mauriziopalumbo

Bitcoin con i Large Traders e Price Action

KRAKEN:XBTUSD   Bitcoin / U. S. Dollar
La tentazione di approfittare del periodo di ritracciamento in atto per acquistare Bitcoin a "buon mercato" è sicuramente forte. Sui canali social il "buy the dip" sembra spopolare anche quando la variazione giornaliera è solo relativa a qualche punto percentuale.

L'analisi dei posizionamenti espressi nel Commitments of Traders ci ha lungamente insegnato nel corso del tempo che i net-losers sono proprio gli "Small Speculators" che - loro malgrado - si trovano costantemente dalla parte sbagliata del trend.
Ed allora, come poter valutare al meglio la situazione che stiamo vivendo sui principali mercato Crypto (Alcoins evidentemente annesse)?

Personalmente, cerco di non prestare molta attenzione ai "canti delle sirene" nei vari social network, affidandomi invece al mio metodo di analisi dei mercati finanziari basato sullo studio della Price Action e del COT Report.

Vediamoli insieme!

COT ANALYSIS
Come sempre prediligo il posizionamento dei Commercials che, a partire da Ago-21 dove hanno toccato la loro massima capacità storica di vendita di contratti si sono gradualmente riposizionati net-long con due brusche virate sul fronte sell in occasione massimi storici toccati dal mercato.

La settimana appena conclusa ha visto una variazione net-long di magnitudo pari al 14% rispetto alle 52wks di retro-analisi. Segnale di debole intensità, che comunque vale la pena tenere in considerazione per una possibile congestione nelle zone attuali in attesa di capire se i Large Traders continueranno ad incrementare il loro posizionamento sul fronte buy oppure sell.

PRICE ATION ANALYSIS
Da un punto di vista di price action e struttura di questo mercato, se partiamo dall'analisi del movimento che ha generato l'ultima leg rialzista si evidenzia come il prezzo dopo una lunga bull-run fino al 261.8% di ritracciamento abbia energicamente corretto al ribasso dopo una falsa rottura de massimi storici assoluti.

Questa settimana, con l'accelerazione di volatilità tipica di questi mercati, Bitcoin è rientrato sui suoi passi fino in area di estensione dei 161.8%.

Spostandoci su un grafico daily, troviamo uno dei nostri segnali di price Action: un Doppio Massimo Lower-Close già rotto al ribasso e ritracciato in area 50%:


E' interessante notare su questo trigger operativo come la sua estensione del 261.8% confluisca con il punto di breakout dell'ultimo swing-low weekly che ha generato la leg rialzista. Questo ex livello di resistenza, come tipicamente accade, potrebbe fare da supporto per una nuova ripresa bullish .

E' interessante analizzare anche un grafico 4H per vedere meglio la struttura dei supporti e delle resistenze che potremmo incontrare durante lo sviluppo di questo trigger bearish:


Come sempre, seguirò attentamente gli sviluppi dei prezzi durante questa settimana per valutare un possibile posizionamento in acquisto su questo mercato.
Commento: Spulciando i dati dell'ultimo COT Report ho trovato interessante analizzare il rapporto tra il numero dei contratti long/short detenuti dai large traders (Commercials, Large Speculators) sull'Open Interest. Ho quindi analizzato la stessa cosa per gli small traders (Small Speculators), individuato alcune correlazioni a mio avviso interessanti.

Il rapporto Commercials Long/OI e Large Speculators Long/OI è diminuito drasticamente a fine ottobre mentre l'analogo rapporto sul fronte Short/OI ha subito una vera impennata subito dopo anticipando il periodo bearish che stiamo vivendo.
I piccoli investitori sono corsi a liquidare immediatamente le proprie posizioni in vista di una capitalizzazione dei profitti, senza rilevare in realtà il famoso "buy the dip" che viene professato sui social network.

Queste correlazioni nei dati evidenziano a mio avviso come per i grandi investitori il futuro prossimo per Bitcoin possa essere in realtà in crescita e questa solo una parentesi di acquisto a buon mercato.

Chiaramente i portafogli di questi grandi operatori di mercato gli consentono di costruire la propria posizione gradualmente nel tempo, assorbendo anche movimenti direzionali del prezzo nel verso contrario. Cosa che difficilmente è possibile fare per un piccolo investitore retail che invece deve seguire la big picture cercando tuttavia di cogliere dalla price-action i punti di ingresso migliori