eliagianluca94

Value Investing VS Growth Investing

Formazione
NYSE:KO   Coca-Cola Company (The)
Spesso, quando si parla di investimenti, si sente parlare di due metodi in particolare: il Value Investing e il Growth Investing.

In che cosa si distinguono questi 2 metodi?

Value:

Il value investing prevede di investire in società grandi (molto grandi) che hanno un forte vantaggio competitivo (ad esempio Coca Cola KO) in un momento in cui , secondo specifici calcoli di bilancio, sono sottovalutate e quindi di conseguenza hanno un valore intrinseco più alto. Tra i grandi esponenti di questa strategia troviamo Warren Buffett.

Pro:
  • Strategia relativamente poco rischiosa: si predilige per l'appunto aziende enormi che hanno dei grandi vantaggi competitivi consolidati in anni ed anni di esercizio

Contro:
  • Ritorni relativamente scarsi: società estremamente capitalizzate è raro che riescano ad ottenere delle performance elevate in un determinato range di tempo.

Growth:

Il growth investing prevede di investire in società piccole, ma con un grande potenziale di crescita (negli ultimi anni tante società tecnologiche ne hanno fatto parte di questa categoria. Es: Digital Turbine APPS). In questo tipo di investimento i dati importanti, a livello fondamentale, da considerare sono: gli utili, il fatturato ed il livello di indebitamento.
Quando una società ha fatturato ed utili in forte crescita e un livello di indebitamento non troppo elevato, può essere considerata di tipo growth.

Pro:
  • Strategia con ritorni potenziali elevati: trattandosi di società con ampio margine di crescita non è raro che facciano delle performance elevate (spesso anche del 1000% nel giro di un anno)

Contro:
  • Rischio relativamente elevato: società così piccole è facile che possano fallire, o comunque sono soggette a forte volatilità.

Quale scegliere? La risposta è sempre dipende. Se si ha un capitale importante a disposizione, e non si è interessati a fare delle performance elevate si può tranquillamente optare per il value investing.

Se invece la necessità è quella di far crescere il proprio capitale, accettando un rischio relativamente maggiore, allora la scelta giusta può essere il growth investing.

Io personalmente attuo una strategia di tipo growth, per i motivi qui sopra descritti.

E voi che tipo di strategia utilizzate? Fatemelo sapere nei commenti!
Gianluca Elia Socio Affiliate SIAT

Commenti

quando si parla di strategie di investimento ho sempre la sensazione che ci si comporti come con il calcio o la politica: si è da una parte o da un'altra, juve o inter, si deve essere o "value" o "growth", o "trader" o "investor". In realtà credo che al cosa migliore sia prendere il meglio dalle opportunità che ci si presentano, aldilà delle etichette. A volte sono più value, investendo in aziende grandi sottostimate al momento dell'acquisto e lasciando che il titolo cresca, lentamente ma con poco rischio; altre vedo un'occasione growth e la prendo, altre ancora lavoro con orizzonte a pochi giorni cavalcando una crescita improvvisa e uscendo prima che si sgonfi... Non posso dirmi nè value nè growth quindi, nè day trader nè swinger o positioner; cerco di ottenere il massimo con le risorse e la conoscenza a mia disposizione minimizzando il rischio e sfruttando le occasioni che il mercato mi presenta :)
Rispondi
@yberf, ciao! Si certo il mio era solo un approfondimento delle 2 operatività. Nulla vieta appunto di farle entrambe :)
+1 Rispondi
Home Screener azioni Screener forex Screener cripto Calendario economico Su di noi Caratteristiche Grafico Costi Invita un amico Regolamento Centro di supporto Soluzioni per broker & siti web Widget Librerie grafiche Libreria grafica leggera Blog & Novità Twitter