Marco_Bernasconi

Il dato CPI sull'inflazione e l'inizio della stagione degli...

NASDAQ:IXIC   Indice Nasdaq Composite
Il dato CPI sull'inflazione e l'inizio della stagione degli utili i temi di oggi...

A Wall Street si dice:

“Ricerca in Tutto il Mondo. Se ampli i tuoi orizzonti e guardi in tutto il mondo, troverai un maggior numero di buoni affari e, diversificando, diminuirai i tuoi rischi.”
Sir John Templeton


Nell’ultima sessione a Wall Street, l’SP 500 è sceso del -0,24%. Nel momento in cui scrivo questa analisi i futures statunitensi sono negativi: Nasdaq -0,17%, per il Dow Jones -0,07% e per l’S&P 500 -0,14% circa.


Perché il mercato ha chiuso negativo nell’ultima sessione a Wall Street?

• Gli indici azionari USA ieri hanno chiuso in calo moderato non superando il -0,50%.
Quello che ha pesato di più sul cattivo umore degli operatori è stata la debolezza dei titoli tecnologici.
Il dato inaspettato nelle aperture di nuovi posti di lavoro di agosto JOLT negli Stati Uniti è stato letto negativamente dal mercato azionario, ricordo che l’indice JOLTS (Job Openings and Labor Turnover Survey) fornisce una indicazione sui volumi delle offerte di lavoro, sulle assunzioni e sul turnover, misurando l’eccesso di offerta di lavoro (posti vacanti) per un determinato settore e in un determinato periodo. L’ indagine offre una valida panoramica dell’andamento del mercato del lavoro degli Stati Uniti: la creazione di occupazione è uno dei più importanti indicatori in grado di anticipare le tendenze dell’attività economica complessiva.
Io ho notato una pressione di vendita di operazioni lunghe da tempo dei fondi di investimento in attesa dei dati dei prezzi al consumo degli Stati Uniti di oggi e prima della reporting season Q3 che inizia questa settimana.

• I dati economici statunitensi che sono stati letti negativamente dal mercato azionario, le aperture di posti di lavoro JOLTS di agosto sono scese inaspettatamente di -659.000 unità a 10.439.000. Questo dato mostra un mercato del lavoro più debole rispetto alle aspettative che erano per un aumento a 10.954.000.
Il rapporto mostra chiaramente che le aziende hanno tagliato i loro piani di assunzione in agosto, proprio mentre i numeri di infezione Covid aumentavano e raggiungevano il picco a metà settembre.
Il rapporto sui salari di settembre uscito lo scorso venerdì è stato deludente con soli +194.000 posti di lavoro aggiunti, confermando i deboli dati sulle assunzioni.

• I commenti della Fed sono stati letti negativamente dal mercato azionario quando il presidente della Fed di Atlanta , Bostic, ha affermato che le impennate dei prezzi causate dalle interruzioni della catena di approvvigionamento "non sono transitorie" e sembrano estendersi a più parti dell'economia.

• Notizia molto positiva. La media di 7 giorni di nuove infezioni di Covid negli Stati Uniti è scesa a 86.241 lunedì, il minimo degli ultimi 60 giorni.

Vediamo adesso insieme, cosa hanno fatto ieri alcuni titoli rappresentativi per l'intero mercato.

• Scrivevo precedentemente che la debolezza del settore dei titoli tecnologici ha pesato sull’intero mercato
Micron Technology ha chiuso in calo di oltre il -3%, peggior titolo nel Nasdaq 100. La notizia che ha turbato investitori è stata data dalla società di ricerca TrendForce che ha previsto un calo dei prezzi per i chip di memoria DRAM quest'anno.
Western Digital e Seagate Technology hanno anche chiuso In calo di oltre il -3%, Texas Instruments, Intel e Analog Devices hanno chiuso In calo di oltre il -2%.

HP Inc ha chiuso in calo di oltre il -4%, peggior titolo nello S&P 500 . La società ha comunicato che i dati preliminari Q3 da IDC sulle spedizioni di PC segnalano una quota di mercato ridotta per HP Inc .
Citrix Systems ha chiuso in calo di oltre il-3%. La banca d'affari Wiliam Blair ha tagliato la sua raccomandazione nel titolo a market perform da outperform.

• Il settore dei titoli bancari è sceso in blocco ieri.
JPMorgan Chase, Morgan Stanley , e Visa hanno chiuso in calo di oltre il -2%.
Goldman Sachs e Wells Fargo hanno chiuso in calo di oltre il -1%.


Cosa invece ha aiutato il mercato nell’ultima sessione?


• Segnalo Sofi technologies che adesso vale $18,97, Questo è uno dei titoli in cui sono entrato nel portafoglio "Il Mercante in Fiera"

• Ho indicato il mio acquisto il 01 /10 a $16,45.

• La chiusura di ieri sera è stata $18,97.

• LA PERFORMANCE AD OGGI è +15,32%

• Il peso specifico all'interno del portafoglio è del 5%.

• Performance ottenuta in 7 giorni di trade.

• "Il mercante in Fiera”: un mix di titoli scelti solo nel mercato USA, selezionati grazie al mio Trading System Orso e Toro tra migliaia di titoli statunitensi.

• Non oltre 15 titoli con un altissimo potenziale.

• Entrate, Uscite e Peso specifico di ogni titolo del portafoglio non basate su opinioni ma su un metodo statistico/matematico.

• Segnalo di nuovo il ritorno delle azioni dei casinò che sono salite in blocco ieri.
MGM Resorts International ha chiuso in rialzo di oltre il +9%, miglior titolo nello S&P 500 . MGM è salita martedì dopo che la banca d'affari Credit Suisse ha aumentato la sua raccomandazione sul titolo a outperform da neutrale con un obiettivo di prezzo di 68 dollari.
Sempre nel settore dei casinò segnalo: Las Vegas Sands , Caesars Entertainment, Wynn Resorts , e Penn National Gaming che hanno chiuso con Un rialzo di oltre +2%.


La mia opinione ed il mio punto sul mercato oggi.


Il mercato ieri non aveva tanta voglia di muoversi e di prendersi delle responsabilità.

Quella di ieri era una giornata di vigilia in attesa di una sessione ricca di eventi oggi, che includerà il rapporto CPI e l'inizio non ufficiale della stagione degli utili.
Oggi avremo anche la possibilità di consultare parte dei verbali della Fed della riunione politica di settembre.

Data tutta questa incertezza (e non mi dimentico il deludente rapporto sull'occupazione di venerdì), non mi sorprendo che i titoli azionari sono scesi per tre giorni consecutivi.

Tutta la mia attenzione sarà oggi sul rapporto CPI .
Cosa mi aspetto dal CPI?


Il principale indicatore dell'inflazione dell'economia dovrebbe aumentare dello 0,3% rispetto al mese precedente e di oltre il 5% su base annua.

Chi non conosce i mercati e le dinamiche non si rende conto della potenzialità di un dato, io sarei contento se il mio lavoro quotidiano portasse piano piano in ognuno dei miei lettori questa consapevolezza.

Non si può affrontare il mercato senza avere le informazioni necessarie a farlo altrimenti acquistare un titolo equivarrebbe a pescare in un sacchetto il numero della tombola, avreste le stesse possibilità di estrarre il numero che desiderate.
Oggi saremo di fronte ad un dato economico in grado di cambiare le sorti del mercato.

Il dato del CPI uscirà un'ora prima della campana di Wall Street e sono certo che creerà un grande subbuglio se il numero sì allontanerà da quanto ho scritto sopra che mi aspetto.

Dico ancora di più se invece di 0,3% saliremo oltre lo 0,5% questo sarà letto dal mercato come una cattiva notizia perché segnalerebbe che la Fed deve agire prima del previsto.

Comunque, il rapporto CPI è sicuramente il dato più importante di oggi, visto quanto siamo tutti nervosi per l'inflazione. Ma la cosa bella dei mercati finanziari è che ogni giorno abbiamo una notizia e quindi la ruota continua sempre a girare incessantemente.

Infatti, una nuova stagione di guadagni sta per iniziare con i report delle grandi banche come JPMorgan e Goldman Sachs e BlackRock comunicheranno gli utili.
Ma non finisce qui, probabilmente ricorderete l'ultima riunione della Fed a settembre, quando il presidente Jerome Powell aveva dichiarato che il ridimensionamento degli acquisti di asset "potrebbe essere presto giustificato".
Bene, oggi avremo i verbali di quell'incontro.

Sono successe molte cose da allora, ma gli investitori saranno comunque interessati a scoprire cosa pensasse il comitato a settembre.

Concludo con la mia solita domanda riflessione ai miei lettori: Avete chiaro come muovervi adesso nel mercato azionario?
Quali settori privilegerete nei vostri acquisti?
Adesso la mia posizione sugli inidici è la seguente:

Nasdaq 100 Short,
Dow Jones Industrial Flat,
S&P 500 Short da ieri sera.
Euro Stoxx 50 e Ftse Mib Short.

Mi piacerebbe leggere sotto la mia analisi le vostre opinioni.

La mia notizia per voi è che se volete fare quello che faccio io nel mercato adesso potete farlo con facilità ho chiamato "Il mercante in Fiera" il mio portafoglio ideale!!!
Condividerò con i miei followers:
• I miei titoli
• I miei livelli d'ingresso e di uscita
• Il mio peso specifico in ogni titolo del portafoglio
Al trader che volesse copiare interamente la mia strategia non rimarrà che il piacere di comprare e vendere il titolo e nessuno stress.
"Il mercante in Fiera”: un mix di titoli scelti solo nel mercato USA, selezionati grazie al mio Trading System tra migliaia di titoli statunitensi.
Solo 10 titoli con un altissimo potenziale.
Entrate e Uscite non basate su opinioni ma su un metodo statistico/matematico.
Coloro che acquistano un titolo basandosi sulla loro capacità di analizzare una notizia sono destinati ad essere sconfitti dal mercato.

Ogni acquisto o vendita che faccio tiene conto di ragioni

Qualitative (ma non analizzate a livello personale, che non farebbe altro che favorire un'azione o sfavorirne un'altra, spesso facendo agire in maniera opposta al segnale), Statistiche e Quantitative.
Operazioni mensili mediamente 20

I livelli dei 3 maggiori indici americani dopo l’ultima sessione di borsa sono:

• L’S&P 500 è sceso di 10,56 punti a 4.350,64 per un -0,24%. Il record storico è stato stabilito il 2 settembre.
• Il Dow Jones è sceso di 117,72 punti a 34.378,35 per un -0,34%. Il record storico è stato stabilito il 17 agosto.
• Il Nasdaq 100 ha perso 51,62 punti, o -0,35%, a 14.662,11. Il record storico è stato stabilito il 7 settembre.

L’indice Russell 2000 rappresentativo delle small-cap ha guadagnato il +0,58%, adesso vale 2.233,36.
Il rendimento del Treasury a 10 anni, che influenza direttamente i tassi di interesse sui mutui e altri prestiti al consumo, ha chiuso a 1,593% dall’1,601% del giorno precedente.

Il valore dell’oro dal minimo di marzo di 1680$ dollari l’oncia ha guadagnato 82$ ed adesso si attesta sui $1.762 dollari.

Il prezzo del Future greggio americano WTI è sceso di 0,08 dollari stamattina e in questo momento quota 80,56 dollari al barile.

L'indice di volatilità VIX S&P 500 ha chiuso a 20,14. Il VIX è ritornato verso la parte centrale del range recente delimitato dal massimo di metà luglio di 25.09 e il minimo di fine giugno di 14.10.

L'esecuzione di investimenti, posti in essere dovranno essere fatti sotto la supervisione di un professionista di vostra fiducia iscritto all'apposito Albo, saranno quindi a vostro completo rischio, non assumendo personalmente alcuna responsabilità al riguardo. L’operatività descritta è proposta in maniera teorica e allo scopo formativo nei mercati finanziari. L'intento di questa analisi è quindi esclusivamente divulgativo e non costituisce stimolo all'investimento e/o consulenza finanziaria.