Ezechiele

Correlazione ENEL vs INDICE FTSE MIB

ENEL (MIL:ENEL)  
MIL:ENEL   ENEL
431 visualizzazioni
23
Sappiamo quanto pesa questo titolo sul paniere, sappiamo che nell'ultimo periodo il rialzo del titolo ha supportato spesso il movimento rialzista dell'indice, nonostante la performance non buone di colossi quali Intesa, Unicredit o Eni , volevo farvi notare come possa essere possibile che allo storno del titolo possa coincidere quello dell'indice.

Grafico di un paio di settimane fa https://ibb.co/8sKvZpB e relativa analisi approssimativa, sempre rifarita ad un grafico mensile:

Nonostante il rialzo dell’indice, sui soliti bancari non ho avuto nuovi massimi, anche perchè a trainare molto il listino ci ha pensato la progressione di Enel, che pesa parecchio e che sta attraversando un momento decisamente rialzista. A tal proposito ho fatto un analisi veloce sul mensile e se non ho sbagliato i conteggi dovremmo essere vicini ad un top, intorno al 261,8% e/o doppio max (anno 2000), a quel punto se quello si rivelerà come il massimo di onda 3 dovremmo avere una fase correttiva “IV” atta a riportarci intorno ai 6,50, livello che poi dovrebbe produrre l’ultimo movimento V della 3 verso un minimo di 9 euro . Espandendo questo ragionamento al nostro indice, potrebbe essere un analisi correlata, ma ovviamente trattandosi di un mensile ci vorrà decisamente un pò di tempo.

L'aggiornamento successivo e la chiusura mese la vedete nel grafico di TV, siamo a quel 261,8%, oltrepassato in leggera spike proprio per arrivare al massimo del 2000, ma chiusura nei pressi del livello. Manca un segnale di inversione in tutti i TF presi in esame, questo va detto (peccato per una candela settimanale non adeguata anche se potenzialmente negativa), ma è proprio per questo che un tipo di analisi differente può tentare di anticipare il movimento. Abbiamo però un potenziale doppio max, ma vista l'ampiezza del movimento non prendo certamente in considerazione la possibilità che possa andare ad attivarsi (ovvero rottura del minimo intermedio tra i due massimi 2000-2020). Quindi volendo dare dei numeri, il primo segnale di pericolo sarà una chiusura giornaliera sotto i 7,70, confermata da una chiusura settimanale sotto i 7,35 condizione questa che bloccherà il segnale long in corso dal 23/11/2018, in tal caso la IV potrà prendere la strada tracciata e che andrà poi rivalutata in caso di avvicinamento al target indicato.

Se potete date un occhiata a UNICREDIT ed INTESA, entrambe non hanno ancora raggiunto i primi minimi potenziali di quesa fase ribassista (11.90 e 2,20 dopodichè se violati abbiamo quelli successivi)

Elliott , Fibonacci, AT tradizionale, tutte cose non a passo con i tempi, vetuste, ma come tali da venerare se fatte in modo preciso, semplice e con regole da buon padre di famiglia.

Ve lo ripeto, niente LIKE, non mi servono a nulla.




Commenti