tilt. Gli economisti dicono che le mosse hanno contribuito ad evitare un crollo del sistema finanziario in stile 2008-09.

La Fed ha segnalato che manterrà il suo tasso di interesse di riferimento a breve termine quasi a zero almeno fino al 2022, e i tassi bassi sono spesso come gli steroidi per le azioni. Con i titoli del Tesoro e altri titoli che pagano relativamente poco in termini di interessi, alcuni investitori si orientano invece verso le azioni, l'oro e altri investimenti, incrementando i loro prezzi.

Il Congresso ha anche approvato una quantità di aiuti senza precedenti per l'economia. Una parte di questi aiuti è già scaduta, e un altro pacchetto di aiuti economici è legato al risentimento dei politici di parte al Campidoglio. Ma molti investitori sembrano aspettarsi che Washington arrivi ad un compromesso e getti un'altra ancora di salvezza all'economia.

Nel frattempo, l'economia si sta riprendendo, ma a un ritmo molto più lento del suo rapido crollo in primavera. Dopo la contrazione ad un ritmo annuale del 32,9% nel trimestre aprile-giugno, gli economisti prevedono una ripresa ad un ritmo annuale del 20% nel periodo luglio-settembre. Il tasso di disoccupazione è pari al 10,2% e si prevede che rimarrà elevato a una sola cifra almeno fino alla fine di quest'anno.

LA NATURA DEL MERCATO

Gli investitori stanno definendo i prezzi delle azioni in base a dove vedono i profitti aziendali in futuro. E per molti a Wall Street, il futuro sembra più luminoso del cupo presente, in gran parte per la speranza che un vaccino per il nuovo coronavirus possa aiutare le cose a tornare alla normalità.

"Main Street è ora, Wall Street è il futuro", ha detto Sam Stovall, chief investment strategist della CFRA Research.

Le aziende hanno iniziato i test finali dei potenziali vaccini per COVID-19, e molti investitori sperano che qualcosa possa essere disponibile verso la fine del 2020 o entro un anno. Un ritorno alla normalità potrebbe aiutare l'economia a rimettersi in carreggiata e forse riportare i profitti a livelli record. I prezzi delle azioni tendono a tenere il passo con i guadagni aziendali nel lungo termine.

La stessa mentalità di "look-ahead" ha fatto crollare gravemente il mercato azionario all'inizio di quest'anno, prima che arrivasse il peggio della recessione. Le azioni hanno iniziato a scendere alla fine di febbraio, un mese prima che il numero di licenziamenti iniziasse ad esplodere, ad esempio. L'S&P 500 ha colpito quello che si è rivelato essere il suo punto più basso il 23 marzo, la stessa settimana in cui il governo ha registrato un numero record di lavoratori statunitensi che hanno chiesto il sussidio di disoccupazione, quasi 6,9 milioni.

"Wall Street continua a guardare a sei o nove mesi di distanza", ha detto Stovall.

Naturalmente, molti rischi rimangono ancora presenti per il mercato, nonostante tutta la sua esuberanza.

Per tutto l'ottimismo di Wall Street, i colloqui a Washington su maggiori stimoli potrebbero andare in frantumi e privare l'economia degli aiuti di cui gli investitori dicono che ha un bisogno cruciale.

Anche le crescenti tensioni tra Stati Uniti e Cina sono in agguato sul mercato. Le due maggiori economie del mondo hanno problemi commerciali di lunga data, e gli Stati Uniti hanno recentemente aumentato la pressione sulle aziende tecnologiche cinesi.

E il virus rimane il jolly definitivo. Se un vaccino non arriva sul mercato entro il prossimo anno, tutte le speranze che hanno contribuito a costruire il rally di Wall Street potrebbero svanire rapidamente.

Commenti

Chi più in alto sale più in basso cade... una legge della fisica :-)
Rispondi
Marco_Bernasconi luciomonsorno
@luciomonsorno, 😁 a quale titolo ti riferisci tra quelli citati nell'analisi?
Rispondi
@Marco_Bernasconi,
Indici americani in generale 🙂
Rispondi
Home Screener azioni Screener forex Screener cripto Calendario economico Come funziona Caratteristiche Grafico Costi Invita un amico Regolamento Centro di supporto Soluzioni per broker & siti web Widget Librerie grafiche Libreria grafica leggera Blog & Novità Twitter
Profilo Impostazioni profilo Account e fatturazione Amici invitati Coin I miei ticket di supporto Centro di supporto Idee pubblicate Follower Seguiti Messaggi Privati Chat Esci