ReutersReuters

Timori per economia sostengono dollaro, 'Aussie' a minimi due anni

L'addensarsi di nubi all'orizzonte per l'economia globale favorisce il biglietto verde per il suo status di valuta rifugio e mette pressione sulle divise più sensibili al rischio, come il dollaro australiano ai minimi da due anni.

** L'indice del dollaro si avvia a chiudere la settimana in rialzo di quasi l'1% contro un paniere di sei valute, e al momento guadagna lo 0,78% (.DXY).

** "E' un inizio 'risk-off' della seconda metà dell'anno con azionario e materie prime in calo, quindi il dollaro è più forte praticamente su tutti i fronti", commenta Kenneth Broux di Societe Generale a Londra.

** Il dollaro australiano (AUDUSD) e quello neozelandese (NZD=D3) perdono oltre l'1% in seduta sul biglietto verde, con l'Aussie in flessione fino all'1,6% ai minimi da giugno 2020.

** L'euro lascia sul terreno lo 0,75% contro il dollaro (SEDM2025).

15:27

CAMBIO

RIC

BID

ASK

CHIUSURA

EURO/DOLLARO

(SEDM2025)

1,0403

1,0407

1,0482

DOLLARO/YEN

(USDJPY_SPT)

135,4900

135,5000

135,7300

EURO/YEN

(EURJPY)

140,9800

140,9900

142,2600

EURO/STERLINA

(EURGBP)

0,8664

0,8668

0,8607

ORO SPOT

(XAU=)

1.792,80

1.795,60

1806,89

NOME INDICE

RIC

VALORE

VAR. %

CHIUSURA

INDICE DOLLARO

(.DXY)

105,5020

0,78

104,6850

(versione italiana Antonella Cinelli, editing Gianluca Semeraro)

((antonella.cinelli@thomsonreuters.com; +39 06 8030 7709))

Continua a leggere
Accedi o registrati gratuitamente su TradingView per consultare in tempo reale le notizie più importanti nel mondo finanziario.