Marco_Bernasconi

Il verbale Fed cambia scenario ieri, Wall Street reagisce male.

NASDAQ:NDX   Indice Nasdaq 100
Il verbale Fed cambia scenario ieri, Wall Street reagisce male, ma oggi USA salirà.

A Wall Street si dice:
"Il mercato non punisce, ridistribuisce"
Marty Schwartz


Nell’ultima sessione a Wall Street, l’SP 500 è variato del -1,94%. Nel momento in cui scrivo questa analisi i futures statunitensi sono negativi: Nasdaq -0,18%, per il Dow Jones -0,03% e per l’S&P 500 -0,09% circa.

La prestazione ad 1 anno dei tre maggiori indici americani e dell'indice italiano è la seguente:
Dow Jones +17,29%

S&P 500 +23,58%

Nasdaq +15,56%

FTSE MIB +23,81%

Perché il mercato ha chiuso in maniera negativa l’ultima sessione a Wall Street?

Ieri l'indice Dow Jones è sceso per la prima volta nel 2022, a causare questo cambio di umore del mercato sono stati principalmente i verbali della Fed che sono stati pubblicati.
Questa luna di miele tra l'indice rappresentativo dei titoli industriali ed il rally a cavallo dell'anno nuovo sì è interrotta.
L'indice che ha subito di più l'impatto di questo cambio di focus degli investitori naturalmente è stato il Nasdaq.
Il denaro ha continuato ad uscire dai titoli tecnologici e da quelli cosiddetti “GROWTH” in direzione di qualcosa di più sicuro.

Sapete quanto vale adesso il rendimento obbligazionario a 10 anni degli Stati Uniti?
1,744… bene abituatevi a guardare adesso questo numero, perché per un po’ tutto ruoterà intorno ad esso .
Ieri lo osservavo e a mercati appena aperti era già a 1,653. Mano a mano durante la giornata è salito 1,674 poi 1,709. E dall'altra parte in maniera sincrona i mercati scendevano. Nasdaq -1,5%, -2%, -3%.

Se mi leggete tutti i giorni avrete oramai capito qual’è la mia opinione sui mercati.
La borsa è al 99% psicologia di massa.
E quando molti trader decidono qualcosa avviene un fenomeno particolare nella mente della folla, se qualcuno corre in una direzione e a correre sono in tanti, molti altri si uniranno al gruppo, magari senza sapere perché corrono ma semplicemente perché quella è la direzione che sta prendendo la maggioranza e quindi automaticamente la prima risposta che il nostro cervello ci dice e che è la cosa giusta da fare.

Sapete perché i mercati sono quasi sempre imprevedibili?
Perché hanno reazioni scomposte.
A volte ricevono una notizia e reagiscono immediatamente, altre volte reagiscono in ritardo.
Quello che i verbali ci hanno detto ieri era in gran parte già noto ed anche accettato dal mercato.
Non è certo leggere che alcuni membri della Fed siano più falco-hawkish delle attese che cambia sostanzialmente le cose.
Ma ieri al mercato andava così, e tutto insieme ha scoperto quello che lo aveva lasciato poco più che indifferente fino al giorno prima.
Voglio dire che non siamo di fronte ad un CIGNO NERO, cioè un evento imprevedibile che sorprende i mercati.
Al contrario ritengo che dal punto di vista dell'inflazione il peggio sia oramai passato.
La catena dei rifornimenti ha ripreso a funzionare, certo non a pieno ritmo ma sicuramente è molto meglio ora che a novembre.
Ad essere un poco lungimiranti è facile prevedere che l'aumento dei contagi unito alla vaccinazione sempre più diffusa creerà le condizioni per cui il COVID del futuro non sarà più una pandemia ma diventerà una malattia endemica e sarà solo una Preoccupazione stagionale.

Vediamo insieme quali sono state le notizie che hanno movimentato il mercato nell'ultima sessione:

1. La preoccupazione che la forza dell'economia statunitense e l'inflazione facciano salire ulteriormente i tassi di interesse.

2. I verbali della riunione del FOMC del 14-15 dicembre hanno reso noto che la Fed è pronta ad aumentare i tassi di interesse prima e più velocemente del previsto.

3. L'occupazione USA ADP di dicembre è aumentata di +807.000 posti di lavoro, dato migliore delle aspettative di +410.000 maggior incremento in 7 mesi. Il Markit Services PMI di dicembre è stato rivisto al rialzo di +0.1 a 57.6 da 57.5.

4. La media a 7 giorni delle nuove infezioni statunitensi Covid è salita ad un record di 554.053 dato di martedì.

Vediamo adesso insieme, cosa hanno fatto nell'ultima sessione alcuni titoli rappresentativi per l'intero mercato.

I titoli tecnologici sono crollati mercoledì dopo che il rendimento del T-note a 10 anni è salito raggiungendo il massimo degli ultimi 9 mesi.
Xilinx ha chiuso in calo di oltre il -6%, Nvidia , Tesla e Fortinet hanno chiuso in calo di oltre il -5% e Alphabet , Broadcom e Netflix hanno chiuso in calo di oltre il -4%.

Enphase Energy ha chiuso in calo di oltre il -11%, peggior titolo nell’S&P 500. La notizia che non è piaciuta ai mercati è stata quella data dalla banca d’affari Bank of America ha tagliato la sua raccomandazione sullo stock a neutral da buy.

Salesforce.com ha chiuso in calo di oltre il -8%, peggior titolo nel Dow Jones Industrials . In questo caso la notizia che non è piaciuta ai mercati è stata data dalla banca d'affari UBS ha tagliato la sua raccomandazione sullo stock a neutrale, citando le prospettive di rallentamento della crescita.

Adobe ha chiuso in calo di oltre il -7%, quando UBS ha tagliato la sua raccomandazione sullo stock a neutrale da comprare, citando le preoccupazioni sulle prospettive di crescita del 2022.

Cosa invece ha aiutato il mercato nell’ultima sessione?

I titoli del settore dell'acciaio sono saliti ieri sulle aspettative di un miglioramento della domanda di metalli industriali dalla Cina dopo che il China Securities Journal ha riferito che la PBOC probabilmente allenterà la politica monetaria prima delle vacanze del Nuovo Anno Lunare il mese prossimo.
Cleveland-Cliffs ha chiuso in rialzo di oltre il +5%, Nucor ha chiuso in rialzo di oltre il +4% miglior titolo nell'S&P 500, Steel Dynamics ha chiuso in rialzo di oltre il +3%, e U.S. Steel ha chiuso in rialzo di oltre il +2%.

Nel mio portafoglio nel mercato USA attualmente i titoli con la migliore performance, aperti recentemente tra quelli a larga capitalizzazione sono presenti:

TESLA MOTORS INC +22,49%

IBM +16,14%

BOOKING HOLDINGS INC +11,51%

COCA COLA BOTTLING +9,90%

AMERICAN AIRLINES GR +9,18%

Nel mio portafoglio nel mercato USA attualmente i titoli con la migliore performance, aperti negli ultimi 7 giorni tra quelli a media capitalizzazione sono presenti:

Alpha And Omega Semi +23,07%

ESm Energy Company +17,81%

EXPEDIA GROUP INC +16,36%

Ternium S.A. +10,70%

Mastec Inc +9,43%

Nel mio portafoglio nel mercato ITALIA attualmente i titoli con la migliore performance, aperti recentemente tra quelli nel MIB 40 sono presenti:

UNICREDIT +33,55%

INTESA SANPAOLO +12,57%

TERNA +8,88%

STELLANTIS +8,73%

SNAM rete gas +8,66%

Nel mio portafoglio nel mercato ITALIA attualmente i titoli con la migliore performance, aperti recentemente tra quelli a media capitalizzazione sono presenti:

Deutsche Lufthansa +18,66%

AUTOGRILL SPA +12,70%

BIESSE +9,74%

UNIEURO +8,23%

BANCA POPOLARE DI SONDRIO SCPA +7,97%

Questi portafogli fanno parte del mio abbonamento: Portafoglio Azioni Italia e Usa.

Questo portafoglio è diviso in 6 sotto-portafogli.
Tre di questi sono dedicati all'area geografica Italia.
• Mib 40 .
• Numero 1 oggi in Italia (Ogni giorno indico il titolo che secondo me è il migliore acquisto che faccio sul mercato italiano).
• Tutte le recenti numero 1 Italia.

Tre di questi sono dedicati all'area geografica Italia.
• Best Brands.
• Numero 1 oggi in USA (Ogni giorno indico il titolo che secondo me è il migliore acquisto che faccio sul mercato USA).
• Tutte le recenti numero 1 USA.

Come impostare la strategia corretta per il copy trading della mia strategia sul canale 1 Mib 40 e canale 4 Best Brands.

Premesse:

La crescita di questi portafogli è stata molto lineare durante tutto il corso dell'anno e quindi si sono prestati bene ad essere seguiti durante tutto il corso del 2021.

Strategia per applicare il copy trading statistico:

Divido il mio capitale in 15 parti con le quali compero 15 titoli, 6,66% su ogni titolo.

Il portafoglio Best Brands è composto di 34 titoli e quindi acquistandone 15 praticamente possiedo il 44,11% (il Mib 40 di 40 titoli e quindi il 37,5%) dell'intero portafoglio, abbastanza per avere una rilevanza statistica che nel lungo periodo creerà le condizioni per avere le performance allineate con quelle del 100% del portafoglio.

Acquisto fino ad esaurimento del capitale i titoli mano a mano che diventano long e quindi max 15 titoli in portafoglio.

Vendo i titoli in portafoglio mano a mano che scatta il segnale di vendita e con la nuova liquidità sono pronto a ricominciare gli acquisti.

Conclusioni:

I portafogli Mib 40 e Best Brands nel corso del 2021 sono stati molto lineari nella loro crescita ed in ogni momento dell'anno hanno dato performance in crescita e quindi ritengo siano stati un perfetto esempio per copiare il mio trading con il metodo statistico sopra descritto.

Il verbale Fed cambia scenario ieri, Wall Street reagisce male, ma oggi USA salirà.

La mia opinione ed il mio punto sul mercato oggi.

La Fed per molto tempo ci ha raccontato che questa inflazione era transitoria e che si sarebbe risolta da sola quando le cose sarebbero tornate alla normalità.
Prendo atto che dai verbali della Fed emerge che è cambiato all'interno del board il peso specifico di coloro che sono più falco e nei verbali è scritto che i tassi potrebbero essere alzati prima di quanto gli investitori avessero sperato.
Ripeto che la prima reazione quando si ha paura è scappare e solo dopo ci si domanda perché si scappa.
Io credo che oggi il mercato comincerà a PORSI questa domanda.
E comincerà a valutare che conosciamo bene la Fed e che negli ultimi 15 anni non ricordo mosse che hanno lasciato il mercato sconcertato.
La Fed è sempre stata “market friendly” e quindi lo scenario da “panic selling” di ieri non me lo aspetto ancora nei prossimi giorni.

Ieri, per esempio, mentre tutti guardavano i verbali della Fed è passato praticamente in osservato l’ottimo rapporto sull'occupazione ADP.
Le buste paga private sono salite di 807.000 posti di lavoro a dicembre, questo dato ha a quasi raddoppiato le aspettative ed è Molto più alto del dato di novembre che era di poco sopra a 500.000.
Attendo altri dati sull'occupazione in arrivo questa settimana, con le richieste di disoccupazione oggi e il rapporto sulla situazione occupazionale del governo previsto per domani.

La prestazione settimanale dei tre maggiori indici americani e dell'indice italiano è la seguente:
Dow Jones +0,02%


S&P 500 -1,64%

Nasdaq -4,07%

FTSE MIB +2,98%

Cosa farò oggi?

Oggi mi aspetto una seduta nei mercati europei per quanto riguarda la mattina, negativa come conseguenza della bruttissima chiusura di ieri sera a Wall Street.
Vedo invece un miglioramento nel pomeriggio mano a mano che gli americani diventeranno padroni del mercato ed un rimbalzo finale degli indici a fine serata rispetto alla chiusura di ieri.

Concludo con la mia solita domanda riflessione ai miei lettori: Avete chiaro come muovervi adesso nel mercato azionario?
Quali settori privilegerete nei vostri acquisti?
La mia posizione sugli indici è la seguente
la mia operatività è rivista ogni 24 ore:

Nasdaq 100 Long mi aspetto un rimbalzo oggi,
Dow Jones Industrial Long,
S&P 500 Long,
Euro Stoxx 50 Long
Dax Long
Ftse Mib Long

Mi piacerebbe leggere sotto la mia analisi le vostre opinioni.

I livelli dei 3 maggiori indici americani dopo l’ultima sessione di borsa sono:

L’S&P 500 è variato di -92,94 punti a 4.700,59 per un -1,94%. Ultimo record il 3 gennaio.

Il Dow Jones è variato di -392,54 punti a 36.407,12 per un -1,07%. Ultimo record il 4 gennaio.

Il Nasdaq 100 è variato di -507,96 punti a 15.771,78 per un -3,12%. Ultimo record il 19 novembre.

L’indice Russell 2000 rappresentativo delle small-cap è variato di -3,30% adesso vale 2.194,00.

Il rendimento del Treasury a 10 anni, che influenza direttamente i tassi di interesse sui mutui e altri prestiti al consumo, ha chiuso a 1,723% dall’1,649% del giorno precedente.

Il valore dell’oro dal minimo di marzo di 1.680$ dollari l’oncia ha guadagnato 115$ ed adesso si attesta sui $1.795 dollari.

Il prezzo del Future greggio americano WTI è variato di +0,11 dollari questa mattina e in questo momento quota 77,95 dollari al barile.

L'indice di volatilità VIX S&P 500 ha chiuso a 20,23. Minimo e massimo delle ultime 52 settimane 14,10 e 37,51.

Ecco il rendimento completo di tutti i miei portafogli nell'ultimo anno.
Classifica dei migliori rendimenti dal 06/01/2021 al 05/01/2022:
1.Portafoglio Commodities , Bitcoin , Index + Oper. Straord. (USA) +172,22%

2.Portafoglio BEST BRANDS (AZIONI USA) +121,33%

3.Portafoglio numero 1 Oggi in Italia (AZIONI ITALIA) +109,20%

4.Portafoglio Tutte le Recenti N.1 - Italia (AZ. ITALIA) +106,25%

5.Portafoglio Mib 40 (AZIONI ITALIA) +105,31%

6.Portafoglio Tutte le Recenti N.1 - USA (AZIONI USA) +89,89%

7.Portafoglio numero 1 Oggi in USA (AZIONI USA)53,38%

Eccezionale ad oggi ci sono ben 5 portafogli su 7 che nella classifica superano il 100% di performance nella performance ad 1 anno.



Prova gratis il mio copy trading statistico! Testa personalmente il servizio e valuta la qualità dei segnali. https://www.marcobernasconitrading.com/it/prova-gratuita-2
Declinazione di responsabilità

Le informazioni ed i contenuti pubblicati non costituiscono in alcun modo una sollecitazione ad investire o ad operare nei mercati finanziari. Non sono inoltre fornite o supportate da TradingView. Maggiori dettagli nelle Condizioni d'uso.