ReutersReuters

Powerless

Uno sguardo alla giornata di Anshuman Daga

Mentre gli attacchi missilistici fanno temere l'emergenza blackout in Ucraina, i listini mondiali risentono di dati macro Usa che alimentano il timore che la Fed possa procedere con la propria stretta monetaria per un periodo più lungo.

I rendimenti dei Treasuries sono in rialzo, il dollaro è forte dopo il maggior rally in due settimane e un clima di avversione per il rischio domina sui mercati.

Guardando alla zona euro tuttavia sono poche le buone notizie. si è contratta per il quinto mese di fila in novembre, il che ci dice che l'economia dovrà fare i conti con una lieve recessione mentre i consumatori riducono le spese a fronte di un'inflazione galoppante.

, unico dato macro di peso nella seduta odierna, sono aumentati più del previsto in ottobre.

Thomson Reuters

Mentre l'economia della zona euro resta fragile, gli economisti si aspettano che la Bce alzi i tassi di 50 punti base al meeting di dicembre.

La Banca centrale australiana li ha alzati portandoli al massimo di 10 anni e ha confermato l'intenzione di ulteriori ritocchi del costo del denaro.

Nel frattempo, il mese scorso, la spesa dei consumatori britannici è aumentata a un ritmo decisamente inferiore rispetto all'inflazione mettendo in luce le pressioni sui bilanci familiari in vista del Natale.

Passando alle criptovalute, il Tesoro britannico sta ultimando i piani per un pacchetto di misure per regolamentare il settore.

Procedono intanto i tentativi di risollevare la fiducia degli investitori in Credit Suisse. Il presidente Axel Lehmann ha detto che la banca è "stabile" e che si è vista anche una stabilizzazione dei deflussi dai conti dei clienti.

Tutto ciò qualche giorno dopo che l'istituto di credito ha registrato forti deflussi.

Principali 'driver' di seduta:

Germania, ordini industria ottobre

Iscriviti gratuitamente per scoprire la storia completa
News unlock banner