Marco_Bernasconi

Cinque titoli da acquistare oggi nel mercato italiano

MIL:STLA   STELLANTIS
Se seguite le mie analisi ed emulate le mie operazioni realizzerete le mie stesse performance.
I titoli su cui entrerò se verrà rotta la resistenza indicata sono i seguenti.
I titoli sono presi dal mio portafoglio Mib 40:

1. BPER BANCA ( BPE ) sopra 1,813 in chiusura.
2. CNH INDUSTRIAL ( CNHI ) sopra 13,926 in chiusura.
3. HERA (HER) sopra 3,688 in chiusura.
4. PIRELLI C ( PIRC ) sopra 5,178 in chiusura.
5. STELLANTIS ( STLA ) sopra 17,116 in chiusura.


Attenzione io compro questi titoli in chiusura di sessione solo alla rottura della resistenza indicata.

Seguo questa strategia con rigore assoluto, non compro il titolo se non dimostra la forza necessaria per rompere la resistenza perché potrebbe essere addirittura controproducente.

Conoscere un titolo ed una resistenza sono però solo il 50% del lavoro da fare.

L’altro 50% consiste in come gestire il trading, diversamente da altre strategie che piazzano il target sopra la linea del mercato, la mia strategia prevede di non uscire ma di alzare lo stop (o take profit) ulteriormente avvicinandomi alla linea di mercato sempre più ma sempre attendista rispetto all’uscita. La mia strategia prevede un inseguimento del titolo con una velocità algoritmica di allineamento dello stop/take profit costantemente in aumento per catturare il massimo del rialzo cercando però di non uscire prematuramente da trade fruttuosi.

Una strategia sviluppata in 30 anni di trading che è inclusa nel mio metodo operativo.

Seguendomi qui su trading view vedrai in tempo reale quali titoli scelgo e quelli sui quali entro. Il mio livello di acquisto, la gestione che faccio di ogni titolo ed il mio livello di stop e take profit.

Vedrai come io applico la mia strategia ed il mio metodo statistico.


La notizia di oggi:


La Gran Bretagna ha annunciato oggi che ritarderà il controllo alle frontiere sulle importazioni di prodotti alimentari dall'Unione europea nel periodo successivo alla Brexit, dichiarando che l'interruzione del commercio dovuta alla pandemia di coronavirus ha portato a un aumento di pressioni sulle imprese.

Il ritardo implica che le pratiche e i controlli per i prodotti agricoli e animali dell'UE, che dovevano iniziare da ottobre, non saranno avviati fino al prossimo anno.

Il Regno Unito ha comunicato che il "nuovo calendario di lavoro" dovrebbe alleggerire la pressione sulle imprese che si trovano alle prese con le difficoltà dovute all'interruzione della supply chain a causa della pandemia.

Le pratiche relative ai prodotti vegetali e animali che dovevano iniziare il 1° ottobre sono state rimandate al 1° gennaio, secondo quanto dichiarato dal governo. Le dichiarazioni e i controlli doganali saranno introdotti il 1° gennaio come previsto, ma le certificazioni di sicurezza non saranno richieste fino al 1° luglio.

Il ministro David Frost responsabile della Brexit si è espresso affermando che "vogliamo che le imprese si concentrino sul risanamento dalla pandemia piuttosto che occuparsi di nuovi requisiti alla frontiera".

Secondo il ministro, la pandemia "ha avuto impatti di più lunga durata sulle imprese, sia nel Regno Unito che nell'Unione europea, di quanto previsto da molti osservatori".

"Ci sono anche tensioni sulle supply chain globali, causate da una vasta gamma di fattori tra cui la pandemia e l'aumento dei costi del trasporto merci globale. Queste pressioni si fanno sentire soprattutto nel settore agroalimentare".

La Gran Bretagna ha sperimentato sporadici ma diffusi problemi di approvvigionamento negli ultimi mesi, come ad esempio la mancanza di cibo sugli scaffali dei supermercati, l'esaurimento del pollo nei fast-food e l'esaurimento della selezione completa di birra in alcuni pub. Secondo gli esperti, si tratta di un insieme di fattori, tra cui la Brexit e il COVID-19, che ha portato alla carenza di lavoratori in settori chiave come il trasporto su strada.

Da quando la Gran Bretagna ha lasciato il mercato unico dell'UE alla fine del 2020, le importazioni provenienti dall' UE dovevano essere soggette agli stessi controlli delle merci provenienti da qualsiasi altra parte del mondo.

Seguimi qui su Trading View, vedrai ogni giorno quali titoli scelgo e quelli sui quali entro.
Vedrai come io applico la mia strategia ed in mio metodo.
Prova gratuitamente il mio servizio.
O contattami per avere maggiori informazioni

L'esecuzione di investimenti, posti in essere dovranno essere fatti sotto la supervisione di un professionista di vostra fiducia iscritto all'apposito Albo, saranno quindi a vostro completo rischio, non assumendo personalmente alcuna responsabilità al riguardo. L’operatività descritta è proposta in maniera teorica e allo scopo formativo nei mercati finanziari. L'intento di questa analisi è quindi esclusivamente divulgativo e non costituisce stimolo all'investimento e/o consulenza finanziaria.

Commenti

MARKET TALK: Stellantis, GS alza stime e target price

MILANO (MF-DJ)--Goldman Sachs ha alzato il prezzo obiettivo su Stellantis (+0,74% a 16,952 euro la chiusura di ieri del titolo) da 21 a 27 euro, confermando la raccomandazione buy. Gli esperti ritengono che il gruppo resti sulla buona strada per un "forte secondo semestre", con "volumi solidi e sana evoluzione del pricing". GS non vede ulteriori rischi sul 2021 dalla carenza di semiconduttori ed evidenzia come Stellantis "dovrebbe continuare a beneficiare nei prossimi trimestri dell''introduzione di nuovi modelli. Le stime di operating income adjusted per il 2021-2022-2023 salgono rispettivamente del 33%, del 21% e del 17%, mentre quelle sull''Eps adjusted vengono migliorate del 25%, 23% e 18%. pl paola.longo@mfdowjones.it

08:45-15/09
Rispondi