Peter_Braganti

WisdomTree - Tactical Daily Update - 21.11.2022

TVC:USOIL   CFD Petrolio WTI
✚ Le Borse si stabilizzano dopo la fase di recupero: pesa la crescita rallentata.
✚ Speranze ondivaghe sulla futura “stance” delle Banche Centrali.
✚ Il Prezzo del petrolio WTI torna sotto 77 Dollari/barile. Bene per inflazione.
✚ Prezzi alla produzione in forte calo mensile in Germania: -4,2%.

Venerdi’ 18 novembre le Borse europee hanno chiuso in buon rialzo, leggendo nelle affermazioni del Presidente della Banca Centrale Europea (ECB) Christine Lagarde, un atteggiamento meno aggressivo sulla politica monetaria 2023, soprattutto se l’inflazione comincera’ a rallentare il passo.

La Borsa di Milano e’ stata la migliore, + 1,38%, seguita da Francoforte +1,16%, Parigi +1,04%, e Londra +0,54%. Moderati rialzi a Wall Street: Dow Jones +0,59%, S&P500 +0,48% e Nasdaq +0,01%: sull’umore di Wall Street ha probabilmente inciso il dato “leading economic indicator” di ottobre, -0.8%, contro attese di -0.4% e quello delle vendite di case esistenti, -5.9% mensile.

La Signora Lagarde, intervenendo al European Banking Congress, pur confermando che la Banca Centrale decidera’ nuovi aumenti dei tassi di interesse, ha rimarcato che i Paesi dell’Unione Europea devono agire uniti e uniformemente nella risposta alle minacce poste dall’inflazione troppo elevata.

Christine Lagarde ha parlato per la prima volta con chiarezza delle misure che la banca centrale intraprendera’, a partire da dicembre, per iniziare una graduale riduzione della massa di obbligazioni accumulate, poiche’ "è opportuno che il bilancio, in modo misurato e prevedibile, sia normalizzato".

Sembra scorgere un messaggio di “moderazione” nella “stance” di politica monetaria europea: come a dire che, se l'inflazione non sorprenderà ancora negativamente con aumenti sopra le stime, il rialzo dei tassi nella prossima riunione dell’ECB di meta’ dicembre potrebbe essere +0,5% e non +0,75%, smorzando la “linea dura” di chi, come il tedesco Nagel, vorrebbe rialzi piu’ corposi e ravvicinati.

Intanto l’ECB ha comunicato che le banche dell'Euro-zona, mercoledi’ 23, rimborseranno finanziamenti per 296 miliardi di Euro alla banca centrale, sfruttando la “prima finestra dei rimborsi anticipati”. Il dato è piu’ basso di quanto prevedeva il “consensus”, ovvero circa 600 miliardi sui 2100 complessivamente erogati coi programmi TLTRO (Targeted Long Term Refinancing operation).

Negli Stati Uniti, sebbene il trend inflattivo mostri segni di moderazione, continuano a registrarsi affermazioni drastiche sul tema del “tightening” della politica monetaria: James Bullard, Presidente della Regional FED di St. Louis, ritiene appropriato un rialzo dei tassi 'fino al target range 5% - 7%!!".

«La stabilità dei prezzi resta l'attuale imperativo e chiaramente c'è ancora lavoro da fare» gli ha fatto eco il Presidente della Regional FED di Atlanta Raphael Bostic, ipotizzando ulteriori aumenti per complessivi +100 bps .


Finalmente ed inaspettatamente, un dato positivo sull’inflazione tedesca. I prezzi alla produzione (PPI) sono scesi, nel mese di ottobre, del -4,2% mese su mese, rispetto ad attese di +0,9%.

Il dato, in se’ molto positivo, lascia sperare che cali simili possono riguardare anche altri Paesi e “filtrare” a valle, invertendo un trend ascendente che ha portato l'inflazione media dell'Eurozona a superare +10% ad ottobre.

Prezzi in ribasso per le materie prime energetiche: il petrolio WTI (West Texas Intermediate) vale 79,8 Dollari/barile, -0,4%, mentre il metano europeo, venerdi’ 18, è sceso a 107 Euro /Megawattora (MWh), con la consueta elevata volatilita’.

Nel comparto obbligazionario prevale la stabilita’, dopo i cali dei rendimento dell’ultimo mese. Lo spread tra quello dei BTP decennali italiani e omologhi Bund tedeschi e’ sceso sotto 190 bps , il BTP 10 anni “paga” +3,91%. L'Agenzia di rating Fitch ha mantenuto invariato il giudizio BBB e outlook stabile sull'Italia nella revisione del 18 novembre.

Il Treasury Usa 10 anni rende +3,8%, ma stupisce il differenziale tra 2 e 10 anni che supera i 70 bps a vantaggio della scadenza piu’ breve!!

Diverse novita’ sul fronte cinese: a Shijiazhuang, megalopoli di 11 milioni di abitanti non lontana da Pechino, la prevista totale riapertura post-Covid e’ stata rinviata, alimentando dubbi che la Cina stia nuovamente cambiando registro sulla “policy” anti-virus.

La Banca centrale cinese (PBOC) ha lasciato invariati i tassi per il 3’ mese consecutivo ed il suo consulente politico Liu Shijin indica l’obiettivo del +5% di crescita 2023.

Borse asiatiche deboli stamane, 21 novembre: Nikkei-Tokyo +0,16%, poco inflenzato dal dato di inflazione al consumo ( CPI ), cresciuto a +3,7% annuale ad ottobre, vs stime di +3,6%. Shanghai composite ha perso -0,52%, CSI300 -0,85%, Hang-Seng di Hong Kong -1,60%, Seoul-Kospi -1,12%.

Le Borse europee hanno iniziato deboli la settimana, in media -0,7% alle 13.30 CET sui timori di crescita rallentata cinese e recessione incombente in Europa. Per Wall Street sara’ una settimana corta, date le festività del Thanksgiving giovedì e Black Friday venerdì. I future sui principali indici Usa sono in calo frazionale, in attesa dei verbali dell’ultima riunione FED.

Il mercato delle criptovalute risente ancora del danno economico e reputazionale del fallimento di FTX, la piattaforma di scambio che, secondo un articolo del Washington Post deve almeno 3,1 miliardi Dollari solo ai 50 maggiori creditori (i primi 10 vantano crediti individuali di almeno 100 milioni). Tra essi anche BlackRock , Sequoia Capital, Tiger Global e l’Ontario Teachers' Pension Plan.


Informazioni importanti
Comunicazioni emesse all’interno dello Spazio economico europeo (“SEE”): Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree Ireland Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Central Bank of Ireland.
Comunicazioni emesse in giurisdizioni non appartenenti al SEE: Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree UK Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority del Regno Unito.
Per fare riferimento a WisdomTree Ireland Limited e a WisdomTree UK Limited si utilizza per entrambe la denominazione “WisdomTree” (come applicabile). La nostra politica sui conflitti d’interesse e il nostro inventario sono disponibili su richiesta.
Solo per clienti professionali. Le informazioni contenute nel presente documento sono fornite a titolo meramente informativo e non costituiscono né un’offerta di vendita né una sollecitazione di un’offerta di acquisto di titoli o azioni. Il presente documento non deve essere utilizzato come base per una qualsiasi decisione d’investimento. Gli investimenti possono aumentare o diminuire di valore e si può perdere una parte o la totalità dell’importo investito. Le performance passate non sono necessariamente indicative di performance future. Qualsiasi decisione d’investimento deve essere basata sulle informazioni contenute nel Prospetto informativo di riferimento e deve essere presa dopo aver richiesto il parere di un consulente d’investimento, fiscale e legale indipendente.
Il presente documento non è, e in nessun caso deve essere interpretato come, una pubblicità o qualsiasi altro strumento di promozione di un’offerta pubblica di azioni o titoli negli Stati Uniti o in qualsiasi provincia o territorio degli Stati Uniti. Né il presente documento né alcuna copia dello stesso devono essere acquisiti, trasmessi o distribuiti (direttamente o indirettamente) negli Stati Uniti.
Il presente documento può contenere commenti indipendenti sul mercato redatti da WisdomTree sulla base delle informazioni disponibili al pubblico. Benché WisdomTree si adoperi per garantire l’esattezza del contenuto del presente documento, WisdomTree non garantisce né assicura la sua esattezza o correttezza. Qualsiasi terzo fornitore di dati di cui ci si avvalga per reperire le informazioni contenute nel presente documento non rilascia alcuna garanzia o dichiarazione di sorta in relazione ai suddetti dati. Laddove WisdomTree abbia espresso dei pareri relativamente al prodotto o all’attività di mercato, si ricorda che tali pareri possono cambiare. Né WisdomTree, né alcuna consociata, né alcuno dei rispettivi funzionari, amministratori, partner o dipendenti, accetta alcuna responsabilità per qualsiasi perdita, diretta o indiretta, derivante dall’utilizzo del presente documento o del suo contenuto.
Il presente documento può contenere dichiarazioni previsionali, comprese dichiarazioni riguardanti le attuali aspettative o convinzioni in relazione alla performance di determinate classi di attività e/o settori. Le dichiarazioni previsionali sono soggette a determinati rischi, incertezze e ipotesi. Non vi è alcuna garanzia che tali dichiarazioni siano esatte, e i risultati effettivi possano discostarsi significativamente da quelli previsti in dette dichiarazioni. WisdomTree raccomanda vivamente di non fare indebito affidamento sulle summenzionate dichiarazioni previsionali.
I rendimenti storici ricompresi nel presente documento potrebbero essere basati sul back test, ossia la procedura di valutazione di una strategia d’investimento, che viene applicata ai dati storici per simulare quali sarebbero stati i rendimenti di tale strategia. Tuttavia, i rendimenti basati sul back test sono puramente ipotetici e vengono forniti nel presente documento a soli fini informativi. I dati basati sul back test non rappresentano rendimenti effettivi e non devono intendersi come un’indicazione di rendimenti effettivi o futuri.

Per ulteriori informazioni:

https://bit.ly/wisdomtree-daily-update
Declinazione di responsabilità

Le informazioni ed i contenuti pubblicati non costituiscono in alcun modo una sollecitazione ad investire o ad operare nei mercati finanziari. Non sono inoltre fornite o supportate da TradingView. Maggiori dettagli nelle Condizioni d'uso.