CFI

Ftse Mib: punti fermi

TVC:FTMIB   Milano Italia Borsa Index

Di Fabio Pioli, trader professionista, fondatore di CFI Consulenza Finanziaria Indipendente





Quando le situazioni dei prezzi vanno agli estremi bisogna fare una cosa semplicissima: individuare dei punti fermi, dei “paletti” che servano da riferimento fisso per guidare le proprie azioni.

Essendo che in questa fase di mercato i prezzi del Ftse Mib 40 si trovano sulle resistenze e, dunque, non può esservi altro che confusione, manifestantesi come oscillazioni, talvolta al rialzo, talvolta al ribasso, è necessario individuare questi punti fermi proprio qui.

Quali sono?

Il primo è che , come detto, siamo sulle resistenze (Figura 1). Non inganni il fatto che il prezzo possa andare sopra un numero. Le resistenze sono una fascia individuata da un comportamento dei prezzi, non sono solo un numero preciso. Questo è importante per non farsi fuorviare dalle oscillazioni: nessuna oscillazione di prezzo senza un comportamento adeguato sarà mai una rottura delle resistenze.


Fig 1. Future Ftse Mib 40 – Grafico settimanale.




Secondo punto: siamo sugli obiettivi (del movimento rialzista avviatosi nel Dicembre 2018). Questo può essere reso graficamente tramite un disegno di uno sviluppo a-b-c di Elliott (Figura 2) e significa che il proseguo più naturale è che chi di dovere venda per prendere di beneficio, i prezzi scendano e vadano sui supporti.



Fig 2. Future Ftse Mib 40 – Grafico mensile.




Tutto ciò, messo insieme adduce ad una sola conclusione: qui non si compra.

Attenzione: non ho scritto: “Qui si vende al ribasso” ma “Qui non si compra”. Chi vendesse qui per mettersi al ribasso, liberissimo di farlo, naturalmente, farebbe male senza ombra di dubbio perché non conoscerebbe le probabilità. Avrebbe le stesse probabilità di guadagnare di chi comprasse qui. Le due cose si compenserebbero per fare somma zero.

E’ per questo che , dati i punti fermi, la nostra strategia è una sola: aspettare i supporti, i cui prezzi gradualmente si alzano e verificare la ripresa del rialzo, con maggior vigore, o l’ inversione da positivo a negativo del trend.

E’ in palio il trend di lungo periodo.











Strumenti di analisi: analisi delle onde di Elliott , analisi dei supporti e delle resistenze.











Fabio Pioli comunica che la presente esposizione presenta informazioni che potrebbero potenzialmente suggerire implicitamente o esplicitamente una strategia di investimento riguardante uno o più strumenti finanziari e pareri sul valore o il prezzo attuale o futuro di tali strumenti ed è da intendersi come una comunicazione di marketing.
In quanto tale non rappresenta una ricerca preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’ indipendenza di una ricerca in materia di investimenti e non è soggetta a nessun divieto che proibisca le negoziazioni da parte degli analisti e dei soggetti rilevanti prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti