Peter_Braganti

WisdomTree - Tactical Daily Update - 01.06.2022

BINANCE:BTCUSDT   Bitcoin / TetherUS
L’inflazione europea ora fa paura e pesa su prospettiva di crescita.
Aumenti dei tassi di interesse in Europa dati per scontati, gia’ da luglio.
Il Prezzo del petrolio torna a correre, dopo lo stop dell’UE al greggio russo.
Salgono ancora I rendimenti dei Governativi europei. BTP a +3,11%.

Inflazione, maledetta inflazione, che in Europa accelera a livelli mai visti da quasi 50 anni. Nell'Eurozona i prezzi al consumo hanno registrato a maggio un balzo di +0,8% mensile nel dato”headline” e +0,7 % in quello “core” cioe’ al netto di prodotti alimentari ed energia.

La variazione annuale dell’inflazione ( CPI , consumer price index) sale a +8,1% dal 7,4% di aprile e quella “core” a +4,4% annuale, livello massimo per la serie storica europea iniziata nel 1998. L'aumento riguarda tutti i Paesi europei ad eccezione dell’Olanda che peraltro, nonostante la lieve contrazione di maggio, soffre di una salita annua dei prezzi ancora sopra +10%.

In Francia l'inflazione è salita da +4,8% a +5,2% secondo gli standard nazionali, e da +5,4% a +5,8% se armonizzata agli standard europei, confermando una dinamica piu’ moderata rispetto alla media europea. In Germania, a maggio, il “costo della vita” e’ salito su base annuale del +7,9%, record dal 1973.

In italia l'inflazione annuale è salita a maggio a +7,9%, da +7,4% di aprile: bisogna tornare alla fine del 1973 e inizio del 1974 per trovare livelli simili. Allora l’Italia aveva la sua valuta nazionale, la Lira, ed il periodo era poco prima della “prima crisi petrolifera”. Anche in Spagna i prezzi corrono troppo, a maggio la crescita annua ha toccato il +8,5% dal +8,3 % precedente.

Insomma, la rincorsa dei prezzi sembra fuori controllo e Governi e Banche Centrali non sembrano in grado di contrastarla. Per i mercato finanziari, l’inflazione e’ tornata bruscamente ad essere la maggior preoccupazione e cresce il numero di coloro che ritengono opportuno e probabile che la Banca Centrale Europea (ECB) si muova energicamente ed in fretta, gia’ da luglio, con un robusto rialzo dei tassi.

Non manca chi nutre dubbi sulla tempistica degli interventi restrittivi di politica monetaria: se l’economia sta rallentando da sola, e’ questo il momento opportuno, specie in Europa, per inasprire le condizioni finanziarie per famiglie ed imprese?, cioe’ la facilita’ di accedere ai prestiti e la loro onerosita’? Ai posteri l’ardua sentenza, ma e’ opinione diffusa che questa volta le Banche centrali arrivino davvero “tardi”.

La prospettiva di uno scenario di stagflazione (inflazione elevata e crescita bassa o nulla) ha determinato, ieri, 31 maggio, chiusure negative per tutte le Borse europee: Milano -1,2%, Francoforte -1,3%, Parigi -1,4%, Madrid -1,1%. Le vendite hanno interessato soprattutto titoli bancari, ciclici e tecnologici, mentre ha tenuto il comparto energy. Wall Street apatica, e senza direzione.


Relativamente piu’ solido il quadro macroeconomico degli Stati Uniti: i prezzi delle case esistenti a marzo sono cresciuti ancora e sopra le attese: qualcuno vede un picco, viste le compravendite scese in aprile in parallelo ad un aumento dello stock di case invendute.

Il Dallas Fed manufacturing index di aprile, che misura la salute delle imprese industriali texane, e’ sceso da +1,1 a -7,3, rispettando le attese negative della vigilia, mentre il Chicago PMI (Purchasing managers index) è stata l'unica indagine positive sulla manifattura dei vari Stati, mentre era stimata in leggero calo.

Muovendoci in Asia, ai dati incoraggianti emersi ieri in Cina dal PMI manifatturiero, salito a maggio a 49,6 punti dai 47,4 di aprile, si e’ contrapposto un deludente dato sulla produzione industriale giapponese.

Il calo del -1,3% mensile e’ peggiore delle stime degli analisti, e sconta il rallentamento da restrizioni Covid in Cina e la nuova impennata dei costi delle materie prime, accentuata dalla guerra in Ucraina.

Non stupisce il nuovo rialzo del prezzo del petrolio, ricaduta naturale all’accordo in seno all’Unione europea sullo stop quasi totale dell'import di greggio russo. Il prezzo del WTI (West texas Intermediate) sale anche stamane, 1’ giugno, +1,6% a 116,7 Dollari/barile.

I mercati obbligazionari rinnovano la tendenza ascendente dei rendimenti dei Governativi, conseguenza abbastanza ovvia dei nuovi dati sull’inflazione europea e delle attese di una svolta “hawkish” (da falchi) della politica monetaria dell’ECB (European Central Bank ). Stamane vediamo il Bund decennale tedesco rendere +1,13%, il BTP italiano +3,11%, per uno spread di 198 bps .

Occhi puntati, nel pomeriggio, per il discorso del Presidente dell’ECB Christine Lagarde e per la pubblicazione del nuovo Beige Book della FED (Banca Centrale Usa) sullo stato dell'economia americana.

Poche novita’ sul versante valutario: l’Euro che consolida i recenti progressi sul Dollaro Usa attorno 1,071 (aveva toccato 1,04 2 settimane fa), mentre il comparto della criptovalute mostra maggior stabilita’ da una settiamana a questa parte: Bitcoin a 31.600 Dollari, +0,2%, Ethereum 1.945, -1,1% (ore 12.00 CET).

Borse asiatiche in ordine sparso: Nikkei giapponese +0,65 %, hang Seng di Hong Kond -0,56, China A -0,25%.

Listini azionari europei piatti a fine mattinata e futures su Wall Street in leggera flessione. (ore 12.15 CET)


Informazioni importanti
Comunicazioni emesse all’interno dello Spazio economico europeo (“SEE”): Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree Ireland Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Central Bank of Ireland.
Comunicazioni emesse in giurisdizioni non appartenenti al SEE: Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree UK Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority del Regno Unito.
Per fare riferimento a WisdomTree Ireland Limited e a WisdomTree UK Limited si utilizza per entrambe la denominazione “WisdomTree” (come applicabile). La nostra politica sui conflitti d’interesse e il nostro inventario sono disponibili su richiesta.
Solo per clienti professionali. Le informazioni contenute nel presente documento sono fornite a titolo meramente informativo e non costituiscono né un’offerta di vendita né una sollecitazione di un’offerta di acquisto di titoli o azioni. Il presente documento non deve essere utilizzato come base per una qualsiasi decisione d’investimento. Gli investimenti possono aumentare o diminuire di valore e si può perdere una parte o la totalità dell’importo investito. Le performance passate non sono necessariamente indicative di performance future. Qualsiasi decisione d’investimento deve essere basata sulle informazioni contenute nel Prospetto informativo di riferimento e deve essere presa dopo aver richiesto il parere di un consulente d’investimento, fiscale e legale indipendente.
Il presente documento non è, e in nessun caso deve essere interpretato come, una pubblicità o qualsiasi altro strumento di promozione di un’offerta pubblica di azioni o titoli negli Stati Uniti o in qualsiasi provincia o territorio degli Stati Uniti . Né il presente documento né alcuna copia dello stesso devono essere acquisiti, trasmessi o distribuiti (direttamente o indirettamente) negli Stati Uniti .
Il presente documento può contenere commenti indipendenti sul mercato redatti da WisdomTree sulla base delle informazioni disponibili al pubblico. Benché WisdomTree si adoperi per garantire l’esattezza del contenuto del presente documento, WisdomTree non garantisce né assicura la sua esattezza o correttezza. Qualsiasi terzo fornitore di dati di cui ci si avvalga per reperire le informazioni contenute nel presente documento non rilascia alcuna garanzia o dichiarazione di sorta in relazione ai suddetti dati. Laddove WisdomTree abbia espresso dei pareri relativamente al prodotto o all’attività di mercato, si ricorda che tali pareri possono cambiare. Né WisdomTree, né alcuna consociata, né alcuno dei rispettivi funzionari, amministratori, partner o dipendenti, accetta alcuna responsabilità per qualsiasi perdita, diretta o indiretta, derivante dall’utilizzo del presente documento o del suo contenuto.
Il presente documento può contenere dichiarazioni previsionali, comprese dichiarazioni riguardanti le attuali aspettative o convinzioni in relazione alla performance di determinate classi di attività e/o settori. Le dichiarazioni previsionali sono soggette a determinati rischi, incertezze e ipotesi. Non vi è alcuna garanzia che tali dichiarazioni siano esatte, e i risultati effettivi possano discostarsi significativamente da quelli previsti in dette dichiarazioni. WisdomTree raccomanda vivamente di non fare indebito affidamento sulle summenzionate dichiarazioni previsionali.
I rendimenti storici ricompresi nel presente documento potrebbero essere basati sul back test, ossia la procedura di valutazione di una strategia d’investimento, che viene applicata ai dati storici per simulare quali sarebbero stati i rendimenti di tale strategia. Tuttavia, i rendimenti basati sul back test sono puramente ipotetici e vengono forniti nel presente documento a soli fini informativi. I dati basati sul back test non rappresentano rendimenti effettivi e non devono intendersi come un’indicazione di rendimenti effettivi o futuri.


Per ulteriori informazioni:

https://bit.ly/wisdomtree-daily-update
Declinazione di responsabilità

Le informazioni ed i contenuti pubblicati non costituiscono in alcun modo una sollecitazione ad investire o ad operare nei mercati finanziari. Non sono inoltre fornite o supportate da TradingView. Maggiori dettagli nelle Condizioni d'uso.