RaffaeleCosta
Short

A2A: doppia possibilità short

A2A (MIL:A2A)  
MIL:A2A   A2A
Per il titolo il top a 1,65 si è rivelato troppo ostico da attaccare e superare fallendo in 4 occasioni nel 2019. Nell’ultima occasione si è concretizzato un doppio massimo su questo livello che, con la benedizione del rsi14 in divergenza, ha portato i prezzi ad un minimo relativo di 1,558.

La situazione è complessa ma non complicata.

Intanto è ancora in vita il doppio massimo cui si accennava che, da manuale, dovrebbe portare i prezzi almeno fino a 1,530 circa dove si posiziona anche un discreto supporto statico.

La circostanza che i prezzi siano tornati dentro il box del doppio massimo non rileva, anzi è assai frequente e permette anche di potere fare l’ingresso short nella modalità più conservativa e che preferisco.

Infatti permette di entrare ad un livello più alto, mitigando uno dei problemi connessi di solito con queste figure e cioè lo stop impegnativo che necessariamente andrebbe posizionato sopra il massimo della figura, nel nostro caso sopra 1,65.

Il contesto si arricchisce di un’ulteriore conformazione tecnica che si presenta frequentemente in occasione di un chiaro e lungo trend, nel nostro caso up e quindi parliamo di un 123 high.

Molto frequenti perché vanno monitorati in formazione praticamente ad ogni momento di indebolimento del trend, anche di poche candele, ma alla fine la maggior parte fallisce prima di giungere a completamento.

Nonostante quanto detto questo pattern offre la possibilità di sfruttarne semplicemente il tentativo di formazione. Infatti, se il numero di tick lo permette, è possibile in generale entrare al punto 3 con target il punto 2.

In pratica in caso di 123 high, come il nostro, si vende il punto 3 con target il punto 2 mentre specularmente in caso di 123 low si acquista il punto 3 con target il punto 2.

Nel grafico di A2A (MI:A2) il pattern, che preciso non è in questo caso quello di Joe Ross che vuole regole più stringenti, si sta formando nel rispetto del canone che vule che i prezzi violino la trend line che ne ha sostenuto il rialzo.

L’operazione prevede uno short che può essere considerato come 123 high o/e come vendita del doppio massimo entrando come pull back dei prezzi dopo la rottura al ribasso del minimo della figura come detto

Se si volesse vendere la formazione 123 high si entra alla rottura senza indugi dei 1,595 della candela che forma il punto 3 con target il punto 2 a 1,56 mettendo lo stop sopra il punto 3 a 1,63. In questo caso da Joe Ross prendiamo quindi la logica sottesa al Trader's Trick Entry.

Al contatto col target si può o chiudere l’operazione (r/r 1:1) oppure meglio portare lo stop in pareggio e sperare che i prezzi violino 1,56 dando ufficialmente vita al 123 high e magari approdando al target naturale del doppio massimo in area 1,53. Valutare anche la possibilità di chiudere metà size agli 1,56 e proseguire col resto.

Se si vuole invece vendere il doppio massimo vale quanto detto nel caso del 123 high con la variante che lo stop va messo sopra il doppio massimo a 1,65 e puntare all'unico obiettivo di area 1,53 con r/r 1,2.

Ovviamente se i prezzi violassero prima al rialzo il punto 3 decadrebbe tutta l’analisi.

Home Screener azioni Screener forex Screener cripto Calendario economico Show Come funziona Caratteristiche Grafico Costi Regolamento Moderatori Soluzioni per broker & siti web Widget Librerie grafiche Libreria grafica leggera Centro di supporto Invita un amico Suggerisci funzionalità Blog & Novità Twitter
Profilo Impostazioni profilo Account e fatturazione Invita un amico I miei ticket di supporto Centro di supporto Idee pubblicate Follower Seguiti Messaggi Privati Chat Esci