SAXO:NZDJPY   Dollaro neozelandese / Yen giapponese
Buonasera a tutti,
seguendo i cambi Major capita talvolta che la forza di un mercato unita alla debolezza di un altro possa generare una buona volatilità nel cross grazie alla correlazione matematica.

Se moltiplichiamo infatti la quotazione attuale di NZDUSD e USDJPY otterremo come risultato la quotazione del cross NZDJPY . Facciamo un esempio:
  • NZDUSD: 0.71616
  • USDJPY: 113.256
  • NZDJPY: (0.71616 * 113.256) = 81.109
Otteniamo quindi una sorta di "amplificazione" della volatilità nel cross grazie proprio ai movimenti dei due cambi major. Chiaramente, sia quando va bene ed il mercato si muove nella nostra direzione sia quando va male ed il mercato si muove contro.

Perché ho scelto proprio questi due cambi ( NZDUSD , USDJPY )? Molto semplice, analizzando il posizionamento dei Large Trader grazie al Commitments Of Traders Report ( COT ) - come ho già spiegato negli articoli precedenti - si inizia a scorgere la possibilità di un movimento rialzista per lo YEN e contemporaneamente di flessione per il Kiwi.

Da un punto di vista di Price Action Analysis, partendo dal weekly notiamo come nel macro-range di prezzo 76.3/82.5 il mercato sia stato sempre venduto/comprato in prossimità degli estremi. Attualmente siamo in prossimità del massimo in zona 81.5/82.2 ed abbiamo già un primo trigger bearish quale il classico Doppio Massimo Lower-Close:


Spostandoci sul daily il trigger viene confermato da un ulteriore Doppio Massimo Lower-Close, già rotto al ribasso e ritracciato con la giornata odierna del 50%:


Interessanti le confluenze di prezzo tra i due trigger riscontrabili nelle aree di prezzo 79.3/78.6, corrispondenti anche al 50%-61.% di ritracciamento dell'ultima leg rialzista.

Personalmente seguirò quindi con attenzione le evoluzioni di prezzo legate a questo cross, facendo sempre molta attenzione a cosa sta avvenendo nei due Major contro il dollaro americano.