Marco_Bernasconi

La festa prima o poi finirà ma nessuno vuole smette di ballare…

NASDAQ:IXIC   Indice Nasdaq Composite
A Wall Street si dice:

“Il profitto non deriva da una particolare operazione vincente, ma da una serie di operazioni vincenti e perdenti.”

Jesse Livermore

Nell’ultima sessione a Wall Street, l’SP 500 è salito del +0,18%. Nel momento in cui scrivo questa analisi i futures statunitensi sono positivi: Nasdaq +0,09%, per l’S&P 500 +0,18% e per il Dow Jones +0,15% circa.


Perché il mercato ha chiuso in modo divergente nell’ultima sessione a Wall Street?

  • L’S&P 500 e il Nasdaq 100 hanno registrato nuovi massimi storici.

  • La forza dei titoli tecnologici ieri ha spinto il mercato al rialzo.

  • Apple, Adobe e Netflix hanno chiuso in rialzo di oltre il +2%.

  • Amazon, Facebook , Applied Materials e Nvidia hanno chiuso oltre l’1%.

Le azioni statunitensi ieri hanno avuto il supporto rally delle azioni europee.

  • L’Euro Stoxx 50 ha raggiunto il massimo degli ultimi 13 anni ieri sull’ottimismo delle prospettive economiche europee. La produzione industriale di aprile dell’Eurozona è aumentata di +0,8% su base mensile e +39,3% su base annuale, meglio delle aspettative di +0,4% m/me e +37,4% a/a.

  • Il dato del +39,3% a/a è stato il migliore dal 1990. Inoltre, i segnali che la BCE manterrà il ritmo attuale di acquisti di obbligazioni hanno sostenuto i titoli dopo che il presidente della BCE Lagarde ha affermato che “dobbiamo davvero ancorare la ripresa” ed è è “troppo presto” per discutere su quando porre fine allo stimolo pandemico.

Cosa ha invece penalizzato il mercato ieri?

  • Un calo del -1,7% di JPMorgan Chase ieri ha innescato la vendita dei titoli bancari che hanno contribuito a mantenere il Dow
    Jones in territorio negativo. Il CEO di JPM , Dimon ha comunicato che le entrate nel secondo trimestre sarebbero scese a $ 6 miliardi, meno del consenso di 6,5 miliardi di dollari.

  • Fifth Third Bancorp ha chiuso in ribasso di oltre -2%.

  • Goldman di oltre -1%.

  • A pesare sul mercato ieri la debolezza dei titoli delle crociere a causa delle preoccupazioni che il riavvio delle crociere richiederà più tempo del previsto a causa del persistere della pandemia.

  • Royal Caribbean Cruises ha comunicato venerdì che due ospiti che condividevano una cabina sul Celebrity Millennium sono risultati positivi al Covid durante i test di fine crociera richiesti.

  • Carnival e Norwegian Cruise Line Holdings hanno chiuso con perdite di oltre il -3%.

  • Royal Caribbean Cruises Ltd ha chiuso con perdite oltre il -2%.

Il mercato azionario sta avendo il sostegno dell’ottimismo secondo cui un ritmo più rapido delle vaccinazioni in tutto il mondo contro il Covid porterà a un allentamento delle restrizioni e continueranno a stimolare l’attività economica.

  • L’agenzia sanitaria tedesca Koch Institute ha dichiarato che i decessi giornalieri per Covid in Germania sono scesi a 18 domenica, il numero più basso in 8 mesi.

  • La media di 7 giorni delle nuove infezioni da Covid negli Stati Uniti venerdì è scesa al minimo di 15 mesi a 13.530. A livello globale, le infezioni da Covid sono ora pari a 176 milioni, con morti che superano i 3.820.000.

La mia opinione ed il mio punto sul mercato oggi:

  • Il mercato Europero in questo ultimo periodo ha sovraperformato l’americano.

I miei portafogli migliori confermano questa tendenza:
QUALE È STATo il MIGLIORE portafoglio DI MARCO BERNASCONI SU CUI INVESTIRE NEL 2021?

Classifica dei migliori rendimenti dal 04/ 01 /2021 al 11/06/2021:

Portafoglio azione numero 1 Oggi in Italia +139,07%
Portafoglio tutte le recenti azioni numero1 in Italia +109,19%
Portafoglio tutte le Recenti azioni numero 1 in USA +91,98%
Portafoglio azione numero 1 Oggi in USA +55,11%
Portafoglio le azioni PIU’ CAPITALIZZATE DEGLI INDICI USA +45,17%
Portafoglio Mib 40 +34,61%

Se sei interessato a seguire la mia strategia ed emulare le mie performance nei miei portafogli seguimi!

Il settore bancario italiano spingerà il nostro indice che è pesantemente condizionato dalle azioni delle banche facenti parte l’indice stesso sotto la pressione di vari fattori:
  • Proseguimento della rotazione settoriale a favore dei titoli value, miglioramento degli utili provenienti dal trading, aumento dei tassi di interesse, ritorno alla distribuzione dei dividendi previsto a settembre.

Ieri le aziende tecnologiche hanno spinto l’S&P 500 al suo terzo massimo storico, ma non tutto il mercato mi è piaciuto. C’è stata un’esplosione di acquisti negli ultimi 10 minuti di trading, questo ha fatto salire l’indice dello 0,2% ma in precedenza l’S&P 500 era sotto del -0,3%.

Questo perché Wall Street attende la decisione della Federal Reserve sull’inflazione. Tutti ed io per primo stiamo cercando di valutare la forza della ripresa economica e se i segnali emergenti di inflazione saranno transitori, come crede la banca centrale. La Fed esprimerà il suo aggiornamento sulla politica dei tassi di interesse mercoledì nel pomeriggio.

  • Secondo me la maggior parte dei movimenti di ieri è frutto solo del posizionamento in attesa della Fed. Il mercato sta cercando di farsi un’idea non solo di quello che la Fed dirà in termini di annunci, ma di quello che si aspettano in termini di percorso della politica monetaria e dell’economia in futuro.

  • Quello che temo è che la Fed possa allentare l’acquisto di obbligazioni e altri stimoli mano a mano che l’economia si riprenderà. Non prevedo un cambiamento di politica immediatamente, ma temo i commenti su un cambiamento di politica futura che potrebbero far tremare un mercato già nervoso.

  • Per il momento però obbiettivamente guardando al mercato obbligazionario non ricevo un messaggio di preoccupazione per l’inflazione persistente o che la Fed si appresti a fare qualcosa di drammatico spaventando il mercato di non essere più l’acquirente di obbligazioni che è stato negli ultimi mesi.

I livelli dei 3 maggiori indici americani dopo l’ultima sessione di borsa sono:

  • L’S&P 500 è salito di 7,71 punti a 4.255,16 per un +0,18%. Nuovo record storico.

  • Il Dow Jones è sceso di 85,85 punti a 34.393,76 per un -0,25%. L’indice ha raggiunto il massimo storico il 7 maggio.

  • Il Nasdaq ha guadagnato 104,72 punti, o +0,74%, a 14.174,14. Nuovo record storico.

L’indice Russell 2000 rappresentativo delle small-cap ha perso il -0,40%, chiudendo a 2.326,15.

Il rendimento del Treasury a 10 anni, che influenza direttamente i tassi di interesse sui mutui e altri prestiti al consumo, ha chiuso a 1,50%.

Il valore dell’oro dal minimo di marzo di 1680$ dollari l’oncia ha guadagnato 187$ ed adesso si attesta sui $1867 dollari.

Il prezzo del greggio americano è salito di 22 centesimi chiudendo a 71,10 dollari al barile.

L’indice di volatilità VIX S&P 500 ieri ha toccato 15,04 nuovo minimo degli ultimi quattro anni e poi ha chiuso a 16,39.

L'esecuzione di investimenti, posti in essere dovranno essere fatti sotto la supervisione di un professionista di vostra fiducia iscritto all'apposito Albo, saranno quindi a vostro completo rischio, non assumendo personalmente alcuna responsabilità al riguardo. L’operatività descritta è proposta in maniera teorica e allo scopo formativo nei mercati finanziari. L'intento di questa analisi è quindi esclusivamente divulgativo e non costituisce stimolo all'investimento e/o consulenza finanziaria.

Commenti