Marco_Bernasconi

FtseMIB, Dow Jones e S&P TOP, mentre il Nasdaq arranca

DJCFD:DJI   Indice Dow Jones Industrial Average
Le quotazioni delle azioni si sono aperte più alte, spingendo l'S&P 500 più vicino al record
Le azioni si stanno portando più in alto a Wall Street nelle prime contrattazioni di martedì, avvicinando l'S&P 500 al massimo storico che ha raggiunto a febbraio, prima che la pandemia di coronavirus facesse precipitare il mercato in un forte crollo.

L'S&P 500 è salito dello 0.2% nella prima parte della giornata, in linea con il suo ottavo aumento consecutivo. L'ultimo incremento delle azioni ha fatto seguito all'annuncio del presidente Donald Trump che aveva preso in considerazione la possibilità di ridurre le tasse sui redditi e sulle plusvalenze.

I titoli finanziari, industriali ed energetici hanno alimentato il guadagno. Gli investitori hanno continuato ad acquistare azioni di hotel, compagnie di crociera, compagnie aeree e banche. Il calo dei grandi titoli tecnologici come Apple e Microsoft ha tenuto a freno i guadagni del Nasdaq per il secondo giorno consecutivo. Questi titoli hanno ampiamente superato il resto del mercato quest'anno, in quanto gli investitori hanno scommesso che potrebbero ancora prosperare in un'economia di tipo stay-at-home.

Anche i mercati europei sono stati in crescita, e i mercati asiatici hanno chiuso con ampi guadagni. I rendimenti dei titoli del Tesoro sono aumentati, un altro segno di crescente ottimismo tra gli investitori. Anche i prezzi del petrolio sono saliti.

Il Dow Jones Industrial Average è salito di 292 punti, ovvero dell'1%, a 28.078. Il Nasdaq composite è scivolato dello 0,8%. L'indice Russell 2000 dei titoli delle piccole imprese ha registrato un incremento dello 0,8%.

Wall Street continua a guadagnare terreno, anche se l'economia americana in generale continua a lottare. Sebbene ci siano stati alcuni segnali positivi, tra cui un rapporto sull'occupazione di venerdì che ha mostrato un aumento delle assunzioni superiore al previsto nel mese di luglio, l'economia rimane ostacolata da un'elevata disoccupazione e da una riapertura irregolare da parte delle imprese, dato che il numero di nuovi casi confermati di coronavirus è aumentato nelle ultime settimane. Le prospettive di una piena ripresa economica sono offuscate dalla preoccupazione che la recrudescenza delle infezioni possa costringere l'economia a fare marcia indietro.

Le azioni senza precedenti della Federal Reserve per stabilizzare i mercati di questa primavera, tra cui l'aumento degli acquisti di obbligazioni, hanno reso le azioni interessanti rispetto ad altre attività e hanno dato ai trader abbastanza fiducia per continuare ad accumulare azioni.

L'S&P 500 ha subito un forte rimbalzo dopo il crollo di quasi il 34% di marzo. L'indice di riferimento ha quasi raggiunto il massimo record che aveva stabilito a febbraio, prima che la pandemia facesse precipitare l'economia in recessione.

Nel frattempo, gli investitori continuano a tenere d'occhio Washington per una nuova speranza di sopravvivenza per l'economia statunitense. I colloqui tra Democratici e Repubblicani su un nuovo pacchetto di aiuti economici sembrano essersi bloccati. Sabato, Trump ha emesso ordini esecutivi per estendere un sussidio già scaduto per i lavoratori disoccupati. I critici hanno detto che le iniziative non sono state sufficienti a sostenere l'economia e si sono chiesti come avrebbero funzionato.

L'incertezza è cresciuta con l'allargamento delle ostilità tra gli Stati Uniti e la Cina , le più grandi economie del mondo. Le due parti hanno in programma di tenere colloqui commerciali virtuali alla fine della settimana.

Nei mercati d'oltreoceano, il DAX tedesco è salito del 2,4%, mentre il CAC 40 di Parigi ha guadagnato il 2,8%. Il FTSE 100 della Gran Bretagna è salito dell'1,7% anche dopo che i nuovi dati hanno mostrato che l'occupazione è calata del massimo dalla crisi finanziaria globale del 2009.

Il rendimento del Tesoro decennale è salito allo 0,63% dallo 0,57% di lunedì scorso.

Il greggio statunitense di riferimento per la consegna di settembre è salito dell'1% a 42,35 dollari al barile. Il greggio Brent per la consegna di ottobre è salito dello 0,6% a 45,20 dollari al barile.

Commenti

Home Screener azioni Screener forex Screener cripto Calendario economico Come funziona Caratteristiche Grafico Costi Invita un amico Regolamento Centro di supporto Soluzioni per broker & siti web Widget Librerie grafiche Libreria grafica leggera Blog & Novità Twitter
Profilo Impostazioni profilo Account e fatturazione Amici invitati Coin I miei ticket di supporto Centro di supporto Idee pubblicate Follower Seguiti Messaggi Privati Chat Esci