Marco_Bernasconi

Cambiamo le nostre abitudini e facciamo ciò che...

INDEX:FTSEMIB   FTSE MIB INDEX
...non siamo abituati a fare.
Ci sono dei momenti molto particolari nella vita in cui bisogna saper abbandonare tutto ciò a cui eravamo legati e che ci dava sicurezza.
Una di queste era il mercato americano sovraperforma sempre quello europeo e quindi dovendo scegliere sempre meglio essere lunghi in USA e short in Italia.
Però tutto questo non è stato vero negli ultimi due mesi appena trascorsi di maggio giugno.
Se paragoniamo gli indici americani S&P e Dow Jones con i nostri europei e addirittura anche con il MIB non notiamo la differenza a cui siamo abituati.
Al contrario il Dax ha sovraperformato l’SP.
Perché tutto questo è avvenuto?
Soprattutto per la capacità che hanno avuto i governi europei, con una maggiore rigidità nella fase di Lockdown, di controllare la curva dei contagi.
Al contrario degli, almeno ad oggi che sto scrivendo, stati Uniti .
Il coronavirus sta dettando gli investimenti mondiali e quindi vediamo che si direzionano verso quei luoghi del mondo dove sembra che il problema sia stato superato.
In precedenza, era stata la Cina ad attirare i capitali.
La Cina che è stata la prima ad avere problemi ma anche la prima a risolverli.
Poi analogamente l’Europa.
Ecco spiegata la particolare resilienza del mercato italiano in questo ultimo periodo che poteva apparire assolutamente anomala, ma che diventa normale in un contesto anomalo-
Oltre ad una motivazione geografica c’è anche una motivazione di composizione degli indici, è noto che il Nasdaq è costituito specialmente da titoli della New economy, mentre i listini europeito ai titoli della liDella Old economy e quindi a titoli ciclici.
Questi titoli in questo momento in cui c’è stato una rotazione settoriale che aveva sì premiato anche S&P e Down Jones ha premiato più largamente i listini europei.
Questo perché un investitore mondiale se deve comprare un bancario a parità di settore va a cercare quello più economico ed è risaputo che le Valutazioni europee sono molto più convenienti di quelle USA.
Questo per quanto riguarda il recentissimo passato ma adesso che cosa bisognerebbe comprare?
Secondo me, adesso, e almeno fintanto che dagli Stati Uniti continuano ad arrivare notizie di scarso controllo del virus e del numero dei contagi in salita.
Meglio rimanere sull’Europa e credo che anche dagli Stati Uniti stiano facendo la stessa cosa anche considerando che investendo in Europa hanno anche il beneficio del cambio in quanto l’euro si è rafforzato rispetto al dollaro.
Tutto dovrebbe tornare alla normalità quando anche questa fase sarà finita.
Però per il momento scordiamoci la vecchia sana abitudine di andare LONG su USA e SHORT Italia e una volta tanto prendiamoci la soddisfazione di andare Long Italia (e magari soprattutto Long Dax ) e short USA.
Non credo che ricapiterà spesso nella vita e quindi vale la pena di averlo sottolineato.
Buongiorno buon inizio settimana da Marco Bernasconi.

N.B.: Le analisi e le operazioni da me pubblicate sono personali e non costituiscono una sollecitazione all'investimento o al risparmio pubblico o alla diffusione di qualunque strumento o servizio di intermediazione, né consigli personalizzati ai sensi del TUF , si tratta in realtà di mie opinioni e operazioni personali.