DomenicoIvanPontillo

S&P500, segnali di allerta?

SP:SPX   Indice S&P 500
SP:SPX

Dopo aver toccato nuovi massimi storici, l’S&P500 tira il fiato con le ultime sessioni caratterizzate da debolezza. Si tratta di una lieve flessione del tutto fisiologica, considerate le performance del principale indice americano negli ultimi periodi.

Sul grafico a 15 minuti, possiamo notare come il prezzo si sia fermato, nel momento in cui scrivo, in area 4493, che se violata, può portare ad un ulteriore ribasso di breve in zona 4468 e 4458.
Nel caso in cui invece i prezzi dovessero trovare reazione positiva è auspicabile una ripresa in area 4531.

Sul grafico giornaliero, possiamo invece notare dei segnali di allerta.
La salita dell’indice, comincia a non essere più accompagnata da volumi crescenti ed è apprezzabile anche sul MACD una divergenza, con l’indice che fa toccare nuovi massimi, ma con l’indicatore sostanzialmente neutro.

Infine, analizzando il COT Report sul Mini SP , è possibile apprezzare posizioni nette corte da parte dei commercials e dei large speculators (hedge funds, fondi pensione) , a fronte di posizioni nette long da parte dei retail traders.

In questa fase, considerati i segnali di cui sopra , cerco di prestare ancora maggior attenzione nell’assunzione di nuove posizioni, tenendo sempre a mente l’importanza di proteggere il capitale, rispettando gli stop, e difendendo parte dei profitti latenti.
Domenico Ivan Pontillo