giuseppedinacci

Rivian al 13.12.22 ipotesi 1 sul futuro

giuseppedinacci Aggiornato   
NASDAQ:RIVN   Rivian Automotive, Inc
Non sono un consulente finanziario, non è un consiglio finanziario, non è sollecitazione investimento.
Grafico a candele 1D.
Ipotesi futuro quotazione sul presupposto che Rivian mantenga il supporto dei 24,48$ dato dal minimo del 05.07.22.
Banalmente appare potersi ipotizzare, fra le ipotesi di futuro, la possibilità di un testa spalle in essere dal minimo del 11 mag 22, con fine spalla sinistra al 05.07.22, dove diparte l'inizio della testa che ha il top al 15 set 22 e con fine testa ipotizzata ad oggi 13.12.22 sul presupposto sempre che mantenga all'incirca il minimo del 05.07.22.
Per questa ipotesi, si profilerebbe un rimbalzo spalla destra, pur se l'Rsi non è in completo ipervenduto in quanto si trova all'incirca sui 34,15 punti, però è vicino alla zona di ipervenduto (30 punti). I 34,15 di RSI sono compatibili anche con un'ulteriore discesa (almeno fino in zona 30 punti), ma l'ipotesi qui descritta vuole consapevolmente considerare l'ipotesi di un rimbalzo per configurare lo scenario eventuale e da monitorare del testa spalle,
Ho ipotizzato (ma è solo un ipotesi e non quindi un indicazione) un top spalla destra nella stessa area del top spalla sinistra. Le date che risultano dal grafico sono totalmente indicative ed operate a caso per consentire il disegno della figura. Anche l'area target ( fra 13$ e 15$) è indicativa in quanto calcolata con quanto conosciamo oggi, anche se appare non lontana da quello che in realtà potrebbe effettivamente andare a realizzarsi se il grafico seguirà il disegno, soprattutto con riferimento al possibile top spalla destra che oggi non è possibile conoscere. Il tutto verrà ricalcolato e aggiornato mano a mano che verrà a formarsi la figura (sempre sul presupposto che tale ipotesi si concretizzi effettivamente).
Quanto scrivo è frutto solamente di un ipotesi, fra l'altro relativa solo all'analisi del grafico, ma il lavoro è proprio quello di creare delle ipotesi e monitorarle per vedere se si realizzano o meno.
Oggi il dato del CPI migliore delle attese ed in discesa ha spinto inizialmente in alto le quotazioni che si sono poi raffreddate in attesa del rialzo dei tassi di domani e soprattutto in attesa del discorso di Powell.
Il momento è dominato dalla politica monetaria inasprita e dall'inflazione cui l'obbiettivo della Fed è riportarla al 2%. molto probabilmente domani i tassi verranno alzati dello 0,50% il che segnerebbe una diminuzione dell'intensità degli inasprimenti monetari, e comunque rimane che continua l'inasprimento monetario.
Il picco dei tassi è previsto per giu22, e sembra ritenersi che i tassi possano durare sui massimi per tutto il 2023 prima di essere diminuiti. Nel frattempo continua anche il QT. Nel 2023 è prevista con molte probabilità una recessione negli Usa, non è dato sapere se soft oppure hard.
Da un punto di vista del ciclo economico appare che gli usa siano in fase 4 rallentamento economico da tutto il 2022 e possano entrare in fase 1 (anno 2023) contrazione economica che può diventare recessione nel 2023 dove si ipotizza possano toccarsi i minimi di mercato.
Secondo la suddivisione del ciclo economico proposta da Pring appare che l'economia Usa si trovi in fase 6 in transizione per la fase 1, quella della contrazione economica che può sfociare in una recessione.
Le auto sono consumi durevoli ciclici, questo significa che le quotazioni risentono molto della fase del ciclo economico in cui si trovano. Generalmente performano meglio nella fase della ripresa economica (fase 2) fino a metà dell'espansione economica (fase 3), in quanto circa a metà dell'espansione economica si alza l'inflazione, pertanto si assiste generalmente (e come è avvenuto anche a gen21 e feb21) alla rotazione dei portafogli verso titoli difensivi (bilanci positivi da decenni, market cap alti , dividendi) e anticiclici.
Per questo motivo i beni ciclici sono i più volatili e di questi le growth sono ancora più voltatili.
Non è quindi questo il momento in cui i mercati sono propensi al rischio. La propensione al rischio tornerà nella fase 2 quella della ripresa economica. In quella fase i titoli, fra cui Rivian torneranno a performare meglio.
Molti ritengono comunque che la grande inflazione creata dalle banche centrali col QE , come dicevo prima, comporti un periodo di tassi mantenuti ai massimi, è inoltre condiviso che probabilmente i tassi, dopo i tagli, rimarranno fra il 2% ed il 3% per un congruo tempo (per evitare colpi di coda dell'inflazione come successe al Governatore Fed P. Volcker), non tornando più allo zero pre cento come è stato per la maggior parte del periodo dal 2009 al 2015 e dal 2020 fino al mar22 (è da notare che nel periodo dal 2015 al 2020 hanno raggiunto un picco solo del 2,5% mantenuto solo per 6 mesi. Questo ha fatto dire a JPM a lug 22 che l'epoca dei soldi facili è terminata.
Insomma il 2023 appare ancora un anno difficile, soprattutto il primo semestre.
Il prezzo di Rvian di oggi 13.12.22, dopo il minimo a 24,63$, ora alle 20.06 si trova a 25,26$, la chiusura del giorno prima è stata a 25,61$.
Da un punto di vista dell'azienda, essa ha certamente un market cap molto alto, soprattutto rispetto alle concorrenti non americane ed ovviamente è in perdita.
Produce solamente 2 auto e solo fuori strada, ha migliorato il volume di consegne, ma certamente è inserita in un mercato in cui sono molti e solidi i competitor. Ha sospeso la partnership con Mercedes per la costruzione di furgoni elettrici al fine di limitare le uscite di cassa in questo periodo di riduzione della liquidita di soldi in circolazione da parte della fed e così concentrarsi sul suo core business e all'espansione della sua capacità produttiva.
Ad ogni modo prevalgono gli sviluppi della politica monetaria e dei dati macro, rispetto alle notizie dell'azienda. Sono quindi più importanti i dati macro e di politica monetaria rispetto ai dati microeconomici dell'azienda.
Ripeto infine che l'ipotesi grafica formulata è sul presupposto che Rivian mantenga all'incirca i minimi del 05.07.22 e quindi mantenga i 24,48$ circa per formare un rimbalzo e vuole essere uno spunto di riflessione da monitorare in futuro, dovendo tenere presente che il 2023 si profila ancora un anno difficile, soprattutto con riferimento al prime semestre.





Commento:
Correggo: il picco dei tassi è previsto ovviamente per giugno 2023.
Commento:
Titolo chiude a 24,96$ (-2,54%) con RSI a 33,78 punti non proprio in ipervenduto, ma prossimo ad ipervenduto (valore da 30 in giù di RSI). Più si avvicina ad ipervenduto e più aumentano le possibilità di un rimbalzo tecnico. Rimane dubbio se mantenga o meno l'area di prezzo intorno a 24,48$ (minimo del 05.07.22). I trend di breve, medio e lungo sono ribassisti. Solo quello di breve, può, su ipervenduto, essere interessato da un rimbalzo tecnico. La mm20 si trova oggi a 29,14$
Declinazione di responsabilità

Le informazioni ed i contenuti pubblicati non costituiscono in alcun modo una sollecitazione ad investire o ad operare nei mercati finanziari. Non sono inoltre fornite o supportate da TradingView. Maggiori dettagli nelle Condizioni d'uso.