GordonGeko1
Long

Moncler in crash: tutto il settore del lusso in ginocchio

MIL:MONC   MONCLER
Tracollo generale scattato a sorpresa su uno dei settori, quello del fashion/luxury, che si riteva più al riparo da crolli in quanto caratterizzato dalla presenza di aziende con margini sui ricavi elevati e una crescita delle vendite sostenuta.

Ma dalla Cina le cose sembrano andare diversamente con i consumi del lusso previsti in forte calo e la dinamica potrebbe propagarsi rapidamente in altre aree commerciali.

Dal punto di vista della tendenza assunta dal prezzo l'andamento di Moncler             con il crollo di oggi subisce un'accelerazione certamente improvvisa, ma evidentemente collegata all'inizo del trend ribassista già in atto             a partire dal prima settimana di giugno, in corrispondenza dei massimi storici del titolo a quota 42.55 euro             .

Infatti se si analizzano con attenzione i volumi medi registrati in quella fase, una classica manovra di distribuzione viene messa in atto             da fondi istituzionali, i soli capaci di muovere quantitativi elevati in poche sedute di borsa.

Più precisamente il 31 maggio scorso nel bel mezzo della salita oltre i 39 euro             , si verifica un'esplosione di volumi oltre i 18 milioni di pezzi, contro una media del periodo i 2 mln             e di 980 mila degli ultimi giorni.

Dunque appare evidente di come a seguito del raggiungimento di quei valori, i prezzi fossere valutati come elevati tanto che nei successivi quattro mesi il calo messo a segno dal titolo arriva a totalizzare il 25%, incluso il “crash” di oggi.

La prospettive per l’immediato futuro non sono delle migliori in quanto occorrerà un certo periodo di stabilizzazione, al fine di approfittare di ulteriori cali             e inserire una delle migliori società in portafoglio in attesa dei dati sui ricavi previsti per il 24 ottobre.

Strategia operativa


Per le posizioni long: titoli eventulamente detenuti in portafoglio a prezzi superiori a quelli attuali, vanno difesi con l'acquisto di opzioni Put, strike 33 euro             scadenza marzo 2019.

Mentre per eventuali operazioni di medio termine, attendere il raggiungimento del prossimo supporto a quota 27.50 euro             , oppure viceversa il superamento di 33 euro             , per prendere in considerazione nuovi acquisti.

Per le posizioni short: tenuto conto dell'elevato livello di volatilità presente sul titolo e della trimestrale in pubblicazione il 24 ottobre, appare conveniente approntare una strategia in opzioni volta a cogliere tutti gli scenari di breve termine disponibili: acquistare lo stesso ammontare di opzioni Call e Put scadenza dicembre 2018, strike 32 euro             .
IT Italiano
EN English
EN English (UK)
EN English (IN)
DE Deutsch
FR Français
ES Español
PL Polski
SV Svenska
TR Türkçe
RU Русский
PT Português
ID Bahasa Indonesia
MS Bahasa Melayu
TH ภาษาไทย
VI Tiếng Việt
JA 日本語
KO 한국어
ZH 简体中文
ZH 繁體中文
AR العربية
HE עברית
Home Screener azioni Screener forex Screener cripto Calendario economico Come funziona Caratteristiche Grafico Regolamento Moderatori Soluzioni per broker & siti web Widget Libreria di Grafici azionari Suggerisci funzionalità Blog & Novità FAQ Aiuto & Wiki Twitter
Profilo Impostazioni profilo Account e fatturazione I miei ticket di supporto Contatta il supporto Idee pubblicate Follower Seguiti Messaggi Privati Chat Esci