infocfionline

Ftse Mib: all’ avventura!

TVC:FTMIB   Milano Italia Borsa Index
Di Fabio Pioli, trader professionista





La prima (breve) settimana borsistica dell’ anno ha visto i prezzi andare a toccare quasi millimetricamente i supporti crescenti del trend giornaliero (Figura 1).




Fig 1. Future Ftse Mib 40 – Grafico giornaliero.





Basterà questo per far trovare una base di appoggio ai prezzi che dia loro la forza necessaria per superare le resistenze decennali dei 24.000 punti di future italiano (Figura 2)?




Fig 2. Future Ftse Mib 40 – Grafico settimanale





Per dare una risposta bisogna notare che le resistenze di cui si parla non sono soltanto giornaliere.
Se così fosse, un appoggio sui supporti giornalieri sarebbe stato il requisito per “prendere la carica” ed, eventualmente partire al rialzo.

Il punto è che, invece, queste resistenze sono anche settimanali e, addirittura, mensili.

Lasciando perdere il mese, quindi, anche solo a livello settimanale, bisognerebbe stare molto attenti ad avventurarsi in una scommessa di rialzo quando c’è ancora in gioco la possibilità di un appoggio sui supporti settimanali, per ora (ma crescenti anch’ essi) a 21.800-22.000 punti circa (Figura 3)




Fig 3. Future Ftse Mib 40 – Grafico settimanale





E se, bando all’ avarizia, mettessimo nel quadro anche un grafico mensile (Figura 4)?

Emergerebbe che se lo storno avvenisse fino ai supporti propri di tale time-frame, chi comprasse sosterrebbe un rischio di quasi 5.000 punti (escludendo inversioni di trend).





Fig 4. Future Ftse Mib 40 – Grafico mensile





Ecco perché sulle resistenze non si compra, ed ecco perché, sotto determinate ipotesi, cercheremo sicuramente di prendere un segnale short al momento opportuno.

















Fabio Pioli comunica che la presente esposizione presenta informazioni che potrebbero potenzialmente suggerire implicitamente o esplicitamente una strategia di investimento riguardante uno o più strumenti finanziari e pareri sul valore o il prezzo attuale o futuro di tali strumenti ed è da intendersi come una comunicazione di marketing.
In quanto tale non rappresenta una ricerca preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’ indipendenza di una ricerca in materia di investimenti e non è soggetta a nessun divieto che proibisca le negoziazioni da parte degli analisti e dei soggetti rilevanti prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti