mauricepriolo

FMIB itorno in area 36000

mauricepriolo Aggiornato   
TVC:FTMIB   Milano Italia Borsa Index
L'individuazione di una struttura generale o di una tendenza di lungo termine è essenziale per individuare massimi e minimi di mercato rilevanti dai quali poi costruire ragionamenti successivi. Dal grafico settimanale si nota come l'iindice italiano sia uscito dalla decennale zona id consolidamento delimitata dal livello di 24550 (massimo di ott 09) ed avendo fatto base sui 12300 punti si dirige verso area 36000. il livello di 24550-24440 farà da spartiacque per qualunque valutazione riguardi borsa italiana. l'Obiettivo rimane 36000 senza tante manfrine. La lunghissima base di accumulazione necessaria evidentemente per riassorbire il crollo del mercato italiano del 2009, ha trovato nel mnimo della pandemia marzo 2020 e nel minimo di ottobre 2022 due punti rilevanti intanto perchè sono crescenti ma poi perche in sequenza hanno portato a disegnare una struttura rialzista con il minimo di marzo 2023 che va a consolidare il livello di 24500 porta a centrare il primo target risalente al massimo di agosto 2008, ed aggancia l'area dei 28000 che fa da trampolino di lancio per il successivo step. L'analisi grafica scopre le carte e ci propone una figura classica (tazza e manico) con proiezione 36000 e base minimo 2022, la formazione di un'onda impulsiva a superamento del massimo di gennaio del 2022 posto a 28212. Da questa struttura quindi si ricava una tendenza di fondo che rimane immutata (il ritorno in area 36000) fino a quando il FTMIB staziona sopra 24440, che lo possa fare in un intorno di tempo ragionevole se riesce a consolidare ed accelerare sul livello di 28000 punti, mantenga il minimo di agosto 2023 a 27566 che fa da campanello di allarme per rivedere la sequenza dei minimi crescenti che si è originata da settembre 2022
Commento:
Il mese di ottobre è stato in assoluto il piu complicato per il derivato italiano .E stato il terzo mese di consolidamento che ha portato a testare la ema mensile a 10 che regge il trend di rialzo in atto. La iapertura del mese di novembre ci ha dato convinzione che il FIB possa riprendere il suo cammino verso i 30000 punti e completare lo scenario descritto in questo trade. Ci sono due conferme necessiarie. La prima che si è gia verificata ed e' il consolidamento grafico del livello di 28100. Fino a quando rimaniamo sopra valgono tutte le considerazioni fatte per avere un mercato impostato al rialzo. Se lo perdiamo gli scenari vanno rivisti. Vi è una seconda conferma, l'uscita che rompe la sequenza di tre massimi decrescenti che potrà avvenire solo a superamento dell'ultimo massimo. Per evitare le oscillazioni tipiche di mercati poco spessi come il nostro, la seconda conferma va anticipata ma con regole ferree e disciplina. L'indice italiano fa da vento a favore per chi investe sui titoli ed a rotazione i bancari prima (Unicredit , INtesa, BAMI, BPER , BMPSO) E gli industriali (STELLANTIS) potranno beneficiare. Interessanti titoli come Altea Green Power, MAIRE TECNIMONT, D'amico.
Commento:
IL mese di novembre ha confermato il potenziale di rialzo tenendo egregiamente il livello dei 28100 punti per proitettarsi nella fascia dei 29 mila punti. Ieri abbiamo assistito al primo storno che dovrà contenersi in un range tra 29090 e 28880 per confermare le proiezioni di rialzo previste da qui a fine anno. I titoli da seguire rimangono sempre gli stessi, aggiungeremo IVECO che pare essere abbastanza sottovalutata anche se ancora il quadro grafico non da particolari spunti.
Trade attivo:
Il massimo precedente sul livello di 29759 che arrotondiamo al livello psicologico dei 30000 tiene nel mese di dicembre ed in queste prime settimane di gennario del nuovo anno. La struttura grafica dell'indice con il supporto fissato al 26 ottobre 2023 ci da la dimensione e l'estensione della gamba di rialzo che ha portato a segnare un top di fine anno da cui adesso stiamo consolidanto. Tutti i titoli italiano che hanno il minimo tra il 26 ottobre o nelle date vicine e che hanno sviluppato una gamba di rialzo hanno un struttura molto correlata all'indice e ne seguiranno le sorti, positive nel caso dei 36000 . Questa informazione aiuta a calcolare target di periodo con una buona approssimazione. Cito per alcuni saras, iveco, intesa san paolo , ma anche unicreidi. Occorre prestare attenzione ai diversi beta per ciascuna azione ma se la fascia dei 30000 sarà confermata nelle prossime sedute è nelle corde dell'indice raggiungere i 36000 e tirarsi titoli ben correlati che da qui a qualche giorno andremo a postare nella sezione. Se queste analisi sono di gradimento vi invito a dare un feedback , visto l'alto valore di visualizzazione,
Declinazione di responsabilità

Le informazioni ed i contenuti pubblicati non costituiscono in alcun modo una sollecitazione ad investire o ad operare nei mercati finanziari. Non sono inoltre fornite o supportate da TradingView. Maggiori dettagli nelle Condizioni d'uso.