Pierluigi_Bernardi

Quando non è il caso di fare trading

Formazione
OANDA:EURUSD   Euro / Dollaro
930 visualizzazioni
27
Come per tutte le attività, ci sono momenti in cui , per motivi dipendenti o meno da noi, non è una buona idea fare trading.
Facendo un parallelo sportivo, immagino non andresti a giocare a tennis se avessi una caviglia slogata o una contrattura muscolare, ed allo stesso modo eviteresti di scendere in campo durante una forte grandinata.
Vediamo come questo si rispecchia nell'attività di trading online.
In primo luogo è importante iniziare a fare trading solo dopo una buona colazione, nutriente ma non pesante, possibilmente non solamente basata su alimenti dolci, comprendente quindi delle fonti di sali minerali e vitamine, necessari per la nostra massima concentrazione.
In secondo luogo è importante evitare di fare trading quando si è stanchi, nervosi, o quando non ci si sente bene fisicamente.
Per dare il massimo come trader devi sentirti bene, essere in uno stato d'animo positivo, felice.
Nei momenti di stanchezza o debolezza, dedica tempo a te stesso, recupera energia e equilibrio, e ricorda le cose importanti della tua vita.
In terzo luogo, è meglio allontanarsi dalla piattaforma dopo una grossa perdita, o dopo una sequenza di perdite.
Qualunque trader di esperienza può confermarti che le maggiori perdite si realizzano quando si entra a mercato con l'urgenza e l'emotività causata dalla necessità di recuperare una perdita che si è rivelata più grande di quello che avremmo voluto accettare.
E' davvero vitale per il tuo conto di trading evitare di entrare in questo tipo di spirale negativa.
La cosa migliore da fare e prendere una pausa, possibilmente di qualche giorno, ed eventualmente tradare in demo per il tempo necessario a ritrovare un approccio sereno e lucido.

Considero fondamentali i 3 punti descritti, ma ritengo importanti anche i seguenti aspetti relativi in particolare al forex.
Personalmente, non amo entrare a mercato prima dell'apertura delle borse americane di lunedì pomeriggio, e molte volte aspetto direttamente il martedì mattina, quando i mercati hanno normalmente indicato una direzione.
Bisogna anche prestare attenzione al venerdì pomeriggio: a causa della concentrazione di news importanti nonché della chiusura settimanale, è una giornata in cui i mercati hanno comportamenti particolarmente imprevedibili.
La volatilità è certamente una cosa buona per un trader, ma per imbrigliarla correttamente servono esperienza e conoscenze, pertanto ritengo che il venerdì pomeriggio non sia adatto a tutti i traders.
Ti consiglio di non aprire posizioni prima di avere fatto almeno 15 minuti di valutazioni a schermo (non sullo smartphone, che per quanto comodo non ti offre una visuale sufficientemente ampia e chiara).
Presta attenzione alle news in arrivo, e se individui delle notizie particolarmente rilevanti, nelle 4 ore antecedenti non fare ingressi a mercato a meno che tu non abbia un piano ben preciso; metti anche al sicuro il profitto delle eventuali posizioni già presenti.
Sconsiglio di aprire posizioni dopo le 20 (a meno che non si sappia esattamente cosa si intende fare) in considerazione del frequente calo di volatilità e i frequenti ritracciamenti di mercato che avvengono durante la sessione asiatica.
Evito anche di aprire posizioni durante le vacanze, che è bene rimangano momenti in cui divertirsi, riposare, amare.
Consiglio invece di dedicare qualche ora durante i week-end per riflettere, studiare, leggere, controllare risultati, comprendere gli errori eventualmente fatti.
Buon trading a tutti!