CFI

Ftse Mib: nel ciclone?

TVC:FTMIB   Milano Italia Borsa Index
Di Fabio Pioli, trader professionista





Ribadiamo il concetto della scorsa settimana: il movimento (al ribasso o al rialzo) è già iniziato ma ancora non ce ne siamo accorti. Vediamo perché..





Un movimento e, conseguentemente, il computo dei movimenti successivi parte sempre dal massimo precedente.

Dunque il movimento attuale per quanto riguarda il future sull’ indice Ftse Mib 40 è partito il 21 Luglio scorso. Il primo passo si è concluso il 31 Luglio, a 18.910 punti (Figura 1).



Fig 1. Future Ftse Mib 40 – Grafico giornaliero.




Il secondo passo, che è partito naturalmente il 31 Luglio si è concluso o il 12 Agosto o il 15 Settembre (Figura 2)



Fig 2. Future Ftse Mib 40 – Grafico giornaliero.





Dopodiché è partito il secondo movimento ribassista, che si è stoppato, probabilmente come onda iniziale di ulteriori onde a comporre l’ intero movimento, il 25 Settembre a 18.475 punti (Figura 3).





Fig 3. Future Ftse Mib 40 – Grafico giornaliero





Se così fosse la fase più violenta di ribasso verrebbe adesso e sarebbe etichettata come onda 3 in Figura 4.




Fig 4. Future Ftse Mib 40 – Grafico giornaliero




Attenzione però: anche l’ interpretazione di Figura 5 è per ora teoricamente possibile e diventerebbe impossibile solo sotto i 18.475 punti.




Fig 5. Future Ftse Mib 40 – Grafico giornaliero





Fabio Pioli comunica che la presente esposizione presenta informazioni che potrebbero potenzialmente suggerire implicitamente o esplicitamente una strategia di investimento riguardante uno o più strumenti finanziari e pareri sul valore o il prezzo attuale o futuro di tali strumenti ed è da intendersi come una comunicazione di marketing.
In quanto tale non rappresenta una ricerca preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’ indipendenza di una ricerca in materia di investimenti e non è soggetta a nessun divieto che proibisca le negoziazioni da parte degli analisti e dei soggetti rilevanti prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti