Peter_Braganti

WisdomTree - Tactical Daily Update - 04.11.2022

BLACKBULL:WTI   West Texas Intermediate Crude Oil cash
Borse Usa e FED sempre piu’ sensibili ai dati sull’occupazione.
Il mercato del lavoro Usa resta forte, con qualche segnale di indebolimento.
Cina verso l’uscita dal “regime Covid-zero”? Borse asiatiche festeggiano.
Congiuntura economica europea sempre piu’ debole e “recessiva”.

Il Presidente della Federal Reserve (FED-Banca Centrale Usa) Jerome Powell mercoledi’ sosteneva che la politica monetaria restrittiva ed altri rialzi dei tassi saranno “necessari per un certo tempo e che il livello finale dei tassi sarà più elevato di quanto finora previsto". Gli “interest rate swap” prezzano un tasso “target” superiore al 5,1% intorno a metà 2023 e le borse l’hanno preso male.

Come se non bastasse ieri, 3 novembre, la Banca d'Inghilterra, come previsto, ha alzato il costo del denaro di 75 bps (l’aumento singolo piu’ ampio dal 1989), portandolo al 3%, massimo dal 2008. L'obiettivo dichiarato è perseguire una politica monetaria restrittiva per centrare il target di un'inflazione al 2% nel medio termine, e a sostenere crescita e occupazione.

Dopo la chiusura negativa di Wall Street di mercoledi’, una giornata negativa per i listini europei era prevedibile ed in effetti, a parte Londra che ha recuperato un sorprendente +0,6%, vediamo solo segni negativi: Milano -0,4%, Parigi -0,5%, Francoforte -0,9%, Madrid -1,3%.

Wall Street ieri ha aggiunto nuovi cali a quelli del giorno prima: Dow Jones -0,5%, S&P500 -1,1% e Nasdaq -1,7%, appesantito dai crolli di Apple -4,2% e Amazon -3,1%.

Sul fronte macro Usa continua la serie positiva dei dati sull’occupazione. La settimana scorsa le richieste di sussidi sono risultate in linea con le attese: 217 mila, contro 218 della settimana precedente e 220 attesi dal mercato. Il numero dei percettori “continuativi” (da piu’ di 10 settimane) è salito +11 mila unità a 1.238 milioni, un livello comunque straordinariamente basso.

L'indice di produttività della manifattura USA nel 3’ trimestre e’ aumentato +0,3%, facendo meglio delle attese, col costo orario del lavoro cresciuto del +3,5%: questo testimonia come negli Usa la “wage inflation” sia ben presente e fonte di preoccupazione.

Intanto l’indice ISM dei servizi a ottobre e’ sceso a 54.4 punti dai 56,7 precedenti, un po’ sotto alle stime di 55,5. Il saldo della bilancia commerciale Usa, a settembre, e’ risalito al massimo da tre mesi a 73,3 miliardi di Dollari, sopra le attese di 72,2, e con un deterioramento significativo rispetto ai 65,7 miliardi di agosto.

In Italia, si registra il discorso del Governatore della Banca d’Italia Vincenzo Visco, che, implicitamente, ha raccomandato al Governo una moderazione nei conti pubblici, anche per favorire l'implementazione del PNRR (Piano nazionale di resilienza e ripresa).

Il Governatore ha sottolineato come il rapporto tra debito pubblico e GDP (Prodotto interno lordo) abbia registrato una sostanziale contrazione (-11 punti) dai massimi del 2020 (anno in cui era aumentato di 20 punti). Le aspettative sono per un ulteriore moderato calo nei prossimi 2-3 anni.

Visco prevede un rapporto deficit/GDP di circa 5% quest'anno, suscettibile di miglioramento grazie ad un 3’ trimestre sopra le attese, ed "una previsione vicina al 3% il prossimo anno".

Anche in Italia e’ in crescita il pessimismo degli operatori economici: ieri e’ stato pubblicato l'indice PMI dei servizi (Indagine ai direttori degli uffici acquisti delle imprese medio-grandi), calato a 46,4 da 48,8 di settembre; quello “composito” (manufattura +servizi), in calo per il 4’ mese consecutivo, è sceso al minimo da 22 mesi a 45,8 da 47,6 di settembre.

In Germania, a settembre, si e’ registrato un nuovo pesante calo degli ordini all’industria: -4,0%, in peggioramento rispetto al -2,0% di agosto e molto peggio del -0,5% stimato.

L'inflazione corre nell'area Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, che include 38 Paesi): +10,5% (+7,6% escludendo cibo ed energia) a settembre vs +10,3% (+7,2%) di agosto. E’ addirittura sopra il +20% in Estonia, Ungheria, Lituania e sopra +80% in Turchia!

Andamento erratico e imprevedibili del prezzo del gas naturale europeo sulla piattaforma TTF di Amsterdam: nella seduta odierna ha oscillato tra 132 e 117 Euro/megawattora. In netto rialzo quello del petrolio: il WTI (Greggio di riferimento Usa) sale del +3,6% a 91,5 Dollari/barile (ore 16.00 CET).

L'Euro e’ in forte rialzo, 0,988 vs Dollaro, sui dati del lavoro Usa a ottobre, che indicano un aumento della disoccupazione al 3,7% dal 3,5%. La Sterlina britannica, dopo lo scivolone del -2% di ieri seguito al rialzo dei tassi Boe, recupera +1% a 1,128, mentre lo Yuan cinese sale verso tutte le valute mondiali su voci di uno stop alla Covis-zero policy da marzo 2023.

L'ipotesi di allentamento delle misure anti-Covid in Cina spinge le borse asiatiche: Shanghai +2,4%, Shenzhen +2,7%. Boom dell’Hang-Seng di Hong Kong, +5,2%. Tokyo, dopo la chiusura per per festività di ieri, ha perso -1,7%. Kospi coreano +0.8% e Sensex indiano appena sotto la parita’.

Le Borse europee si avviano verso chiusure in forte rialzo nell'ultima seduta settimanale, guadagnado +1,6% a fine mattinata. Anche i futures su Wall Street anticipano riaperture in rialzo. (ore 14.00 CET).


Informazioni importanti
Comunicazioni emesse all’interno dello Spazio economico europeo (“SEE”): Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree Ireland Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Central Bank of Ireland.
Comunicazioni emesse in giurisdizioni non appartenenti al SEE: Il presente documento è stato emesso e approvato da WisdomTree UK Limited, società autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority del Regno Unito.
Per fare riferimento a WisdomTree Ireland Limited e a WisdomTree UK Limited si utilizza per entrambe la denominazione “WisdomTree” (come applicabile). La nostra politica sui conflitti d’interesse e il nostro inventario sono disponibili su richiesta.
Solo per clienti professionali. Le informazioni contenute nel presente documento sono fornite a titolo meramente informativo e non costituiscono né un’offerta di vendita né una sollecitazione di un’offerta di acquisto di titoli o azioni. Il presente documento non deve essere utilizzato come base per una qualsiasi decisione d’investimento. Gli investimenti possono aumentare o diminuire di valore e si può perdere una parte o la totalità dell’importo investito. Le performance passate non sono necessariamente indicative di performance future. Qualsiasi decisione d’investimento deve essere basata sulle informazioni contenute nel Prospetto informativo di riferimento e deve essere presa dopo aver richiesto il parere di un consulente d’investimento, fiscale e legale indipendente.
Il presente documento non è, e in nessun caso deve essere interpretato come, una pubblicità o qualsiasi altro strumento di promozione di un’offerta pubblica di azioni o titoli negli Stati Uniti o in qualsiasi provincia o territorio degli Stati Uniti. Né il presente documento né alcuna copia dello stesso devono essere acquisiti, trasmessi o distribuiti (direttamente o indirettamente) negli Stati Uniti.
Il presente documento può contenere commenti indipendenti sul mercato redatti da WisdomTree sulla base delle informazioni disponibili al pubblico. Benché WisdomTree si adoperi per garantire l’esattezza del contenuto del presente documento, WisdomTree non garantisce né assicura la sua esattezza o correttezza. Qualsiasi terzo fornitore di dati di cui ci si avvalga per reperire le informazioni contenute nel presente documento non rilascia alcuna garanzia o dichiarazione di sorta in relazione ai suddetti dati. Laddove WisdomTree abbia espresso dei pareri relativamente al prodotto o all’attività di mercato, si ricorda che tali pareri possono cambiare. Né WisdomTree, né alcuna consociata, né alcuno dei rispettivi funzionari, amministratori, partner o dipendenti, accetta alcuna responsabilità per qualsiasi perdita, diretta o indiretta, derivante dall’utilizzo del presente documento o del suo contenuto.
Il presente documento può contenere dichiarazioni previsionali, comprese dichiarazioni riguardanti le attuali aspettative o convinzioni in relazione alla performance di determinate classi di attività e/o settori. Le dichiarazioni previsionali sono soggette a determinati rischi, incertezze e ipotesi. Non vi è alcuna garanzia che tali dichiarazioni siano esatte, e i risultati effettivi possano discostarsi significativamente da quelli previsti in dette dichiarazioni. WisdomTree raccomanda vivamente di non fare indebito affidamento sulle summenzionate dichiarazioni previsionali.
I rendimenti storici ricompresi nel presente documento potrebbero essere basati sul back test, ossia la procedura di valutazione di una strategia d’investimento, che viene applicata ai dati storici per simulare quali sarebbero stati i rendimenti di tale strategia. Tuttavia, i rendimenti basati sul back test sono puramente ipotetici e vengono forniti nel presente documento a soli fini informativi. I dati basati sul back test non rappresentano rendimenti effettivi e non devono intendersi come un’indicazione di rendimenti effettivi o futuri.


Per ulteriori informazioni:

bit.ly/wisdomtree-daily-update
Declinazione di responsabilità

Le informazioni ed i contenuti pubblicati non costituiscono in alcun modo una sollecitazione ad investire o ad operare nei mercati finanziari. Non sono inoltre fornite o supportate da TradingView. Maggiori dettagli nelle Condizioni d'uso.