Peter_Braganti

WisdomTree Tactical Update - 02.06.2021

INDEX:FTSEMIB   FTSE MIB INDEX
131 visualizzazioni
6
Indici manifatturieri boom in Usa ed Europa. La ripresa e’ forte.

Inflazione europea al 2%, spinta dai prezzi del petrolio.

Il Prezzo del petrolio si impenna dopo la rinione “lampo” dell‘Opec+.

Le Borse mondiali consolidano i massimi storici.


La ripresa economica accelera in Europa e le vaccinazioni stanno producendo il risultato desiderato di ridurre contagi, morti ed ospedalizzazioni. Spinti da una prospettiva favorevole, i listini europei sono saliti ieri, 1’ giugno, a nuovi massimi recenti, per poi ripegare attorno alla parita’ a fine giornata.
Il Ftse Mib italiano, arrivato a guadagnare +0,6%, oltre i 25.500 punti, ha segnato il nuovo massimo post pandemia, superando il livello di 25.478 del 19 febbraio 2020, prima che scoppiasse l'epidemia di Covid-19. Il DAX tedesco, +0,10%, conferma i massimi storici, similmente al CAC 40 francese, +0,05%.
Gli investitori, che a inizio seduta avevamo celebrato dati macro molto forti buoni sulla manifattura, hanno poi risentito del dato sull’inflazione dell’area Euro , salita da 1,6% di aprile a 2,0% di maggio, e dell’apertura incerta di Wall Street.
In effetti, la stima flash di Eurostat (European Union official statistical information) di maggio tocca il 2%, a lungo indicato dall’ECB (Banca Centrale europea) come il livello target ottimale: tuttavia e’ la velocita’ con cui ci si e’ arrivati a creare qualche preoccupazione.
La componente “energetica” rivela il tasso di crescita anni su anno piu’ alto, +13,1% dal 10,4% ad aprile, seguita, a grande distanza, dai servizi, +1,1% da 0,9%, dai beni industriali ex energy, +0,7% da 0,4%, e da alimentari, alcol e tabacco, +0,6%, invariati su aprile.
Escludendo la componente energetica, il tasso di inflazione è 0,9% anno su anno, molto piu’ contenuto che negli Usa.
Gli indici manifatturieri europei, come dicevamo, confermano la forza della ripresa e l’Indice Pmi (Purchasing Manager Index) ha segnato il terzo record assoluto consecutivo assoluto in maggio, con una progressione che non ha precedenti nei quasi 25 anni di rilevazioni. L’indice e’ salito a 63,1 in maggio, da 62,9 di aprile.
Il secondo trimestre dell’anno pertanto, per la manifattura europea, potrebbe ben figurare anche nel confronto con lo stesso periodo 2019, mentre il balzo rispetto al 2’ trimestre 2020 sara’ “favorito” dal contesto emergenziale assoluto della primavera dello scorso anno. Anche in Italia, l'indice è cresciuto molto bene, a 62,3.
Wall Street, chiusa lunedì 31 maggio per il Memorial day, ha vissuto ieri, 1’ giugno, una giornata di conferma dei record recenti, con analisti e investitori che oscillano tra l’ottimismo dei principali dati macro ed il deciso calo dei nuovi casi di Covid-19, e la paura per l’inflazione: Dow Jones +0,13%, S&P500 -0,05%, Nasdaq -0,09%.
In effetti, nel pomeriggio di ieri, sono stati accolti con favore i dati record di maggio sul Pmi manifatturiero Usa, salito a 62,1 punti da 60,5 di aprile, e quelli, sopra le attese, dell'Ism manifatturiero (Institute for the supply management), cresciuto a 61,2 da 60,7 di aprile.
Quasi in contemporanea, tuttavia, l’atteso dato sull’inflazione Pce (Personal consumption expenditures price index) , ha fatto segnare i massimi degli ultimi 13 anni, con una variazione anno su anno del 3,6%, ed una mesile dello 0,6%. La speranza e’ che si verifichi un picco tra maggio e giugno, e che successivamente il fenomeno si attenui.
Di cio’ (transitorieta’ del fenomeno) continua a dirsi convinta la Fed (Banca Centrale Americana), secondo la quale l’attuale dinamica dei prezzi non suggerisce cambiamenti alla sua politica monetaria molto accomodante.
La veloce, meno di un’ora, riunione mensile dell'Opec+ (13 Paesi esportatori di petrolio+partners), svoltasi ieri, 1’ giugno, ha confermato l'impegno assunto lo scorso aprile di ridurre gradualmente i tagli alla produzione in vigore dalla primavera 2020, che significa un aumento dell’offerta di circa 2 milioni di barili/giorno nell’arco del trimestre maggio/luglio 2021.
Dopo l’annuncio della decisone, il greggio Wti (west Texas intermediate) è salito oltre il 3%, superando i 68 Dollari/barile. Si rischia di vederne la ricaduta sull’inflazione dei prossimi 2 mesi.
Sul versante del reddito fisso, l’allarme tassi sembra rientrato. Il rendimento del BTP decennale italiano, e’ ritornato sotto 0,90% (ore 12.20 CET ), nonostante i dati macro esplosivi e quelli dell’inflazione sopra le attese.
Lo spread tra il BTP decennale italiano e l’omologo tedesco resta in area 109 bps , in “rientro” dai 123 bps del 19 aprile.
Stamane, le chiusure asiatiche rivelano debolezza delle borse cinesi: Shanghai -0,78%, Shenzhen-1,18%. Il Nikkei giapponese e’ salito +0,46%, il Kospi50 coreano ha perso il -0,29%.
Il listini europei sono in lieve rialzo, +0,2% medio (ore 12.30 CET ). L’oro e’ immobile attorno a 1.900 Dollari/oncia, consolidanto i progressi recenti.

Informazioni importanti
Comunicazioni emesse all’interno dello Spazio economico europeo (“SEE”): Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree Ireland Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Central Bank of Ireland.
Comunicazioni emesse in giurisdizioni non appartenenti al SEE: Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree UK Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority del Regno Unito.
Per fare riferimento a WisdomTree Ireland Limited e a WisdomTree UK Limited si utilizza per entrambe la denominazione “WisdomTree” (come applicabile). La nostra politica sui conflitti d’interesse e il nostro inventario sono disponibili su richiesta.
Solo per clienti professionali. Le informazioni contenute nel presente documento sono fornite a titolo meramente informativo e non costituiscono né un’offerta di vendita né una sollecitazione di un’offerta di acquisto di titoli o azioni. Il presente documento non deve essere utilizzato come base per una qualsiasi decisione d’investimento. Gli investimenti possono aumentare o diminuire di valore e si può perdere una parte o la totalità dell’importo investito. Le performance passate non sono necessariamente indicative di performance future. Qualsiasi decisione d’investimento deve essere basata sulle informazioni contenute nel Prospetto informativo di riferimento e deve essere presa dopo aver richiesto il parere di un consulente d’investimento, fiscale e legale indipendente.
Il presente documento non è, e in nessun caso deve essere interpretato come, una pubblicità o qualsiasi altro strumento di promozione di un’offerta pubblica di azioni o titoli negli Stati Uniti o in qualsiasi provincia o territorio degli Stati Uniti . Né il presente documento né alcuna copia dello stesso devono essere acquisiti, trasmessi o distribuiti (direttamente o indirettamente) negli Stati Uniti .
Il presente documento può contenere commenti indipendenti sul mercato redatti da WisdomTree sulla base delle informazioni disponibili al pubblico. Benché WisdomTree si adoperi per garantire l’esattezza del contenuto del presente documento, WisdomTree non garantisce né assicura la sua esattezza o correttezza. Qualsiasi terzo fornitore di dati di cui ci si avvalga per reperire le informazioni contenute nel presente documento non rilascia alcuna garanzia o dichiarazione di sorta in relazione ai suddetti dati. Laddove WisdomTree abbia espresso dei pareri relativamente al prodotto o all’attività di mercato, si ricorda che tali pareri possono cambiare. Né WisdomTree, né alcuna consociata, né alcuno dei rispettivi funzionari, amministratori, partner o dipendenti, accetta alcuna responsabilità per qualsiasi perdita, diretta o indiretta, derivante dall’utilizzo del presente documento o del suo contenuto.
Il presente documento può contenere dichiarazioni previsionali, comprese dichiarazioni riguardanti le attuali aspettative o convinzioni in relazione alla performance di determinate classi di attività e/o settori. Le dichiarazioni previsionali sono soggette a determinati rischi, incertezze e ipotesi. Non vi è alcuna garanzia che tali dichiarazioni siano esatte, e i risultati effettivi possano discostarsi significativamente da quelli previsti in dette dichiarazioni. WisdomTree raccomanda vivamente di non fare indebito affidamento sulle summenzionate dichiarazioni previsionali.
I rendimenti storici ricompresi nel presente documento potrebbero essere basati sul back test, ossia la procedura di valutazione di una strategia d’investimento, che viene applicata ai dati storici per simulare quali sarebbero stati i rendimenti di tale strategia. Tuttavia, i rendimenti basati sul back test sono puramente ipotetici e vengono forniti nel presente documento a soli fini informativi. I dati basati sul back test non rappresentano rendimenti effettivi e non devono intendersi come un’indicazione di rendimenti effettivi o futuri.




Commenti

Home Screener azioni Screener forex Screener cripto Calendario economico Su di noi Caratteristiche Grafico Costi Invita un amico Regolamento Centro di supporto Soluzioni per broker & siti web Widget Librerie grafiche Libreria grafica leggera Blog & Novità Twitter