Peter_Braganti

WisdomTree Tactical Update - 02.09.2021

TVC:SILVER   CFD Argento (US$/OZ)
Riunione Opec+ conferma graduali incrementi. Stabile il prezzo del greggio.
Il Governo cinese prosegue le strette regolamentari, la crescita rallenta.
La manufattura europea e’ in espansione, ma decelera.
Cresce allarme inflazione in Europa, in vista del meeting BCE del 9 settembre.


La prima seduta di settembre ha visto il parziale ritorno dell’ottimismo sul versante della ripresa economica post-pandemia, come rivelano le performances relativamente piu’ brillanti dei titoli legati al turismo, ai trasporti ed ai consumi personali.

I listini azionari europei hanno recuperato in media il +0,5% (Stoxx600 Europe) e Piazza Affari (Borsa Italiana) il +0,66%. Ulteriori conferme dei record recenti si registrano a Wall Street, col Nasdaq che aggiorna il suo massimo storico col +0,33%, lo S&P500 +0,03%, mentre il Dow Jones e’ arretrato frazionalmente, -0,14%. La volatilità, misurata dall’indice VIX a 16,1 punti, e’ vicino ai minimi dell’anno.

Inflazione e politica monetaria delle Banche Centrali sono i temi dominanti della scena finanziaria, al momento. L'inflazione nell’area Euro e’ salita a +3,0% in agosto sebbene la Banca Centrale Europea sia convinta che in autunno o all'inizio del prossimo anno possa tornare a scendere verso l'obiettivo del 2%.

Sul tema , tuttavia, esistono opinioni differenti: il Presidente della Bundesbank Jens Weidmann, ieri 1’ settembre, similmente a quanto affermato nei giorni scorsi dall’austriaco Robert Holzmann e dell'olandese Klaus Knot, ha dichiarato che l’inflazione europea rischia di superare le stime della BCE , poiche’ i fattori temporanei che hanno determinato il picco estivo continueranno a “filtrare” a valle.

Secondo Weidmann, l'economia è in piena espansione, seppur afflitta dai colli di bottiglia nell’approvvigionamento di diversi fattori produttivi, e la Bce dovrebbe preparare la conclusione del programma di acquisti di emergenza del programma Pepp (Pandemic Emergency Purchase program).

In generale, i dati macroeconomici recenti descrivono un andamento positivo ma sobbalzante dell’economia manifatturiera globale: ieri, 1’ settembre, l'indice Caixin PMI (Purchasing managers Index) cinese, sotto quota 50, ha confermato un agosto in frenata.

Pur ancor largamente in area di espansione, un certo rallentamento emerge dalla stessa indagine Pmi di Germania e Francia: l’Italia ha fatto eccezione, con un dato in ascesa a 60,9, contro 60,3 di luglio. Il PMI manifatturiero europeo e’ sceso a 61,4, da 62,8 di luglio, e vicino alle stime di 61,5.

Spostandoci negli Stati Uniti , nel mese di agosto il settore privato ha creato meno posti di lavoro delle attese, e sembra fare il paio con la prudenza del Chaiman della FED Powell sul tema della riduzione degli stimoli all'economia Usa. I mercati, ma soprattutto la Federal Reserve , aspettano con apprensione i dati piu’ completi sul mercato del lavoro, in uscita domani.

Ieri l'Opec+ (Riunione dei 13 maggiori esportatori + partners), ha deciso di confermare gli incrementi di produzione concordati a giugno, mentre circola, senza conferme, l’ipotesi di aumenti “non concordati” della produzione Russa. Il prezzo del freggio WTI, in movimento laterale da una settimana, sale stamane del +0,5% a 68,9 Dollari/barile.

Il Governo cinese continua la sua accelerazione dirigista sul mondo degli affari, in preparazione delle decisioni che il prossimo Plenum del Partito comunista prendera’ sul fronte della “prosperità condivisa”. Il Ministero dei Trasporti, l’Authority sulle reti informatiche e quella dei mercati finanziari hanno comunicato di aver convocato i vertici di undici aziende di “ride-hailing” (consegne a domicilio, soprattutto di cibo), invitandole al rispetto delle regole verso i dipendenti e sulla privacy dei dati.

L’effetto del nuovo intervento normativo sulle Borse cinesi appare, stamattina 2 settembre, piuttosto marginale: l’indice CSI 300 di Shanghai e Shenzen segna -0,3%, l’Hang Seng di Hong Kong +0,1%, mentre il Kospi coreano perde il -0,9%, dopo che ad agosto l’inflazione è risultata pari a +2,6%, sopra le stime di +2,4%. Il Nikkei giapponese ha guadagnato il +0,3%, aiutato da numeri migliori sui contagi Covid.

Sul mercato valutario ben poche novita’, col Dollaro tendenzialmente debole attorno a 1,184 verso Euro . Altrettanto tranquillo il comparto del “reddito fisso”, dove il rendimento del Treasury Note Usa decennale e’ sceso a +1,28% (ore 13.00 CET ). Il Bitcoin sale del 4% e rivede i 50.000 Dollari.

Poche novita’ sul versante dei metalli preziosi, con l’oro invariato a 1.814 Dollari/oncia, l’argento a -0,2% ed il platino a -0,7%. (ore 13.15 CET ).

La mattinanta europea vede i listini azionari immobili, con tendenza al recupero per i titoli dei comparti piu’ sensibili alle “riaperture”. I future su Wall Street indicano aperture leggermente positive, tra cui si nota il +0,2% per il Nasdaq.

Per quanto riguarda i dati odierni, nel pomeriggio sono attese le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti . Gli analisti prevedono una rilevazione in area 345 mila unità.

Informazioni importanti
Comunicazioni emesse all’interno dello Spazio economico europeo (“SEE”): Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree Ireland Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Central Bank of Ireland.
Comunicazioni emesse in giurisdizioni non appartenenti al SEE: Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree UK Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority del Regno Unito.
Per fare riferimento a WisdomTree Ireland Limited e a WisdomTree UK Limited si utilizza per entrambe la denominazione “WisdomTree” (come applicabile). La nostra politica sui conflitti d’interesse e il nostro inventario sono disponibili su richiesta.
Solo per clienti professionali. Le informazioni contenute nel presente documento sono fornite a titolo meramente informativo e non costituiscono né un’offerta di vendita né una sollecitazione di un’offerta di acquisto di titoli o azioni. Il presente documento non deve essere utilizzato come base per una qualsiasi decisione d’investimento. Gli investimenti possono aumentare o diminuire di valore e si può perdere una parte o la totalità dell’importo investito. Le performance passate non sono necessariamente indicative di performance future. Qualsiasi decisione d’investimento deve essere basata sulle informazioni contenute nel Prospetto informativo di riferimento e deve essere presa dopo aver richiesto il parere di un consulente d’investimento, fiscale e legale indipendente.
Il presente documento non è, e in nessun caso deve essere interpretato come, una pubblicità o qualsiasi altro strumento di promozione di un’offerta pubblica di azioni o titoli negli Stati Uniti o in qualsiasi provincia o territorio degli Stati Uniti . Né il presente documento né alcuna copia dello stesso devono essere acquisiti, trasmessi o distribuiti (direttamente o indirettamente) negli Stati Uniti .
Il presente documento può contenere commenti indipendenti sul mercato redatti da WisdomTree sulla base delle informazioni disponibili al pubblico. Benché WisdomTree si adoperi per garantire l’esattezza del contenuto del presente documento, WisdomTree non garantisce né assicura la sua esattezza o correttezza. Qualsiasi terzo fornitore di dati di cui ci si avvalga per reperire le informazioni contenute nel presente documento non rilascia alcuna garanzia o dichiarazione di sorta in relazione ai suddetti dati. Laddove WisdomTree abbia espresso dei pareri relativamente al prodotto o all’attività di mercato, si ricorda che tali pareri possono cambiare. Né WisdomTree, né alcuna consociata, né alcuno dei rispettivi funzionari, amministratori, partner o dipendenti, accetta alcuna responsabilità per qualsiasi perdita, diretta o indiretta, derivante dall’utilizzo del presente documento o del suo contenuto.
Il presente documento può contenere dichiarazioni previsionali, comprese dichiarazioni riguardanti le attuali aspettative o convinzioni in relazione alla performance di determinate classi di attività e/o settori. Le dichiarazioni previsionali sono soggette a determinati rischi, incertezze e ipotesi. Non vi è alcuna garanzia che tali dichiarazioni siano esatte, e i risultati effettivi possano discostarsi significativamente da quelli previsti in dette dichiarazioni. WisdomTree raccomanda vivamente di non fare indebito affidamento sulle summenzionate dichiarazioni previsionali.
I rendimenti storici ricompresi nel presente documento potrebbero essere basati sul back test, ossia la procedura di valutazione di una strategia d’investimento, che viene applicata ai dati storici per simulare quali sarebbero stati i rendimenti di tale strategia. Tuttavia, i rendimenti basati sul back test sono puramente ipotetici e vengono forniti nel presente documento a soli fini informativi. I dati basati sul back test non rappresentano rendimenti effettivi e non devono intendersi come un’indicazione di rendimenti effettivi o futuri.








Per ulteriori informazioni:

https://bit.ly/wisdomtree-daily-update