TVC:USOIL   CFD Petrolio WTI
497 visualizzazioni
10
Abbiamo seguito questo tema assieme nelle ultime settimane.
Negli ultimi report avevamo evidenziato che tra maggio e giugno il mercato si starebbe stabilizzato a causa della contemporanea presenza di un graduale recupero della domanda e di tagli alla produzione.
Tale “previsione”, (non siamo dei guru, ci limitiamo ad elaborare dati e fare alcune considerazioni su di essi) si e’ rivelata corretta. Il prezzo del petrolio sembra aver trovato una certa stabilita’.

Nonostante il suo prezzo sia ancora in ribasso del 50% da inizio anno, nelle ultime tre settimane la performance e’ stata positiva e solo questa settimana il rialzo e’ stato del 12%.
Diversi fattori hanno contribuito a questo rialzo:
1) L’Arabia Saudita continua gli sforzi diretti a sostenere il prezzo del petrolio. Essi si concretizzano da un lato nella riduzione della produzione e dall’altro nella riduzione delle consegne di petrolio in Asia, Europa ed in USA. Otto dei 12 clienti Asiatici di Saudi Aramco hanno confermato che le consegne si sono ridotte del 20-30% nelle ultime settimane e che quindi dispongono di minore materia prima da raffinare. I tagli nei confronti della clientela Europea sono ancora piu’ marcati. Alcuni clienti riceveranno il 50% di quanto richiesto mentre altri addirittura il 30%. Molte delle ultime forniture, inoltre, sono state fatte a prezzi piu’ alti, proprio per ridurre l’offerta.
Ai tagli delle forniture si aggiungono i tagli della produzione. Questa settimana l’Arabia Saudita ha annunciato un ulteriore taglio di un milione di barili al giorno ai tagli gia’ annunciati in precedenza.
Altri produttori di petrolio stanno seguendo le orme dell’Arabia Saudita. L’Iraq sta riducendo le forniture in Asia mentre gli Emirati Arabi ed il Kuwait hanno mostrato apertura a ridurre ulteriormente la produzione di petrolio.
2) Il graduale recupero della domanda. La ripresa dell’attivita’ produttiva in Cina ha aumentato la domanda di energia e quindi di petrolio. I dati usciti ieri sulla produzione industriale Cinese sono confortanti.
Il mercato sta poi scontando che si assista ad un recupero della domanda di petrolio anche in Europa ed in USA. Questi paesi, nonostante stiano ancora gestendo il difficile trade off tra numero di contagi ripresa dell’attivita’ economica, stanno gradualmente tornando alla normalita’ o per meglio dire alla “anormalita’”.
Commento: L’analisi ed i commenti che pubblico durante la giornata non costituiscono indicazioni di operatività daily. Si tratta di rumors provenienti dai miei contatti nelle trading room italiane e internazionali. E’ il pensiero degli operatori professionali, ed a volte può essere completamente diverso dall’operatività indicata nelle mie idee che sono invece frutto dell’analisi tecnica del mio metodo per quello specifico giorno. Questa analisi di preapertura e i commenti vanno invece intesi e interpretati come “sentiment” dell’operatore professionista in una ottica temporale più ampia.

Commenti

Sarebbe da capire... Dove può arrivare, siamo alla soglia dei 30$ per WTI
Rispondi
Home Screener azioni Screener forex Screener cripto Calendario economico Come funziona Caratteristiche Grafico Costi Invita un amico Regolamento Centro di supporto Soluzioni per broker & siti web Widget Librerie grafiche Libreria grafica leggera Blog & Novità Twitter
Profilo Impostazioni profilo Account e fatturazione Amici invitati Coin I miei ticket di supporto Centro di supporto Idee pubblicate Follower Seguiti Messaggi Privati Chat Esci