Colazioneawallstreet

MA GUARDA UN PO', CHI LO AVREBBE MAI DETTO?!

Short
SP:SPX   Indice S&P 500
Il mercato ha iniziato da circa 2 settimane a correggere, certo un calo che potrebbe tranquillamente essere una pausa di relax prima di un'ulteriore salita, ma forse anche no. Fermo restando che non credo qualcuno (me compreso) possa prevedere il futuro, professando prudenza da circa 2 mesi ( che non vuol dire urlare al Bear Market) mi sono preso del "bacchettone" perchè "figurati se scende!". Bene, vi racconto una grande notizia, i mercati possono anche scendere, non solo salire! Questo va ricordato per coloro che hanno vissuto (marzo 2020 escluso) 12 anni praticamente di bull market continuo, pensando che in qualche modo esiste una sola direzione degli indici azionari. Ecco, adesso bisogna affrontare il secondo lato della medaglia, ovvero la gestione dei portafogli quando i mercati scendono. Ho detto già il mese scorso che un possibile primo target di verifica può essere poco sopra i 3500 punti per SP500 , dopodichè se dovesse arrivare in quella zona, vedremo se sarà una semplice correzione per poi spingere nuovamente a rialzo oppure se in qualche modo ci aspettano altre tipologie di scenari. Ad ogni modo, alcuni segnali già potevamo averli: divergenza RSI (14) VS Indice, perdita di Forza, inversione forza relativa SPX /CRB (indice materie prime) e così via. Ora, il motivo di questo calo è probabilmente dovuto alla risalita dei rendimenti lato Bond (obbligazioni) in particolare i Treasury a 10 anni (e tutte le durate maggiori) che iniziano a prezzare la ripresa economica ed il ritorno alla vita normale (quindi in parte rialzo inflazione). Questo rendimento oggi intorno a 1.50%, porterebbe ulteriori ribassi (almeno iniziali) sui mercati se dovesse salire ancora. Il motivo è presto detto: se il rendimento a 10 anni viene usato come fattore di attualizzazione per il valore delle azioni, un fattore di sconto maggiore implica valori attuali più bassi, tutto qui. Adesso quindi fuori tutti? Nemmeno per sogno, basta avere una strategia ben chiara, sapere la propria tolleranza al rischio e dove si vuole arrivare, conoscere la propria asset allocation (strategica) attuale, e capire come aggiustare l'asset allocation tattica in funzione del nuovo scenario che potremmo trovarci davanti. Con questo vi saluto, e vi dò appuntamento al mese prossimo!

Colazione a Wall Street