Peter_Braganti

WisdomTree - Tactical Daily Update - 18.10.2022

TVC:NDQ   US 100 INDEX
Mercati azionari ancora in recupero: il “risk-on mood” e’poco spiegabile.
Trimestrali grandi banche Usa mostrano ricavi in crescita, grazie ai tassi.
Il Presidente cinese Xi’ verso il 3’ mandato: promette continuita’.
Scendono ancora I prezzi del gas in Europa: l’UE verso un accordo?

Ieri, 17 ottobre, per Wall Street, un’altra seduta di cospicui rialzi: il Dow Jones è tornato sopra 30.000, grazie alle convincenti relazioni trimestrali di alcune big bancarie. In Europa il ripensamento del Governo britannico sul programma di tagli fiscali ha ridato slancio a Sterlina, Gilts (titoli del debito inglese) e, in generale, a tutte le Borse del “vecchio cont inente”.

Ottime chiusure delle borse europee, appena sotto i massimi di seduta: Milano +1,8%, Francoforte +1,6%, Parigi, Londra e Madrid +1,2%. Wall Street ha fatto ancora meglio: Dow Jones +1,9%, S&P500 +2,7% e Nasdaq +3,4%!

Il fronte “caldissimo” britannico registra il drastico cambio di direzione del Cancelliere dello Scacchiere (Ministro delle Finanze) Hunt, che ha annunciato la sostanziale cancellazione di sconti e agevolazioni fiscali annunciate solo 3 settimane dal predecessore Kwarteng.

Se da un lato il cambio di rotta del Governo fa tremare la poltrona del neo Premier Liz Truss, a meno di 7 settimane dalla sua nomina, dall’altro i mercati plaudono alla prospettiva di una ritrovata “ortodossia” nei conti pubblici del Regno Unito.

Notevoli i recuperi di Sterlina, risalita a 1,142 vs Dollaro, da 1,06 di pochi giorni fa, e dei titoli governativi: il rendimento del Gilt 10 anni e’ tornato sotto il +4%, dopo essersi impennato sino a +5% a meta’ della scorsa settimana.

I numeri del 3’ trimestre delle blue chips bancarie americane, pur facendo registrare cali dell’utile netto, evidenziano ricavi (margine di intermediazione) in crescita, grazie ai tassi di interesse in ascesa. Ieri hanno superato le attese di consenso sia Bank of America che Bank of New York-Mellon, mentre Goldman Sachs rilascia i suoi dati oggi pomeriggio.

Attenzione pero’ che, fuori del comparto bancario, la musica potrebbe essere diversa: attenzione ai numeri di Netflix (martedì 18), Tesla e P&G (mercoledì 19) e, a partire da giovedi’ 20, a quelli di molti big-tech.

Le stime di consenso per la stagione della trimestrali sono piuttosto caute: secondo il “consensus” misurato da FactSet, gli utili netti delle società dello S&P500 aumenterebbero solo +2,4% anno su anno: nulla di tragico, ma sarebbe comunque il peggior risultato degli ultimi 2 anni.
La “reporting season” del 3’ trimestre si colloca comunque in un contesto preoccupato per la persistenza dell’alta inflazione ed il correlato atteggiamento restrittivo delle banche centrali, che tendono ad aggravare la prospettiva di un'economia globale gia’ in rallentamento.


Dalla Federal Reserve (FED- Banca Centrale Usa) il mercato si aspetta un rialzo di 75 bps a novembre.

Sul fronte macro USA segnaliamo il calo sopra le previsioni dell'indice manifatturiero NY-Empire State: -9,1 vs 4 atteso e-1,5 precedente, in ottobre. Il dato segnala rallentamento dell'economia manufatturiera, ma altri dati congiunturali su consumi, fiducia delle famiglie e domanda di servizi continuano ad indicare un andamento congiunturale ancora robusto e resiliente.

Il prezzo del metano europeo e’ ai minimi da giugno, grazie ai progressi registrati dalla Commissione Ue nel dare un tetto a prezzi e volatilita’ del gas. Inoltre i livelli di stoccaggio strategico nei principali paesi europei hannno raggiunto livelli massimi prima del previsto. Il prezzo del gas naturale sulla piattaforma TTF-Amsterdam e’ sceso ieri -7%, a 132 Euro/mwh.

La bozza di proposta della Commissione prevede la definizione entro fine anno di un nuovo benchmarck nei rapporti coi fornitori, e mette in discussione il valore parametrico sino ad oggi attribuito alla piattaforma TTF: da qualche mese essa e’ oggetto di crescenti dubbi circa la capacita’ di riflettere le effettive condizioni del mercato.

Una minor volatilità dei prezzi sara’ ricercata dall'Unione Europea piu’ che attraverso un “tetto massimo” al prezzo, per mezzo di un "corridoio dinamico" e temporaneo. Intanto stamane il prezzo del metano in Europa perde ancora -7,7%, toccando 118 Euro/megawattora (ore 11.00 CET). Il prezzo del petrolio e’ stabile: il WTI (West Texas Intermediate), consegna novembre, segna 86 Dollari/barile.

Sul mercato obbligazionario l’atmosfera e’ piu’ rilassata ed in Europa spicca il calo dello spread di rendimento tra BTP decennale italiano e omologo Bund tedesco: 238 punti-base, dai 245 di ieri, col rendimento del BTP benchmark sceso a 4,60% da 4,80% della chiusura di venerdì 14. Il Treasury decennale Usa rende +3.97%, pressoche’ invariato da 2 sedute (ore 13.30 CET).

Stamattina, Borse asiatiche ben intonate: Nikkei giapponese +1,4% Hang-Seng di Hong-Kong +1.1%: piu’ deboli i listini domestici cinesi: Shanghai +0,1%, Shenzhen +0.2%, mentre si svolge la terza gionata del 20’ Congresso del Partito comunista cinese: dall’atteso discorso del Presidente Xi-Jinping non sono emersi elementi di novità sulla politica fiscale ed economica del Governo.

Mattinata di decisi rialzi per borse europee, in media oltre +1,2% (ore 13.30 CET), mentre anche i futures su Wall Street indicano riaperture attorno +1%. Sembra consolidarsi tra gli investitori un’accresciuta propensione al rischio, che sara’ messa alla prova dalla stagione delle trimestali e dal “tightening” della politica monetaria.

Informazioni importanti
Comunicazioni emesse all’interno dello Spazio economico europeo (“SEE”): Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree Ireland Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Central Bank of Ireland.
Comunicazioni emesse in giurisdizioni non appartenenti al SEE: Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree UK Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority del Regno Unito.
Per fare riferimento a WisdomTree Ireland Limited e a WisdomTree UK Limited si utilizza per entrambe la denominazione “WisdomTree” (come applicabile). La nostra politica sui conflitti d’interesse e il nostro inventario sono disponibili su richiesta.
Solo per clienti professionali. Le informazioni contenute nel presente documento sono fornite a titolo meramente informativo e non costituiscono né un’offerta di vendita né una sollecitazione di un’offerta di acquisto di titoli o azioni. Il presente documento non deve essere utilizzato come base per una qualsiasi decisione d’investimento. Gli investimenti possono aumentare o diminuire di valore e si può perdere una parte o la totalità dell’importo investito. Le performance passate non sono necessariamente indicative di performance future. Qualsiasi decisione d’investimento deve essere basata sulle informazioni contenute nel Prospetto informativo di riferimento e deve essere presa dopo aver richiesto il parere di un consulente d’investimento, fiscale e legale indipendente.
Il presente documento non è, e in nessun caso deve essere interpretato come, una pubblicità o qualsiasi altro strumento di promozione di un’offerta pubblica di azioni o titoli negli Stati Uniti o in qualsiasi provincia o territorio degli Stati Uniti. Né il presente documento né alcuna copia dello stesso devono essere acquisiti, trasmessi o distribuiti (direttamente o indirettamente) negli Stati Uniti.
Il presente documento può contenere commenti indipendenti sul mercato redatti da WisdomTree sulla base delle informazioni disponibili al pubblico. Benché WisdomTree si adoperi per garantire l’esattezza del contenuto del presente documento, WisdomTree non garantisce né assicura la sua esattezza o correttezza. Qualsiasi terzo fornitore di dati di cui ci si avvalga per reperire le informazioni contenute nel presente documento non rilascia alcuna garanzia o dichiarazione di sorta in relazione ai suddetti dati. Laddove WisdomTree abbia espresso dei pareri relativamente al prodotto o all’attività di mercato, si ricorda che tali pareri possono cambiare. Né WisdomTree, né alcuna consociata, né alcuno dei rispettivi funzionari, amministratori, partner o dipendenti, accetta alcuna responsabilità per qualsiasi perdita, diretta o indiretta, derivante dall’utilizzo del presente documento o del suo contenuto.
Il presente documento può contenere dichiarazioni previsionali, comprese dichiarazioni riguardanti le attuali aspettative o convinzioni in relazione alla performance di determinate classi di attività e/o settori. Le dichiarazioni previsionali sono soggette a determinati rischi, incertezze e ipotesi. Non vi è alcuna garanzia che tali dichiarazioni siano esatte, e i risultati effettivi possano discostarsi significativamente da quelli previsti in dette dichiarazioni. WisdomTree raccomanda vivamente di non fare indebito affidamento sulle summenzionate dichiarazioni previsionali.
I rendimenti storici ricompresi nel presente documento potrebbero essere basati sul back test, ossia la procedura di valutazione di una strategia d’investimento, che viene applicata ai dati storici per simulare quali sarebbero stati i rendimenti di tale strategia. Tuttavia, i rendimenti basati sul back test sono puramente ipotetici e vengono forniti nel presente documento a soli fini informativi. I dati basati sul back test non rappresentano rendimenti effettivi e non devono intendersi come un’indicazione di rendimenti effettivi o futuri.




Per ulteriori informazioni:

bit.ly/wisdomtree-daily-update
Declinazione di responsabilità

Le informazioni ed i contenuti pubblicati non costituiscono in alcun modo una sollecitazione ad investire o ad operare nei mercati finanziari. Non sono inoltre fornite o supportate da TradingView. Maggiori dettagli nelle Condizioni d'uso.